28.1 C
Rome
mercoledì 18 Maggio 2022
SportCalcioInzaghi resta in scia per il rush finale: Udinese-Inter 1-2, il Pagellone

Inzaghi resta in scia per il rush finale: Udinese-Inter 1-2, il Pagellone

Dopo la tremenda sconfitta nel recupero a Bologna, la squadra di Inzaghi vince alla Dacia Arena e si riporta a-2 dal Milan a tre giornate dalla fine del campionato. Udinese-Inter 1-2. In avvio la sblocca Perisic di testa sul corner di Dimarco. Lautaro raddoppia insaccando regolarmente (complice il tocco di Silvestri) il rigore calciato sul palo. Dopo l’intervallo Dzeko spreca il tris, accorcia Pussetto nel finale. Il Pagellone di Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Udinese-Inter 1-2, il Pagellone

Udinese-Inter 1-2 (Perisic 12’, Martinez 39’, Pussetto 72’)

 

Silvestri 6 il colpo di testa di Perisic lo può solo toccare. Intuisce bene il rigore di Martinez ma è sfortunato e tocca il pallone.

Becao 5 si perde Perisic in occasione della prima rete interista.

Pablo Marí 5 trebbia in area Dzeko e regala il raddoppio all’Inter.

Perez 6 il migliore dei tre dietro. Si fa vedere anche in attacco.

Molina 5 perde il duello con Perisic che mette a ferro e fuoco la fascia.

Arslan 5 fisicamente sovrastato dal centrocampo avversario.

Walace 6 da ordine alla manovra ed impegna il portiere avversario da fuori.

Pereyra 6 qualche lampo si luce. Nel primo tempo viene anticipato in area.

Udogie 6 lotta contro Darmian. Non sempre preciso nell’ultima giocata. Serve la palla per la rete dei bianconeri.

Deulofeu 6 meno brillante del solito. Da una sua punizione nasce la rete di Pussetto.

Success 5.5 ha i numeri ma sembra anche confusionario. Esce per un problema muscolare.

Pussetto dal 27’ 6.5 segna e tiene in vita l’Udinese.

Samardzic dal 46’ 6 giocatore con un grosso potenziale. Fa vedere alcune giocate interessanti.

Soppy dal 73’ 5.5 perde un pallone sanguinoso che Correa spreca.

Jajalo dal 79’ s.v.

Cioffi 5.5

Gioca la partita a viso aperto non sfigurando. I suoi ragazzi ci provano sempre, anche quando erano sotto di due reti. Sconfitta che non cancella il buon lavoro fatto.

 

Internazionale

Handanovic 6.5 le palle in area sono tutte sue. Non molto impegnato fino al minuto 72. Para bene su Deulofeu ma non può nulla sull’intervento di Pussetto.

Skriniar 6 controlla bene gli avversari ma commette un fallo inutile che costa la rete dei friulani.

De Vrij 6 difende ed imposta dalle retrovie.

Dimarco 7 assist per la rete di Perisic ed un paio di chiusure precise in area.

Darmian 6 non spinge molto ma controlla bene gli attacchi degli avversari.

Barella 6.5 tanto dinamismo in mezzo. Esce per un calcio al ginocchio.

Brozovic 6 mette ordine al traffico. Meno presente del solito in fase di attacco.

Gagliardini 6 spezza la manovra avversaria. Sbaglia un passaggio elementare e spreca una ripartenza interista.

Perisic 7.5 seconda rete in due partite e ennesima prestazione da fuoriclasse. Fa impazzire gli avversari che salta come birilli.

Dzeko 6 si divora una rete ma si conquista anche il calcio di rigore.

Martinez 6.5 tirare i rigori non è nelle sua corde. Lo sbaglia ma per fortuna segna sulla ribattuta. Propositivo in avanti.

Correa dal 74’ 4 solita prestazione inutile. Lanciato a rete, due contro zero, ha la brillante idea di passare la palla a Vidal che era in netto fuorigioco. Se non conosci la regola, è non sei la fidanzata di qualcuno, puoi solo giocare nella Juventus.

Sanchez dal 74’ 6.5 entra con il piglio giusto facendosi vedere anche in difesa.

Vidal dal 74’ 6 spezza la manovra avversaria.

D’Ambrosio dal 77’ s.v.

Vecino dall’88’ s.v. riesce a prendere un giallo.

Inzaghi 6.5

Indovina gli undici iniziali in particolare Dimarco che serve l’assist vincente. La sua Inter non rischia mai e rimane in scia del Milan. Se basterà lo vedremo nelle prossime settimane.

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 


Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli