Quotidiano on-line ®

30.9 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022

La battaglia del Donbass è ancora lontana dalla conclusione

L’esercito russo non ha ancora inflitto nessuna sconfitta decisiva all’esercito ucraino nella battaglia del Donbass, e Kiev si sta anche rafforzando, grazie all’enorme quantità di armi inviate dagli Usa.

Battaglia del Donbass, il punto

I russi affermano di avere occupato un tratto della strada TI302 che collega Artemivsk con Lysychansk e Severodonetsk, cosicché gli ucraini che si trovano in queste città per non rimanere intrappolati in una sacca dovrebbero ritirarsi e cercare di raggiungere la “corda” del saliente di Severodonetsk. Kiev invece sostiene che la strada TI302 è ancora controllata dal loro esercito sebbene riconosca che la situazione degli ucraini nella città di Severodonetsk è “pessima”.

Intanto infuriano i combattimenti sia a Lyman sia lungo il Severskij Donec. Gli ucraini infatti cercano di impedire ai russi di sfondare anche nel tratto settentrionale del saliente di Severodonetsk per evitare di essere completante circondati. Combattimenti durissimi, del resto, sono in corso anche a nord-ovest di Donetsk, dato che le milizie del Donbass mirano a circondare la “fortezza” ucraina di Avdiivka.

 

Difficile comunque sapere quante siano le perdite dei due eserciti (ma certo sono elevatissime). Il rapporto di forza in questo settore comunque è nettamente a favore dei russi dato che si stima che nel Donbass (si badi, non nel saliente di Severodonetsk) i soldati russi, comprese le milizie separatiste, siano 85-100.000 e quelli ucraini 40-50.000, inclusa la difesa territoriale.

I soldati russi quindi, che possono pure contare su un discreto appoggio da parte della propria aviazione, nel Donbass hanno una superiorità di circa 2:1, e anche maggiore – di 3-4:1 – nei punti in cui attaccano, in specie a Lyman e Severodonetsk (secondo gli ucraini i russi  godrebbero addirittura di una superiorità di 7:1, ma con ogni probabilità è una grossolana esagerazione).

Tuttavia, la resistenza degli ucraini in questo settore del fronte ha consentito all’esercito di Kiev di costruire una solida linea di difesa nella zona compresa tra Slovjansk, Kramatorsk e Artemivsk, in cui passa l’importante autostrada M03.

Pertanto, secondo analisti occidentali, la perdita del saliente di Severodonetsk sarebbe certo un duro colpo per Kiev ma non disastroso, anche perché i soldati ucraini che difendono il saliente non sarebbero numerosi.

I russi, peraltro, per sfondare nel settore meridionale del saliente di Severodonetsk oltre ad avere impiegato troppo tempo avrebbero “speso” troppo, di modo che ben difficilmente potrebbero far cadere pure la linea di difesa principale ucraina subito dopo avere conquistato Severodonetsk.

Gli analisti occidentali perciò ritengono che gli ucraini, contando di potere resistere ad oltranza sulla linea di difesa Slovjansk-Kramatorsk-Artemivsk anche se dovessero essere sconfitti a Severodonetsk, potrebbero perfino “sfruttare” la concentrazione di truppe russe nel Donbass per lanciare una controffensiva in un altro settore del fronte in cui i russi sono più “deboli”.

Comunque sia, è innegabile che l’avanzata russa, benché costante, sia assai “costosa” e lenta e soprattutto che i russi non abbiano ancora inflitto nessuna sconfitta decisiva all’esercito ucraino, il cui morale continua ad essere alto e che si sta pure rafforzando, grazie all’enorme quantità di armi inviate agli ucraini dagli Usa (che solo in parte i russi riescono distruggere con attacchi aerei e il lancio di missili).

Insomma, è troppo presto per affermare che la battaglia del Donbass è terminata, nonostante che si possa ritenere che la battaglia nel saliente di Severodonetsk stia per terminare con un successo dei russi, le cui conseguenze si potranno valutare meglio soltanto nei prossimi giorni.

Leggi anche

Fabio Falchi
Fabio Falchi
Saggista e ricercatore indipendente. Tutte le sue pubblicazioni: https://independent.academia.edu/Ffalchi

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli