Quotidiano on-line ®

29.9 C
Rome
sabato, Luglio 2, 2022

Luigi De Magistris: “Per la pace non basta chiedere a Putin. Bisogna concedere qualcosa sul terreno”

Per l’ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris, intervenuto ai microfoni di La7: “La proposta di Di Maio non è convincente, per uno spiraglio di pace non basta chiedere la pace a Putin ma serve mettere sul terreno controprestazioni”.

Luigi De Magistris: “Per la pace non basta chiedere a Putin”

Luigi De Magistris (ManifestA) da settimane sta portando i temi della pace nella campagna elettorale italiana. Qualche giorno fa, durante un sit-in nei pressi del Senato per “Fermare il ddl Concorrenza”, l’ex sindaco di Napoli aveva dichiarato: “Essere pacifista significa non essere equidistante di fronte a un aggressore e un aggredito, ma pacifista significa anche dire che la pace arriva prima non inviando armi, non aumentando le spese militari e non attraverso una guerra di propaganda ed economica che colpisce i popoli e perseguire con tenacia la mediazione”.

Oggi i governanti “non hanno scelto la via diplomatica se guardiamo le dichiarazioni di Biden, di Jonshon e Borrell, questi hanno già scelto di trasformare l’Ucraina nell’Afghanistan d’Europa con l’unica certezza che aumenteranno i morti.”

De Magistris a Molfetta assieme al Segretario di Rifondazione Comunista, Maurizio acerbo

Queste parole le ha ribadite anche nel collegamento a L’aria che tira. De Magistris ha anche commentato il piano di pace presentato da Di Maio:

“Trovo molto positivo che la comunità internazionale si stia muovendo per trovare un corridoio umanitario per il grano, questo serve per salvare non solo l’Europa ma soprattutto l’Africa, invece sono molto scettico su come ci si sta muovendo per trovare effettivamente un campo della trattativa”.

De Magistris: “La proposta di Di Maio non mi sembra convincente”  (video)

 

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli