Quotidiano on-line ®

27.9 C
Rome
mercoledì, Agosto 17, 2022

Emozioni a San Siro ma brinda Inzaghi: Inter-Napoli 3-2, il Pagellone

Una partita bellissima ed emozionante a San Siro. I nerazzurri vincono 3-2 e accorciano sulla vetta, approfittando anche dalla sconfitta del Milan a Firenze.

Un match ricco di episodi e di tensione agonistica, con gli azzurri avanti grazie a Zielinski e ribaltati dalla squadra di Inzaghi: rigore di Calhanoglu e gol di Perisic nel primo tempo, poi Lautaro dopo l’ora di gioco.

La perla di Mertens riapre la sfida. Nel finale è assealto degli azzurri che sfiorano il pareggio in due clamorose occasioni. Serio infortunio per Osimhen per una testata fortuita con Skriniar. Inter-Napoli 3-2, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Inter-Napoli 3-2, il Pagellone

 

Inter-Napoli 3-2 (Zielinski 17-, Calhanoglu 25’ (r), Perisic 44’, Martinez 61’, Mertens 78’)

 

Handanovic 7 la parata in pieno recupero vale un goal. Mette il mantello per fermare i tiri da fuori di Zielinski e Mertens ma non ci arriva. Per la cronaca anche Superciuk ha il mantello.

Skriniar 7 lotta senza esclusione di colpi con Osimhen. La prende tanto seriamente da mandare il nigeriano in ospedale.

Ranocchia 7 migliora come un buon rosso dal gusto sapido. Si mette al centro della difesa e controlla il traffico aereo.

Bastoni 6.5 chiude tutti gli spazi e butta il cuore oltre l’ostacolo.

Darmian 6.5 nel primo tempo è più offensivo e da un suo attacco nasce il rigore per l’Inter. Nella ripresa cala nell’ultima mezz’ora. Di recupero.

Barella 6.5 perde un pallone al minuto 15 ed il Napoli segna. Non si scompone e riprende a macinare gioco. Impegna severamente Ospina nel primo tempo e si procura il rigore. Nella ripresa cala e viene sostituito.

Brozovic 7 da ordine alla manovra ed arriva su ogni pallone.

Calhanoglu 7 segna il rigore del pareggio e serve la palla del gol di Perisic. Viene sostituito per farlo rifiatare.

Perisic 7 va in crisi su Lozano che comunque non combina granché. Segna la rete del sorpasso ed è un pericolo costante per gli avversari.

Correa 7 non ha ancora trovato la posizione giusta. Nell’attesa fa un coast to coast e manda in goal Lautaro Martinez.

Martinez 7 solita partita da guerriero con la novità che ritrova la via del goal. Con un diagonale di destro infila il povero portiere partenopeo.

Vidal dal 62’ 5.5 prende un giallo e gira a vuoto in mezzo al campo.

Dzeko dal 62’ 6 prende sette punti in testa per un intervento che avrebbe meritato ben altra attenzione. Perde il pallone che Mertens calcia alle spalle di Handanovic.

Gagliardini dal 75’ 6 si mette in mezzo per non far passare gli avversari.

Dimarco dal 75’ 6 difende la sua fascia e riparte quando può. Una volta sola.

Satriano dall’88’ s.v.

Inzaghi 7

I suoi ragazzi vanno sotto ma rimontano gli avversari. Per più di un’ora si vede bel calcio, ritmi alti e solo la magia di Mertens spezza l’incantesimo. Un po’ di cuore in gola, nei minuti finali, ma porta a casa una vittoria meritata ed ora sono quattro i punti dalla vetta.

 

Inter-Juventus, il Pagellone

Napoli

Ospina 6 non ha colpe sulle reti interiste. Si scontra pericolosamente con Dzeko.

Di Lorenzo 5.5 un paio di errori che costano cari ai partenopei. Si riprende un po’ nel finale concitato.

Rrahmani 6 lui invece fa un paio di interventi provvidenziali in area. È il migliore anche in una serata non semplice.

Koulibaly 5.5 provoca il rigore del pareggio e non sempre è lucidissimo.

Mario Rui 5 si perde Martinez in occasione della sua rete. Nel finale da assalto a Fort Apache da segni di vita e Handanovic gli nega la rete.

Anguissa 5.5 va in difficoltà e si perde Perisic che segna il goal del sorpasso. Serve un pallone d’oro a Mertens che spara alto.

Ruiz 5.5 timido, impacciato e poco utile. Serata da dimenticare.

Lozano 6.5 è il più vivace dei suoi e crea qualche imbarazzo alla difesa interista.

Zielinski 6 spara un siluro e porta in vantaggio i suoi. Poi sparisce.

Insigne 5 combina poco e niente a parte lo scarico su Zielinski. Non sembra in condizione. Forse dovrebbe rifiatare.

Osimhen 5 lotta senza essere mai pericoloso finché non viene abbattuto e sostituito.

Petagna dal 55’ 5.5 ha pochi palloni giocabili.

Mertens dal 75’ 6.5 segna un goal bello e difficile. Ha la palla del pareggio e spara alto.

Elmas dal 75’ s.v.

Spalletti 5.5

La prima da ex è amara. Il Napoli va in vantaggio ma viene ribaltato. Fino al goal di Mertens è in balia del ritmo interista. Nel finale potrebbe anche pareggiarla ma rimane sola una vana speranza.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli