21.6 C
Rome
giovedì 19 Maggio 2022
SportCalcioAzzurri corsari a Bergamo: Atalanta-Napoli 1-3, il Pagellone

Azzurri corsari a Bergamo: Atalanta-Napoli 1-3, il Pagellone

Tre punti pesantissimi al Gewiss Stadium per Spalletti, che passa contro la Dea: la sblocca Insigne su rigore, raddoppia Politano, De Roon accorcia di testa ma la chiude Elmas nel finale. Atalanta-Napoli 1-3, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Atalanta-Napoli 1-3, il Pagellone

Atalanta-Napoli 1-3 (Insigne 14’ (r), Politano 37’, De Roon 58’, Elmas 81’)

 

Musso 5 provoca il rigore su Mertens e si fa sorprendere sul raddoppio di Politano. Ha giocato partite migliori.

Scalvini 6.5 bene in difesa ed è pericoloso di testa in due occasioni.

Palomino 5 non ne indovina una. L’avversario gli scappa sempre. Prende un giallo. Nervoso.

Dijmsiti 6 se la cava meglio di Palomino ma deve uscire per infortunio.

Zappacosta 6 Gasperini lo prova in ogni zona del campo. Lui ci prova ma non è mai pericoloso.

De Roon 6.5 ha pugna e grinta e tiene in corsa i nerazzurri. Avrebbe anche la palla del pareggio ma spara alto.

Freuler 5.5 meno brillante che in altre occasioni. Gli riesce ben poco.

Hateboer 5 non riesce mai a superare Mario Rui.

Koopmeiners 4.5 pascolante e niente di più.

Malinovskyi 5 mai pericoloso. Infatti viene sostituito.

Muriel 4 è ufficialmente sparito. Sembra il cugino scarso.

Miranchuk dal 46’ 6 ha il merito di mandare in goal De Roon.

Boga dal 46’ 6 predica nel deserto. Prova a superare Ospina.

Maehle dal 63’ 5 prestazione incolore. I compagni lo cercano poco.

Cisse dall’83’ s.v.

Pasalic dall’83’ s.v.

Gasperini 5

Non indovina l’undici iniziale. E non riesce a rimediare con i cambi. Stagione complicata e sembra aver perso il tocco magico. L’Europa League è l’ultimo treno per tornare in Champions.

 

Napoli

Ospina 6.5 quando è chiamato in causa si fa sempre trovare pronto.

Zanoli 7 da una sua sgroppata l’assist che libera Mertens prima di essere trebbiato da Musso. Non male come debutto da titolare in serie A. Non trema mai e gioca con personalità.

Jesus 6.5 quando è arrivato al Napoli nessuno ha fatto salti di gioia. Invece gioca sempre ottime partite senza far rimpiangere il titolare che sostituisce.

Koulibaly 6 sulla rete orobica non marca De Roon. Da un suo recupero parte l’azione del terzo goal azzurro. Perdonato.

Mario Rui 7 nel primo tempo tre chiusure decisive. Nella ripresa non molla mai. Tenta la rete con un tiro da fuori.

Anguissa 6.5 non parte bene ma si riprende e diventa il solito muro in mezzo al campo.

Lobotka 7.5 gioca in modo esemplare nelle due fasi. Non sbaglia nulla. Non perde una palla. È todocampista.

Politano 7 capitalizza l’invenzione di Insigne e segna un goal pesantissimo.

Zielinski 6.5 prestazione positiva. Meno nel vivo del gioco ma sempre prezioso. Ed ha qualità. Cosa che non guasta mai.

Insigne 7.5 segna il rigore che sblocca la partita. Passaggio da videogioco e raddoppio di Politano. Tanta qualità e grinta per il fantasista azzurro.

Mertens 6.5 si conquista il rigore che sblocca la partita. Generoso come sempre.

Elmas dal 59’ 7 entra e segna la rete che chiude la contesa. Letale.

Lozano dal 69’ 7 assist che smarca Elmas per il terzo goal partenopeo. In pieno recupero con un tiro da fuori sfiora la quarta rete.

Fabian Ruiz dal 69’ 6 da il suo contributo per portarla a casa.

Malcuit dall’88’ s.v.

Spalletti 7.5

Senza tre titolari sbanca Bergamo. Tatticamente la prepara benissimo e i cambi danno la svolta in un momento topico del match. Continua il sogno scudetto.

 

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche


Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli