15.4 C
Rome
martedì 17 Maggio 2022
NewsMarta Collot: in Italia i profitti si fanno ancora a spese dei...

Marta Collot: in Italia i profitti si fanno ancora a spese dei salari

In tutta la Ue aumenti più alti da un decennio: dalla Germania alla Spagna l’Europa alza i salari. Da noi metà contratti in attesa di rinnovo e a crescere è solo l’inflazione. Il commento di Marta Collot, portavoce di PaP.

Marta Collot: “Inflazione in crescita ma non le retribuzioni, in Italia i profitti si fanno ancora sulla compressione salariale.”

“In Europa l’inflazione ha raggiunto il picco del 7,5% in aprile, come ha detto il capo economista della Bce, Philip Lane. Un po’ ovunque si stanno mettendo in campo misure per la tutela dei lavoratori più a rischio e di generale aumento dei livelli salariali, soprattutto in Germania, Francia e Austria. A Cipro e in Lussemburgo c’è un meccanismo simile a quella che era la nostra scala mobile.

Invece in Italia, dove da mesi si parla della piaga del lavoro povero ma nulla viene fatto, non solo non c’è un salario minimo, ma la metà dei lavoratori nel paese aspetta il rinnovo contrattuale. Il ministro del Lavoro in quota PD, Andrea Orlando, ogni tanto si lancia in dichiarazioni altisonanti, salvo poi essere rimesso in riga dallo stesso Letta, che parla di cuneo fiscale piuttosto che di aumenti salariali. Insomma, la linea di Confindustria che vuole ridurre ancora i salari, perché solo parassitando sulla fatica dei lavoratori sanno fare profitti.

In questi mesi in tante città abbiamo urlato “abbassate le armi, alzate i salari”, perché la spirale bellica in cui l’esecutivo Draghi e il nostro posizionamento euro-atlantico ci hanno gettato sta colpendo con forza le classi popolari, mentre la retorica governativa perde colpi. Salario minimo a 10 euro, misure contro il carovita, potenziamento dei servizi pubblici, stabilizzazioni contrattuali, questo è il programma politico che continueremo ad agitare nelle piazze!”

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli