Quotidiano on-line ®

27.3 C
Rome
domenica, Agosto 14, 2022

Allegri di rigore, Lazio-Juventus 0-2, il Pagellone

La sfida dell’Olimpico si decide dal dischetto, puniti gli interventi di Cataldi e Reina. Danilo, brutto ko. Allegri aggancia Sarri in classifica con una prestazione tutta difesa e ripartenze con il vantaggio blindato e uno Szczesny praticamente mai impegnato. Lazio-Juventus 0-2, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Lazio-Juventus 0-2, il Pagellone

Lazio-Juventus 0-2 (Bonucci 23’r e 83’ r)

 

Reina 5.5 intuisce il primo rigore bianconero ma non basta, salva su Kulusevski e Kean nel finale. Irruento su Chiesa ed è il secondo rigore per la Juventus.

Lazzari 5.5 mette qualche pallone in mezzo ma non è mai pericoloso. Nella ripresa evapora.

Luiz Felipe 6 chiude bene e salva su Kulusevski. Si fa scappare Kean a fine partita.

Acerbi 6 rischia poco su Morata che si marca da solo.

Hysaj 5 soffre molto Cuadrado e Kulusevski che attaccano con insistenza.

Milinkovic Savic 5 da lui ci si aspetta di più. Nel primo tempo un tiro telefonato verso il portiere bianconero.

Cataldi 5 meglio in mezzo al campo. Pesa molto il fallo su Morata che costa il primo rigore bianconero.

Alberto 5 tanta corsa ma fantasia zero e non illumina la manovra laziale.

Felipe Anderson 5.5 tanto fumo e poco arrosto. Non è mai pericoloso.

Pedro 5 ingabbiato dalla difesa avversaria non riesce mai ad essere pericoloso e neppure da l’impressione di poterlo essere.

Zaccagni 5.5 dovrebbe cercare il dialogo con Pedro ma non è mai pericoloso.

Muriqi dal 65’ 4.5 non solo goffamente sbaglia la palla del possibile pareggio ma perde pure il pallone che innesca l’azione del secondo rigore juventino.

Moro dal 75’ s.v.

Basic dall’84’ s.v.

Sarri 5

Gioca senza punta e si vede. Tanto possesso palla ma una sterilità in avanti imbarazzante. Per uno che punta tanto sul gioco una serata da dimenticare.

Danno e beffa: lasciano il campo per razzismo, perdono a tavolino e la Figc applaude

Juventus

Szczesny s.v. mai chiamato in causa. Qualche uscita scolastica.

Danilo s.v.

Bonucci 7 partita di personalità e due rigori trasformati con freddezza. La solita esultanza sobria e pacata.

De Ligt 7 si mette in tasca Pedro che non la vede mai.

Cuadrado 7 difende bene e mette in mezzo palloni interessanti. Peccato che arrivino spesso a Morata.

McKennie 6.5 molto dinamico lotta su ogni pallone in mezzo al campo. Si vede poco in fase offensiva.

Locatelli 6.5 supera raramente il centrocampo. Manco negli anni 70 giocavano così.

Rabiot 6.5 anche lui supera raramente il centrocampo. Fa un liscio clamoroso in area della Lazio. Ci mette il fisico e cattiveria.

Pellegrini 6 annulla Lazzari e davanti non si fa mai vedere.

Morata 6.5 si procura il primo rigore. Si fa vedere in mezzo ma ha l’instint killer di un pulcino.

Chiesa 7 solita partita pugnace e tiene in apprensione la difesa avversaria. Si procura il secondo rigore.

Kulusevski dal 15’ 6.5 folate che mettono in difficoltà gli avversari. Impegna Reina ad inizio ripresa.

Kean dal 74’ 6 fa una sgroppata nel finale e rischia di fare goal. Rischia solo.

Bentancur dall’89’ s.v.

Allegri 7

Difesa solida e miracolosamente la sua squadra riesce a fare due goal. Su rigore ma questi sono dettagli insignificanti. Tanto basta per sbancare l’Olimpico.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli