15.3 C
Rome
martedì 17 Maggio 2022
AgoràL'interpretazione del controverso articolo 16 della costituzione ucraina

L’interpretazione del controverso articolo 16 della costituzione ucraina

L’articolo 16 della costituzione ucraina sarebbe quello fondante del nazionalismo poichè in esso si parlerebbe della preservazione del “codice genetico ucraino”. Abbiamo provato un piccolo esercizio di ricerca per capire meglio la questione.

Il controverso articolo 16 della costituzione ucraina

È opinione diffusa che la propaganda si basi fondamentalmente sulla diffusione di notizie false, ma in realtà non è così: la propaganda utilizza il più delle volte notizie vere.

questo perchè la propaganda non si basa sui mezzi utilizzati, ma sui fini. Una definizione utile a capire la funzione della propaganda è “l’attività di disseminazione di idee e informazioni finalizzata a indurre le persone a specifici atteggiamenti e azioni.”

Dunque, partendo da questo assunto, questa funzione raggiunge il suo apice durante la guerra, la manifestazione estrema di un conflitto più o meno direttamente motivato da veri o presunti interessi ideologici ed economici.

In guerra la propaganda è di tutte le parti, quelle che si fronteggiano direttamente e quelle coinvolte indirettamente poichè ogni soggetto ha interesse “a indurre le persone a specifici atteggiamenti e azioni.”

L’attualità ci dice che il conflitto tra Russia e Ucraina è anche, se non principalmente, un conflitto di propaganda: il primo che si combatte nella trincea della comunicazione social in mezzo a influencer e un flusso ininterrotto di informazione emozionale.

Addio alla complessità, siamo tornati alla propaganda anni '50

Ci sono una sequela di casi sterminata in questa guerra che potrebbero essere presi a modello. E non parliamo delle fake news vere e proprie, o delle notizie senza alcuna conferma o fonte, su cui si imbastiscono intere programmazioni televisive, ma di fatti reali su cui si decidere di accendere il riflettore in un modo piuttosto che un altro.

Prendiamo ora un caso particolare, non specifico della guerra sul campo, ma della costruzione narrativa dello stesso: il controverso articolo 16 della Costituzione ucraina.

Secondo alcune interpretazioni si tratterebbe dell’articolo fondante del nazionalismo ucraino poichè in esso si parla della preservazione del “codice genetico ucraino“.

Una cosa del genere, ovviamente, darebbe adito a numerose perplessità e, difatti, per chi s’è imbattuto in questa versione è facile arrivare a paragoni storici con l’idea intrinseca del nazismo. Un argomento dunque, propagandisticamente vicino alle ragioni della Russia di Putin.

Ma è realmente così? Il punto è proprio questo, almeno per noi al di qua della vecchia “cortina di ferro”: è molto difficile stabilirlo perchè l’interpretazione dell’articolo non è semplicissima se non si maneggia la lingua e, affidandosi alle traduzioni, in varie lingue, i risultati sono equivoci anche se, perdendoci un po’ di tempo, cosa che in pochissimi fanno, il risultato farebbe propendere che non sia vera l’interpretazione “nazista“.

Nello specifico, questo è l’articolo (in lingua originale, fonte):

“Стаття 16. Забезпечення екологічної безпеки і підтримання екологічної рівноваги на території України, подолання наслідків Чорнобильської катастрофи – катастрофи планетарного масштабу, збереження генофонду Українського народу є обов’язком держави.”

Ora soffermiamoci sull’espressione “генофонду” che, utilizzando semplici traduttori automatici in varie lingue, risulta essere “gene pool” in inglese, pool genetico o “patrimonio genetico” in italiano.

Dunque, in italiano, più o meno letteralmente, possiamo tradurlo con:

“È responsabilità dello Stato garantire la sicurezza ecologica, il mantenimento dell’equilibrio ecologico sul territorio dell’Ucraina per il superamento delle conseguenze della catastrofe di Chernobyl, che è stata catastrofe di importanza globale, e la conservazione del patrimonio genetico del popolo ucraino.”

Letto così i dubbi arrivano in entrambi i versi interpretativi. C’è effettivamente il richiamo “genetico”, preponderante, ma c’è anche un antefatto “ambientale” che lascia ancora  dubbi sul reale significato.

Se lo stesso articolo, sempre utilizzando lo stesso procedimento, lo traduciamo in altre lingue, il significato continua a essere interpretabile ma in maniera sempre più netta. Le traduzioni in inglese variano a seconda del traduttore e non sciolgono la riserva:

“Article 16. Providing of ecological safety and support of ecological equilibrium on
territory of Ukraine, overcoming of consequences of the Чорнобильської catastrophe
is the catastrophes of planetary scale, saving of gene pool of the Ukrainian people is
the duty of the state.”

Allora passiamo al tedesco:

“Artikel 16. Die Gewährleistung der ökologischen Sicherheit und die Wahrung des ökologischen Gleichgewichts auf dem Territorium der Ukraine, die Überwindung der Folgen der Katastrophe von Tschernobyl – einer Katastrophe weltweiten Ausmaßes – und die Bewahrung des Erbguts des Ukrainischen Volkes sind Pflicht des Staates.”

Qui cambia completamente il significato dell’articolo. In italiano risulterebbe così:

“Articolo 16 Garantire la sicurezza ecologica e preservare l’equilibrio ecologico sul territorio dell’Ucraina, superare le conseguenze del disastro di Chernobyl – un disastro di proporzioni mondiali – e preservare il patrimonio del popolo ucraino sono il dovere dello Stato.”

Come vedete, torniamo all’incipit di questa breve analisi: la propaganda non ha bisogno di notizie false ma di farvi interpretare alcuni fatti per suscitare una reazione. Se non si ha voglia di approfondire, di confrontare le fonti quanto meno, è come trovarsi davanti al libro della buonanotte: ti addormenti ascoltando quello che il narratore ti dice, assorbendo i suoi toni.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

Leggi anche


Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli