14.4 C
Rome
lunedì 24 Gennaio 2022
SportCalcioLa grande beffa: Torino-Atalanta 1-2, il Pagellone

La grande beffa: Torino-Atalanta 1-2, il Pagellone

Inizia con una terribile beffa l’avventura di Ivan Juric sulla panchina dei granata;sconfitti in casa con un gol al 93′ di Piccoli al termine di una partita che ha visto in grande difficoltà la Dea ma capace di andare a vincere con i soli due tiri in porta della squadra di Gasperini. Torino-Atalanta 1-2, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Torino-Atalanta 1-2, il Pagellone

Torino-Atalanta 1-2 (Muriel 6’, Belotti 79’, Piccoli 90’+3’)

 

Milinkovic Savic 6 sulla prima rete di Muriel può solo raccogliere il pallone in rete. Sulla rete di Piccoli la distanza è talmente ravvicinata che ci vorrebbe un miracolo. Che non ha fatto.

Djidji 6.5 deve vedersela con Gosens e lo mura bene. Prova a superare Musso ma il portiere orobico non si fa sorprendere.

Bremer 7 chiude la porta ed anticipa sempre gli avanti bergamaschi. Legge tutto in anticipo come se fosse nel Governo Draghi.

Rodriguez 4 due errori che costano due reti al Torino. Il problema è chi lo fa scendere in campo.

Singo 7 non smette mai di correre manco fosse Bip Bip. Non una corsa fine a se stessa ma qualità e quantità al servizio della squadra.

Mandragora 6 5 gioca da play basso e fa un paio di imbucate di ottima fattura. Un buon campionato passa anche dalla sua maturazione.

Lukic 6 tanta corsa e dura solo un tempo. Finché è in campo recupera palloni su palloni.

Aina 7 stravince il duello con Maehle che vaporizza in campo.

Linetty 6 quando può affonda creando qualche problema alla difesa orobica. È sempre un lontano parente del giocatore visto a Genova.

Sanabria 6.5 molto combattivo. Nel primo tempo cerca di perforare la difesa atalantina. Lo spirito è quello giusto.

Pjaca 5.5 avrà qualità ma gioca di fioretto quando servirebbe ben altro. Del resto se non lo tiene nessuno ci sarà un motivo.

Rincon dal 46’ 6.5 ottimo approccio. Si cala bene nella parte. Lotta e strappa palloni.

Belotti dal 65’ 7 trascina i compagni e si guadagna la rete con un tiro deviato ma cercato. Ci vuole un Belotti così leader in campo e fuori. Ripartire da lui.

Izzo dal 74’ 6 attento chiude bene sulle incursioni orobiche. Se Juric lo recupera è tanta roba.

Verdi dal 74’ 6.5 corre e strappa palloni agli avversari. Ha qualità, che esprime quando si ricorda, e sfiora un eurogoal che avrebbe ribaltano Bergamo.

Paro 6.5

Sostituisce bene Juric. Ottima gestione dei cambi e i giocatori lo seguono nei movimenti. La strada è quella giusta non va persa.

La grande beffa: Torino-Atalanta 1-2, il Pagellone

Atalanta

Musso 7 non fa certo rimpiangere Gollini. Sul pareggio granata è solo sfortunato. Attento dirige bene la difesa.

Dijmsiti 5.5 su Sanabria ha un paio di incertezze che potevano costare caro.

Demiral 6 l’impegno non manca. Prova a fermare tutto quello che passa dalle sue parti. Grezzo ma efficace.

Palomino 7 leader della difesa orobica salva su Linetty e Singo. Partita da veterano alza un muro insormontabile.

Maehle 5 fisicamente sembra uscito da un party in Animal House. Insegue gli avversari che sistematicamente lo saltano.

Pasalic 6.5 per come serve Piccoli nel finale sufficienza ampiamente meritata. Troverà la forma.

Pessina 5.5 perde palloni e fatica molto su Mandragora. Fuori forma.

Gosens 5.5 il suo avversario corre il doppio di lui. Non riesce mai a prenderlo. Ci prova ma non ci riesce. Lotta e fa quello che può.

Ilicic 5.5 pronti via e serve bene Muriel. E la sua partita praticamente finisce qui. Non serviva il fioretto ma la clava e lui è un pesce fuori d’acqua.

Malinovskyi 5 prova un tiro ed abbatte un satellite spia di Italia Viva

Muriel 7 il goal è da applausi. Corre su tutto il fronte d’attacco e non molla un centimetro.

Lammers dal 56’ 6 è da un mese che sui giornali è stato ceduto a chiunque. Invece è ancora a Bergamo. Entra in campo, non lo servono quasi ma, e lui lotta e si conquista un paio di punizioni .

Miranchuk dal 56’ 6.5 al contrario di Ilicic capisce che ci vuole la clava ed è molto più utile alla causa.

Pezzella dal 76’ 6 si piazza su Singo che è un brutto cliente.

Lovato dall’83’ s.v.

Piccoli dall’83’ 7 raccoglie il passaggio di Pasalic. Rimane freddo ed infila nell’angolino il goal partita.

Gasperini 6

Ammette che la sua squadra, per il gioco espresso, non ha merito i tre punti. Gioco meno brillante del solito. La strada è ancora lunga, c’è tempo siamo solo alla prima, e comunque le cosiddette “grandi” vincono le partite anche così.

Chiffi 6

Decide bene su Musso che era da giallo su Belotti. Per il resto partita tranquilla ben gestita.

 

Leggi anche


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli