8.9 C
Rome
martedì 30 Novembre 2021
SportCalcioLa finalina inutile premia gli azzurri: Italia-Belgio 2-1, il Pagellone

La finalina inutile premia gli azzurri: Italia-Belgio 2-1, il Pagellone

Con due reti nel secondo tempo l’Italia conquista l’ultimo posto del podio della Nations League. Belgio battuto 2-1 grazie a un suprgol di Barella e al rigore di Berardi. La nazionale di Martinez colpisce due traverse e un palo prima di accorciare le distanze con De Katelaere. Italia-Belgio 2-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Italia-Belgio 2-1, il Pagellone

Italia-Belgio 2-1 (Barella 46’, Berardi 65’ (r), De Ketelaere 86’)

 

Donnarumma 5 per la prima volta capitano, il motivo un mistero. Salvato tre volte dai pali, fa due parate da ordinaria amministrazione e prende un goal sotto le gambe. Che dovrebbe tenere chiuse manco lavorasse con Valentina Nappi.

Di Lorenzo 6 rispetto a quando gioca nel suo club sembra il cugino che non ce l’ha fatta. Timido nell’attacco, timoroso in difesa.

Acerbi 6.5 guida con esperienza la difesa italiana ed avrebbe meritato la fascia di capitano.

Bastoni 6.5 rispetto alla prestazione contro la Spagna è attento e non commette errori.

Emerson 5 quando deve difendere non ci siamo proprio. Dal suo lato sfondano e il Belgio colpisce due traverse.

Barella 7.5 con una rasoita da fuori sblocca la partita. La solita prestazione di qualità con corsa e spirito combattivo. Alla faccia di chi l’ha processato per la prestazione incolore contro la Spagna.

Locatelli 6.5 impiegato nel ruolo di regista se la cava abbastanza bene. Potrebbe essere una soluzione anche per Allegri.

Pellegrini 6 parte bene. Poi avrà pensato: “Ma chi me lo fa fare?”. Tira il freno a mano e si limita a giocate semplici.

Berardi 7 era in giornata. Quando capita dribbla e tira, che sarebbe il minimo sindacale sempre. Segna dal dischetto con qualche brivido.

Raspadori 6 rimbalzato dai difensori belgi trova solo una volta il corridoio giusto. A noi è simpatico per cui sufficiente.

Chiesa 7.5 il migliore come spesso accade perché prende sul serio anche partite come questa. Quando parte in progressione è praticamente imprendibile.

Kean dal 65’ 5 perché gioca in Nazionale?

Cristante dal 70’ 6 fa presenza senza fare nulla.

Jorginho dal 70’ 6 se vince il Pallone d’oro io vinco il Pulitzer con queste pagelle.

Insigne dal 90’+1’ s.v.

Bernardeschi dal 90’+1’ s.v.

Mancini 6

La sua Nazionale ritrova la vittoria dopo la sconfitta con la Spagna. Gli Azzurri fortunati e con qualche sprazzo di bel gioco. Siamo sempre in attesa che qualcuno gli faccia una domanda sui conti Offshore.

Turchia-Italia
Roberto Mancini

Belgio

Courtois 10 non per la prestazione ma per aver detto quello che tutti pensano. Partita inutile e la Nation League è “una boiata pazzesca”. Bella parata su Chiesa e quasi para il rigore di Berardi.

Alderweireld 6.5 difende bene ed è pericoloso sugli sviluppi dei corner.

Denayer 6.5 chiude bene sulle punte avversarie e testa alta fa ripartire l’azione.

Verthongen 5.5 usa il fisico per fermare gli avversari. Anche troppo, prende un giallo per un fallo di Berardi e rischia il secondo.

Castagne 5 non efficace come ai tempi dell’Atalanta provoca il rigore su Chiesa.

Witsel 6 ordinato ma non va oltre il compitino. Non si prende particolari rischi e non accende mai la luce.

Tielemans 6 arriva a ridosso dell’area di rigore e cerca di servire le punte. Tutto molto filosofico e poco concreto.

Saelemaekers 6 colpisce la traversa con un tiro da fuori. Si fa una bella dormita sul tiro di Barella.

Venaken 6.5 si avventa su tutti i palloni e cerca di creare gioco. Cala un poco nella ripresa.

Batshuayl 6 se ha spazio si rende pericoloso. Nella ripresa colpisce la traversa.

Carrasco 6.5 palla al piede punta l’avversario creando potenziali pericoli agli avversari. Colpisce un palo con un tiro da fuori.

De Bruyne dal 59’ 6.5 da qualità alla manovra e serve il pallone del 2-1.

De Ketelaere dal 59’ 6.5 vivace fin da subito segna il goal della speranza per il Belgio.

Trossard dall’87’ s.v.

Martinez 6.5

Senza Hazard e Lukaku il suo Belgio gioca comunque bene e colpisce per tre pali. A testa alta.

Il pubblico 4

Cantare “I campioni d’Europa siamo noi” vuol dire che hai la maturità di un dodicenne e che sei un lettore della Gazzetta. La seconda è peggio.

 

Leggi anche


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli