12.4 C
Rome
mercoledì 18 Maggio 2022
SportCalcioI granata escono dalla zona retrocessione: Salernitana-Venezia 2-1, il Pagellone

I granata escono dalla zona retrocessione: Salernitana-Venezia 2-1, il Pagellone

All’Arechi la squadra di Nicola vince lo scontro salvezza con i lagunari, recupero della 20^ giornata, ed esc2 dalla zona retrocessione. Salernitana-Venezia 2-1. Bonazzoli sblocca su rigore dopo 7’, nella ripresa Henry pareggia ma poco dopo la risolve Verdi, entrato in campo da 5’. Il Venezia resta ultimo, mentre la squadra di Nicola adesso ha il suo destino nelle proprie mani e domenica è attesa da un nuovo scontro diretto, con il Cagliari. Il Pagellone.

Salernitana-Venezia 2-1, il Pagellone

Salernitana-Venezia 2-1 (Bonazzoli 7’ (r), Henry 58’, Verdi 67’)

 

Sepe 6.5 sempre attento e sulla rete del Venezia fa un mezzo miracolo prima di essere superato.

Gyomber 7 è sempre in anticipo sugli avversari.

Radovanovic 7 gioca con autorità e fa ripartire l’azione da dietro. Un giocatore rinato.

Fazio 7 si guadagna il calcio di rigore che sblocca la contesa. Sempre attento e leader della retroguardia.

Mazzocchi 6.5 si vede poco in fase di attacco mentre in difesa fa diagonali efficaci.

Coulibaly 6 gioca con la solita grinta. Meno brillante del solito.

Bohinen 7 giganteggia in mezzo al campo recuperando palloni e dettando i tempi di gioco.

Ederson 7 è qualità e quantità. Sfiora il goal di tacco ed è protagonista nella rete di Verdi. Il ragazzo avrà un futuro radioso.

Zortea 6 si fa vedere più in fase difensiva. Timido in attacco ma efficace dietro.

Djuric 6 gioca di fisico fornendo sponde ai compagni. Sfiora la rete in spaccata nel primo tempo.

Bonazzoli 7 combatte con grinta su ogni pallone e trasforma un rigore pesantissimo. Freddo e letale.

Verdi dal 62’ 7 è l’uomo del destino. Segna un goal bello e prezioso in chiave salvezza.

Kastanos dal 62’ 6.5 prestazione gagliarda.

Belec dal 62’ 6 non sbaglia nulla.

Ruggeri dal 74’ s.v.

Perotti dall’84’ s.v.

Nicola 7.5

Ha una carica agonistica che trasmette ai suoi ragazzi. Indovina i campi ed è ad un passo dell’ennesimo miracolo sportivo. Merita fiducia.

Venezia

Maenpaa 6 a parte nel primo tempo quando esce in maniera spericolata non sbaglia nulla e non ha colpe sulle reti subite.

Svoboda 5 fatica molto. Sul suo lato arrivano cross su cross.

Caldara 7 solido ed efficace dietro. Da un suo blitz nell’area avversaria il Venezia trova il pareggio.

Ceccaroni 5 fatica molto. Provoca il rigore, rischia di prendere il secondo giallo. Sempre in difficoltà.

Mateju 6 attento. Ordinato ma senza lampi degni di nota.

Ampadu 5 non gioca bene e riesce anche a farsi espellere.

Peretz 5 soffre la fisicità degli avversari.

Haps 5 in palese imbarazzo. Dalla sua zona passano tutti.

Aramu 7 il migliore dei lagunari. Dai suoi piedi i veri pericoli per i ragazzi di Nicola.

Okereke 6 almeno ci prova. Da un suo tiro nasce l’angolo del pareggio veneziano.

Henry 6 ha il merito di trovare il momentaneo pareggio.

Ullmann dal 46’ 5 non riesce ad incidere. Non porta freschezza alla manovra.

Busio dal 63’ 5 non combina nulla che meriti un commento.

Crnigoj dal 63’ 6 regge l’urto degli attacchi avversari.

Nsame dal 75’ s.v.

Johnsen dall’84’ s.v.

Soncin 5

Nel primo tempo il Venezia non tira mai in porta. Nella ripresa va un pochino meglio ma alla fine è l’ennesima sconfitta. Il destino sembra segnato.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Actarus
Actarus
Alleva cavalli, guida astronavi, combatte per l'umanità, appassionato di sport e malato di calcio.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli