2.3 C
Rome
martedì 18 Gennaio 2022
SportCalcioEterno Ibra salva il diavolo: Udinese-Milan 1-1, il Pagellone

Eterno Ibra salva il diavolo: Udinese-Milan 1-1, il Pagellone

Un gran gol di Ibrahimovic nei minuti di recupero evita al Milan la sconfitta alla Dacia Arena contro il debuttante Cioffi in panchina. . Beto porta in vantaggio i friulani al 17’. Nella ripresa il Milan spinge sull’acceleratore grazie agli ingressi di Kessié, Tonali e Messias ma raggiunge il pari soltanto nel recupero. Rossoneri ancora primi in attesa del match dei rivali nerazzurri. Udinese-Milan 1-1, il Pagellone di Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Udinese-Milan 1-1, il Pagellone

Udinese-Milan 1-1 (Beto 17’, Ibrahimovic 90’+2’)

 

Silvestri 6 prende goal sull’unico tiro in porta del Milan. Ma non ha colpe. La dormita è della difesa.

Becao 6.5 concede poco agli attaccanti avversari. È sempre attento e concentrato.

Nuytinck 5.5 bene fino al recupero quando marca, si fa per dire, male Ibrahimovic che segna.

Perez 5.5 forse condizionato dal giallo non interviene con la giusta determinazione ed il Milan pareggia. Peccato perché era partito bene.

Soppy 6.5 controlla bene Florenzi e ribatte colpo su colpo le incursioni avversarie.

Arslan 7 domina in mezzo. Strappa un pallone a Bakayoko e manda in rete Beto.

Walace 6 molto bravi fino al minuto 92. Perde un pallone velenoso e nasce l’azione del pareggio milanista. Un voto in meno.

Molina 6 duella bene con Hernandez e si cancellano a vicenda.

Makengo 6.5 aggredisce i portatori di palla avversari con la giusta pugna. Quando deve impostare ha una tecnica approssimativa.

Beto 7 è la rivelazione del campionato. Sono ben sette reti in campionato. Possente, veloce. Fosse stato più lucido segnava la rete del 2-0.

Deulofeu 6.5 quando parte palla al piede mette in imbarazzo la sua ex squadra. Peccato giochi ad intermittenza.

Zeegelaar dal 61’ 5.5 in difficoltà su Messias.

Success dal 70’ 4.5 prende un rosso assurdi ed inutile.

Jajalo dal 70’ 6 Kessie gli nega la gioia del goal. Il suo tiro prometteva bene.

Cioffi 6.5

Buonissima la prima. Mette in campo la squadra con intelligenza e viene punito nel finale. L’ultimo che è stato ad interim ad Udine è durato più di due anni.

Foto Gazzetta

Milan

Maignan 6 non ha colpe sulla rete dei friulani. Non fa errori ma ha una tecnica improvvisata e ti aspetti l’errore in ogni occasione.

Florenzi 6 partita onesta. Ha vinto il ballottaggio con Kalulu. Contro nessuno.

Tomori 5.5 sfarfalla il pallone e Beto segna il vantaggio bianconero.

Romagnoli 5 se regala sicurezze è ai tifosi avversari. In difficoltà contro Deulofeu.

Hernandez 5 le note positive sono quando attacca. In fase difensiva lascia a desiderare.

Bakayoko 5 altra prestazione negativa. Perde il pallone del vantaggio friulano. Non indovina un movimento. Sostituito nell’intervallo. Del resto se nessuno lo riscatta mai ci sarà un motivo.

Bennacer 5 l’unico spunto interessante lo regala ai bianconeri che segnano. Fantasioso come un burocrate kazako.

Saelemaekers 5 prende più insufficienze lui che il Pierino interpretato da Alvaro Vitali.

Diaz 5 raccontato come il nuovo Rivera è durato le prime tre partite. Poco ispirato, poco concreto è con un fisico da Subbuteo.

Krunic 4.5 il pressing degli avversari gli impedisce di ragionare. Vaga per il campo in cerca di un segnale divino.

Ibrahimovic 6.5 se il Milan tira nello specchio è merito suo. Tira fuori da cilindro la palla del pareggio. Gioca di fisico e si fa valere. Il fatto che sia il giocatore più pericoloso della squadra dovrebbe far riflettere.

Tonali dal 46’ 6 fare peggio di Bakayoko era impossibile.

Messias dal 46’ 6 meglio sulla fascia che in mezzo. Qualche spunto interessante.

Kessie dal 46’ 6 partita di quantità e salva il possibile 2-1 dei bianconeri.

Castillejo dal 69’ 6 con il suo fisico potrebbe giocare a Subbuteo. Ha il merito di mettere in mezzo il pallone del pareggio.

Maldini dall’81’ s.v.

Pioli 5

Sbaglia la scelta della mediana. Cerca di rimediare nella ripresa e se il suo Milan pareggia deve ringraziare l’attempato Ibrahimovic. Aveva sette punti di vantaggio sull’Inter alla dodicesima. Stasera potrebbe essere dietro di uno.

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 

 

 


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli