Quotidiano on-line ®

23.3 C
Rome
martedì, Luglio 5, 2022

Storia triste dei concorsi per insegnanti: Bianchi tra Kafka e Fantozzi

I recenti concorsi per insegnanti, si sono svolti in un’atmosfera surreale a metà tra Kafka e Fantozzi. Ma dopo una denuncia per palesi irregolarità la cosa non appare più casuale.

I concorsi per insegnanti tra denunce e irregolarità

Sembra che il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi abbia una particolare vena sadica nei confronti dei docenti o più semplicemente lui e i suoi funzionari non hanno le idee chiare.

I recenti concorsi ordinari per l’abilitazione all’insegnamento, si sono svolti in un’atmosfera surreale a metà tra Kafka e Fantozzi.

Avete mai provato a fare calcoli complessi, del tipo logaritmi, equazioni, radici quadre completamente a mente?

A quanto pare al Miur lo fanno abitualmente, perché hanno un QI particolarmente elevato.

Così durante il concorso per laureati in scienze biologiche e naturali, non solo hanno interdetto l’uso delle calcolatrici- ci può stare- ma hanno proibito, anche il passaggio su carta delle operazioni. Tutto questo solo cinque giorni prima dello svolgimento della prova.

Insomma gli esaminandi disegnavano piani cartesiani sul banco, tracciando linee immaginarie col dito.

Ma se tutto questo non fosse “semplicemente” incompetenza da parte del ministro?

Un gruppo di candidati al concorso per l’insegnamento di filosofia e scienze umane, ha deciso di procedere ad un’azione legale. Si parla di irregolarità nello svolgimento della prova.

A partire dal black out del sistema informatico che ha comportato venti minuti di ritardo rispetto all’orario di inizio previsto, rischiando addirittura il mancato svolgimento del concorso in giornata.

Poi c’è il mistero dei quesiti errati. Secondo Laura Pesce, portavoce dei candidati contestatori, in una lettera al periodico “Tecniche della scuola” parla apertamente di accertate irregolarità nello svolgimento della prova, considerate gravi e soprattutto irrispettose nei confronti dei candidati:

“Iniziamo con una situazione di black out generale del sistema informatico causato da problemi di linea o guasto della piattaforma Miur, che ha comportato un ritardo di svolgimento della prova concorsuale di 20 minuti rispetto all’orario previsto, rischiando addirittura il mancato svolgimento della stessa nell’attuale giornata.”

Quesiti errati: nella formulazione della domanda in cui è già contenuta la risposta e con le 4 opzioni di conseguenza errate (esempio: di che colore è il cavallo bianco di Napoleone), con opzioni tutte e 4 errate o parzialmente corrette, attribuzione in una domanda del pensiero di un autore a cui tale pensiero non appartiene.

Secondo la Pesce, si percepisce la  volontà di mettere in seria difficoltà i candidati:

“Gli errori, nelle irregolarità delle domande, ci sono saltati subito all’occhio, senza aver bisogno di aspettare di visionare la prova corretta. Tali irregolarità hanno impedito il raggiungimento della soglia minima di accesso all’orale. Per la tutela dei nostri diritti, in quanto umiliati nella nostra preparazione, intendiamo procedere per via legale, prendendo i dovuti provvedimenti in merito alle lesioni personali dei diritti dei candidati”.

Il fatto che il 98% dei partecipanti è stato bocciato, alimenta molte perplessità. Ma perchè organizzare un concorso, per respingere un  altissimo numero di persone molte delle quali già insegnano da anni ?

L’Unione Europea- finanziatrice  degli esami, attraverso il PNRR – che ha già sanzionato il nostro paese,  per la situazione del precariato scolastico, non potrà certo rimproverare al governo di non trovare insegnanti. Tutti inadatti per entrare dalla porta principale della docenza di ruolo, ma abbastanza da insegnare per anni come precario.

Leggi anche

Giuseppe Folchini
Giuseppe Folchini
Laureato in Scienze della Comunicazione. Già notista politico per alcuni periodici, blogger dei diritti civili e sociali.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli