Quotidiano on-line ®

30.5 C
Rome
martedì, Luglio 5, 2022

Ancora Koulibaly e Allegri sprofonda: Napoli-Juventus 2-1, il Pagellone

Spalletti resta a punteggio pieno e va a +8 sui bianconeri che dopo tre partite hanno un solo punto in classifica. Male Allegri che recrimina sui propri errori e per i due gol di Politano e Koulibaly su regali di Szczesny e Kean, dopo il vantaggio in avvio con Morata. Napoli-Juventus 2-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Napoli-Juventus 2-1, il Pagellone

Napoli-Juventus 2-1 (Morata 10’, Politano 57’, Koulibaly dall’85’)

 

Ospina 6 sulla rete bianconera forse non copre bene ma era sicuramente scioccato dell’errore del compagno. Para benissimo su Kulusevski anche se era il fuorigioco. Rimedia ad leggerezza di testa di Insigne. I pericoli più grossi sono arrivati dal fuoco amico.

Di Lorenzo 6 partita equilibrata nelle due fasi senza errori e senza incendiare la fascia.

Manolas 4 nemmeno all’oratorio si vede una cosa simile senza indurre in tentazione il parroco. Non vede arrivare Morata e ci mette un quarto d’ora a girarsi. Un tocco mollo e si anticipare dallo spagnolo. E diciamocela tutta: Morata è un Petagna che ce l’ha fatta.

Koulibaly 7.5 domina in area. Rimane anche lui basito dell’errore di Manolas e non è prontissimo nello scattare verso Morata. Ma chi si aspetta una roba del genere? Segna il goal vittoria sfruttando la generosità di Kean.

Mario Rui 6.5 spinge continuamente e trova sbocchi. Inesauribile.

Fabian 7 sfonda a sinistra e sfiora un eurogoal con missile da fuori che Szczesny devia sopra la traversa ma l’arbitro non se ne accorge.

Anguissa 7 un po’ grezzo in alcune situazioni ma efficace nel recuperar palloni e nel far ripartire l’azione. Cosa che Bakayoko non riusciva a fare.

Elmas 6 troppo innamorato del pallone. Giocare a troppi tocchi serve a ben poco. Dovrebbe velocizzare la manovra.

Politano 7 sfiora il goal di testa dopo 25 secondi. Tenta la conclusione da fuori ma è spesso murato. Bravo a sfruttare l’errore di Szczesny e trovare il goal del pareggio.

Osimhen 6 qualche bella accelerazione ma è spesso precipitoso e quando tira letale come uno Scud iracheno nella prima guerra del Golfo.

Insigne 6 luci ed ombre. Molto impegno ma rischia di diventare Manolas 2.0, tra l’altro di testa che non è la sua caratteristica migliore. Da un suo tiro a giro, che solo Szczesny poteva parare così, nasce il pareggio partenopeo. Esce per un infortunio.

Ounas dal 46’ 6.5 da effervescenza in attacco. Dribbling tutti e dialoga con i compagni.

Lozano dal 72’ s.v. un tiro fuori.

Zielinski dal 73’ s.v.

Petagna dal 90’ s.v.

Malcuit dal 90’ s.v.

Spalletti 7

Nel primo tempo il Napoli fatica a trovare spazi con la Juventus che gioca in dieci dietro la linea della palla. Nel secondo i cambi fanno la differenza. I cambi di Allegri. Comunque vittoria meritata.

Ancora Koulubaly e Allegri sprofonda Napoli-Juventus 2-1, il Pagellone

Juventus

Szczesny 4 può emulare e superare il mitologico Van der Sar. Il tiro a giro di Insigne lo parava anche Vincenzo De Luca con un Babá in bocca.

De Sciglio 6.5 fa un paio di letture difensive di ottimo livello. Ordinato, preciso, si guadagna la pagnotta.

Bonucci 6 ringhia su ogni pallone. Protesta teatralmente in ogni occasione. Quando lo inquadrano ha delle espressioni che ti viene voglia di lanciare qualcosa contro il televisore. Il fatti che giochi lui la dice lunga su come sono gli altri centrali di casa Juventus.

Chiellini 6 contiene Osimhen di mestiere e perché l’attaccante napoletano è spesso impreciso.

Pellegrini 5.5 in fase di spinta non esiste. Meglio nel primo tempo quando controlla bene Politano. Nel secondo cala. Graziato dall’arbitro in un paio di occasioni quando avrebbe meritato il giallo.

McKennie 5 corre a vuoto. Non trova spunti. Fa un tiro da fuori nel secondo tempo controllato bene da Ospina.

Locatelli 6 in fase di contenimento se la cava bene. Nel creare gioco ne riparliamo in un’altra occasione.

Rabiot 5 se non fosse per la sua fisicità sarebbe il centrocampista più scarso d’Europa. Comunque è tra i primi cinque più scarsi d’Europa.

Bernardeschi 5 non trova mai lo spunto. Non si nasconde, è nel vivo della manovra ma non è mai incisivo.

Kulusevski 7 dai suoi scatti può nascere qualcosa di interessante ma è sfruttato poco dalla manovra bianconera.

Morata 6.5 corre ma è isolato. L’unico assist lo sfrutta bene. In problema è che glielo ha fatto l’avversario.

De Ligt dal 57’ 6 dopo tre anni si può dire che non vale i soldi spesi?

Ramsey dal 72’ s.v.

Kean dall’82’ 4 un esordio da sogno. Entra ed è decisivo. Che poi la porta fosse quella sbagliata è un dettaglio che lasciamo a chi non è mai contento.

Allegri 5

Nonostante il regalone di Manolas non porta a casa nemmeno un punto. La sua squadra gioca male e sbaglia più degli avversari. Se i risultati sono questi andava bene anche Pirlo.

Irrati 6

Partita difficile che alla fine gestisce bene. Manca qualche cartellino ai bianconeri. Ad esempio quando Pellegrini allunga la maglia di Politano di 2 taglie. Come puoi non ammonirlo?

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

 

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli