0.2 C
Rome
sabato 22 Gennaio 2022
NewsAfghanistan, business delle evacuazioni: contractors Usa chiedono 6.500 dollari a chi vuole...

Afghanistan, business delle evacuazioni: contractors Usa chiedono 6.500 dollari a chi vuole fuggire

Secondo un’inchiesta del Wall Street journal, i contractors Usa sfruttano il business delle evacuazioni e il prezzo aumenta nelle situazioni più complicate in cui le persone da salvare sono rimaste intrappolate nelle proprie abitazioni.

Il business delle evacuazioni in Afghanistan: 6.500 dollari a chi vuole fuggire

Business fino all’ultimo, davanti all’mergenza, senza guardare in faccia nessuno:  un posto a bordo di un volo per lasciare Kabul venduto a 6.500 dollari da Erik Prince, uomo d’affari ed ex Navy Seal, fondatore della famigerata compagnia militare privata Blackwater (oggi Academi) salita agli onori delle cronache per gli affai d’oro durante l’invasione dell’Iraq durante l’era Bush jr, Cheney, Rumsfeld, con cui i rapporti erano ottimi, e oggi amico personale dell’ex presidente statunitense Donald Trump.

Afghanistan, business delle evacuazioni: contractors Usa chiedono 6.500 dollari a chi vuole fuggire
Erik Prince

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, una tariffa extra verrebbe applicata nelle situazioni più complicate in cui le persone da salvare sono rimaste intrappolate nelle proprie abitazioni.

Il quotidiano finanziario ha raccontato di un progetto che avrebbe permesso alla Blackwater di estendere la propria rete in Afghanistan: “A un certo punto durante l’amministrazione Trump, Steve Bannon ha chiesto a Prince di elaborare un piano per sostituire le truppe statunitensi in Afghanistan con l’esercito di mercenari a sua disposizione”.

“Le guardie della Blackwater“, scrive  ancora il Wall street Journal, “sono state condannate per aver ucciso civili nel 2014 mentre forniva sicurezza agli americani durante la guerra in Iraq”.

 

Leggi anche


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli