Quotidiano on-line ®

29.6 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Ronaldo e Allegri, separati in casa: due settimane da vivere intensamente…

Cristiano Ronaldo e Allegri farebbero volentieri a meno l’uno dell’altro: mancano due settimane alla fine del mercato e tutto può ancora accadere…

Ronaldo e Allegri, separati in casa

Ormai è il segreto di pulcinella: Ronaldo, vuole lasciare la Juventus a tutti i costi e il suo potentissimo mentore Mendes sta bussando a tutti gli sceicchi del pallone per provare la clamorosa operazione last minute.

Cr7 potrebbe andare al City se non ruscisse a prendere Kane o al Psg se Mbappé dovesse trasferirsi a Madrid. Per El Chiringuito Ancelotti lo vorrebbe al Real.

Allegri, dal suo canto, non si opporrebbe, anzi. Tutte le indicazioni dal ritiro segnalano la perdita di centralità del portoghese nel nuovo corso bianconero: Chiesa libero di fare quel che vuole in attacco e Dybala (rinnovo permettendo) nuovo leader, vice capitano e titolare. delle punizioni col sinistro.

Se poi last minute dovesse anche tornare Pjanic, col bosniaco titolare delle punizioni col destro, per Cr7 l’aria si farebbe pesante…

Juventus, nel limbo di Massimiliano Allegri: una presentazione surreale

Vorrebbe, si potrebbe, se quello si sposta… Siamo dunque neel campo delle ipotesi, del fantamercato. Eppure i tanti spifferi da settimane, i continui articoli di giornale un po’ in tutta Europa, danno chiara l’idea che, almeno nelle intenzioni, qualcuno sta provando a preparare il terreno per il divorzio.

Non c’è giornale che non abbia pubblicato almeno un articolo sul desiderio di Cristiano Ronaldo di lasciare la Juventus. L’affare Messi-Psg ha mosso ulteriormente le acque.

Alle nostre latitudini, l’ultima in ordine di tempo, nonostante le smentite di rito di Nedved, è stata Repubblica che ha scritto:

“Ronaldo lo raccontano ancora più irrequieto di Mbappé. Nelle due amichevoli giocate finora, soprattutto nell’ultima contro l’Atalanta, il suo linguaggio del corpo (è con quello che lui comunica, è con la mimica che lancia i messaggi) ha trasmesso nervosismo, impazienza, intolleranza, distacco. I suoi rapporti coi compagni sono sempre più sporadici, quello con Allegri gelidi.”

Il re è nudo: si può scrivere che Ronaldo è un flop?

Ma quali sono le opzioni più realistiche?

Per i tempi e i costi di una simile oprazione, le opzioni sono ridotte  eportano sempre dalle stesse parti: Ronaldo o si trasferisce al Psg, o al City.

La prima opzione è legata all’affare Mbappé. Il fuoriclasse francese è all’ultimo anno di contratto e da quanto riportano le cronache sportive d’oltralpe scalpiterebbe per andare al Real Madrid e diventarne il tstimonial nel mondo. Si parla anche di cifre: tra i 120 e i 150 milioni di euro. Al Khelaifi rinuncerebbe a malincuore al giovane astro ma riunirebbe Ronaldo e Messi: almeno sul piano del marketing, nell’anno dei mondiali in Qatar, sarebbe una straordinaria operazione commerciale.

Invece al Corriere dello Sport scrivono che Mendes stia facendo opeera di convincimento su Mansour, lo sceicco del Manchester City cugino di Al Khelaifi. Per ora Guardiola è sordo, ha puntato tutto su Kan ma la trattativa sta arenandosi. Al limite preferirebbe Haland ma il Dortmund peer quest’estate è irremovibile.

Infine, l’ultima suggestione è arrivata dalla spagna, fonte il Chiringuito: Ancelotti vorrebbe Cristiano Ronaldo al Real Madrid, nel caso in cui non si concretizzasse la pista Mbappé.  CR7 andrebbe di corsa, pare che stia chiamando ripetutamente il tecnico di Reggiolo.

Alla fine del mercato mancano ancora 14 giorni: due settimane da vivere intensamente…

 

Leggi anche

Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli