Quotidiano on-line ®

23.5 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Inzaghi supera la prova d’Italiano: Fiorentina-Inter 1-3, il Pagellone

I nerazzurri al Franchi soffrono nel primo tempo e subiscono la rete (irregolare) di Sottil. Nella ripresa Inzaghi suona la carica e cambia tutto con le firme di Darmian, Dzeko e Perisic. Espulso Nico Gonzalez. Viola dai due volti, serve più equilibrio. Fiorentina-Inter 1-3, il Pagellone del collonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Fiorentina-Inter 1-3, il Pagellone

Fiorentina-Inter 1-3 (Sottil 23’, Darmian 52’, Dzeko 55’, Perisic 87’)

 

Dragowski 6 non fa molte parate. Tutte le volte che gli interisti inquadrano la porta fanno goal.

Benassi 6 viene messo inspiegabilmente sulla corsia di destra. Qualche imprecisione ma anche tanto impegno.

Milenkovic 6 nel primo tempo quasi perfetto. Nella ripresa l’onda d’urto interista lo fa barcollare.

Nastasic 5.5 torna titolare dopo una vita. Sbanda pericolosamente e nel finale del primo tempo fa autogoal ma viene salvato dal fuorigioco di Perisic.

Biraghi 5 nel primo tempo tenta la fortuna con un tiro da fuori. Nella ripresa Darmian e Dumfries lo affondano e si perde Dzeko sul vantaggio interista.

Bonaventura 6 buon primo tempo. Nella ripresa cala vistosamente e non riesce a far svoltare la squadra.

Torreira 6 nel primo tempo detta i tempi ed ha la meglio in mezzo al campo. Nella ripresa si spegne lentamente e viene sostituito.

Duncan 6 dinamico e pugnace. Cerca il goal dell’ex con un tiro pericoloso da fuori.

Sottil 6 lo scorso anno con il Cagliari fece il goal del vantaggio dei sardi che furono rimontati e persero 3-1. Stesso film e stesso finale. Bravo a farsi trovare nel posto giusto.

Vlahovic 5.5 ha numeri e tecnica ma in partite così deve essere decisivo. Deve ancora crescere.

Gonzalez 5 gran primo tempo quando propizia la rete della Fiorentina. Nella ripresa lo spirito di Bonucci entra nel suo corpo e fa una sceneggiata imbarazzante. Il problema è che l’arbitro non vede lo spirito di Bonucci ma la faccia di Gonzalez. Espulso.

Amrabat dal 65’ 5 rispetto a Torreira fa un altro sport.

Odriozola dal 65’ 5 riesce a fare peggio di Benassi. Sul suo lato gli interisti sfondano.

Saponara dal 74’ 5.5 inutile come spesso accade.

Kokorin dall’85’ s.v.

Callejon dall’85 s.v.

Italiano 5.5

Una prima mezz’ora di altissimo livello. Ma le partite durano novanta minuti e non trova le contro mosse per portare a casa il risultato. Gonzalez ci mette il suo per complicare ancora di più la situazione. Una lezione per lui e suoi ragazzi in un campionato fin qui ottimo.

Vlahovic trascina la viola: Atalanta-Fiorentina 1-2, il Pagellone

Internazionale

Handanovic 7 due belle parate quando nel primo tempo la squadra era in apnea. Tiene sempre alta l’attenzione.

Skriniar 6 soffre molto la velocità di Gonzalez ma se la cava di mestiere. Sfiora di testa la rete del 4-1.

De Vrij 6.5 non parte benissimo ma non affonda e prende le misure agli avversari.

Bastoni 6 tiene botta a Vlahovic. Sulla rete Viola segue Vlahovic invece di Sottil ma è un errore collettivo.

Darmian 6.5 lotta. Il suo è un lavoro oscuro anche nelle difficoltà del primo tempo. Da lui parte la rimonta con l’ennesimo goal decisivo.

Barella 7 lotta come sempre. Primo tempo complicato. Nella ripresa continua a lottare e manda in goal Darmian. Non puoi stare senza.

Brozovic 6.5 meglio nel secondo tempo come tutti. È attore protagonista nel 3-1 interista.

Calhanoglu 6.5 ci prova nel primo tempo su punizione. Batte il corner vincente di Dzeko, manda in rete Sanchez che sbaglia. Cresce nella ripresa dopo un primo tempo a livello dei suoi compagni.

Perisic 7 nella ripresa fa il vuoto e mette la partita in cassaforte.

Martinez 6.5 nel primo tempo, quando la squadra soffre, è forse il migliore. Nel secondo con la squadra in crescita si divora il goal del 3-1. Capita.

Dzeko 7 trova un goal pesantissimo. Ma la sua è una partita di sacrificio e di qualità.

Dumfries dal 66’ 6.5 entra bene puntando subito l’uomo. Su di lui un intervento in area che meritava più attenzione.

Vecino dal 70’ 6 entra con il giusto piglio. Gran recupero per Inzaghi.

Sanchez dal 70’ 6 la voglia di segnare gli fa sprecare una facile occasione.

Dimarco dall’83’ s.v.

Gagliardini dall’83’ 6.5 trova il tempo di mandare in goal Perisic e chiude la contesa.

Inzaghi 7

Legge bene la partita e motiva i giocatori minacciandoli di sostituzione. Manda un segnale di forza a tutto il campionato. Anche se il titolo di campione d’inverno è già assegnato.

 

 

Leggi anche

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli