Quotidiano on-line ®

25.3 C
Rome
mercoledì, Agosto 17, 2022

Champions, Tuchel umilia Allegri: Chelsea-Juventus 4-0, il Pagellone

I bianconeri, già qualificati per gli ottavi di Champions, perdono la partita e la faccia con una prestazione imbarazzante con il solo Szczesny ad evitare che si trasformi in una disfatta maggiore. I Blues dominano e vanno a segno con Chalobah, James, Hudson-Odoi e Werner. In classifica agganciano la squadra di Allegri, ma ora gli scontri diretti sono a favore degli inglesi. Chelsea-Juventus 4-0, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Chelsea-Juventus 4-0, il Pagellone

Chelsea-Juventus 4-0 (Chalobah 25’, James 56’, Hudson-Odoi 58’, Werner 90’+5’)

 

Mendy 6 fa presenza. Para un tiro di McKennie.

Chalobah 7 in difesa non rischia nulla e segna il goal che sblocca la partita.

Thiago Silva 7.5 oltre a salvare su Morata fa il regista difensivo. Vista l’inconsistenza bianconera si spinge fino a centrocampo.

Rudiger 7 un muro invalicabile per le punte avversarie. Non sbaglia nulla.

James 7.5 terzino dai piedi educati si rende pericoloso e nella ripresa buca Szczesny.

Kanté 7 fin quando rimane in campo manda in confusione il centrocampo juventino.

Jorginho 7 non è il giocatore ammirato, si fa per dire, in Nazionale. Dirige l’orchestra Blues con classe ed intelligenza.

Chilwell 7 cancella dal campo Cuadrado ed è sempre nella metacampo bianconera.

Ziyech 7.5 non da punti di riferimento ai bianconeri. Attacca da ogni lato creando il panico nella difesa sabauda.

Pulisic 7 partita efficace di sacrificio. Anche lui mette in crisi la difesa avversaria.

Hudson-Odoi 7 supera gli avversari quando vuole e come vuole. Segna la rete del 3-0.

Loftus-Cheek dal 37’ 7 entra bene in partita ridicolizzando Bentancur. È devastante in occasione del 3-0

Azpilicueta dal 71’ 6.5 attento non rischia nulla.

Werner dal 71’ 6.5 trova il goal nel festival Blues.

Mount dal 76’ s.v.

Niguez dal 76’ s.v.

Tuchel 8

Ha costruito una macchina da guerra che disintegra i bianconeri. Non sbaglia nulla. Una superiorità imbarazzante. Ci hanno visto bene a Parigi.

Calcio, l'Uefa vuole eliminare la regola dei gol in trasferta

Juventus

Szczesny 6 nonostante i quattro goal presi fa anche un paio di buoni interventi.

Cuadrado 5 dura un tempo quando ha un discreto brio. Nella ripresa sbaglia tutto e viene travolto dai Blues.

Bonucci 4.5 gli inglesi giocano senza punta di ruolo e i trequartisti segnano faccia alla porta. Per dire come ha giocato.

De Ligt 5 stesso discorso di Bonucci. L’olandese è più simpatico e si prende mezzo voto in più.

Alex Sandro 4.5 Ziyech gli scappa sempre ed in attacco mai pervenuto.

Bentancur 4 prende una giostra prima da Kanté e poi da Loftus-Cheek. Il peggior canterano della storia dei Boca Junior.

Locatelli 5.5 una bella palla a Morata e nulla di più. I centrocampisti inglesi sembrano tanti Bip Bip e lui Willy il Coyote.

Rabiot 4 ma potremmo anche dargli 3. In qualunque ruolo di centrocampo lo metti gioca male. Non è esterno, non è interno, non è niente. È solo strapagato. Per questo merita un bel 10.

McKennie 5 impiegato come ala, o qualcosa del genere, dura un tempo e nella ripresa sparisce come neve al sole. Un suo errore costa la quarta rete british.

Chiesa 4 travolto dall’orda inglese non combina niente in nessuna delle due fasi. Sembra Calimero pulcino (bianco)nero.

Morata 5 con un pallonetto rischia di segnare il goal del pareggio. Oltre a questo lampo nulla a parte i fischi del suo ex pubblico. Un avversario così devi applaudirlo mica fischiarlo.

Dybala dal 59’ 5 una sgambata e niente di più per trovare la forma.

Kean dal 67’ 5 una comparsata per dire “io c’ero”. Stesso film in campionato.

Arthur dal 67’ 5 quando entra siamo già ai titoli di coda.

Kulusevski dall’80’ s.v.

De Winter dall’80’ s.v.

Allegri 4

La sua squadra è dominata dal primo all’ultimo minuto. Del resto il Chelsea è Campione d’Europa in carica e primo in Premier, invece la Juventus arranca in campionato, al netto della stampa genuflessa che parla di non si sa quale rimonta. Le due rose non sono paragonabili panchinari compresi. Anche i due tecnici non sono paragonati. Tuchel gioca a calcio Allegri a calci.

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli