27.6 C
Rome
martedì 17 Maggio 2022
SportCalcioChampions amara, Inzaghi gioca, Klopp segna: Inter-Liverpool 0-2, il Pagellone

Champions amara, Inzaghi gioca, Klopp segna: Inter-Liverpool 0-2, il Pagellone

Una bella prestazione dei nerazzurri che per lunghissimi tratti, soprettutto del secondo tempo, mettono alle corde la banda di Klopp, non basta al cospetto dei reds. Nel momento di stanchezza delle squadre, grazie ai cambi e una qualità complessiva superiore, il Liverpool sfrutta cinicamente gli episodi, ipotecando la qualificazione ai quarti di finale di Champions League con soli due tiri in porta. Inter-Liverpool 0-2, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Inter-Liverpool 0-2, il Pagellone

Inter-Liverpool 0-2 (Firmino 75’, Salah 83’)

 

Handanovic 6 mai chiamato in causa fino al minuto 75. Non ha colpe sulle reti subite anche se lo sport nazionale è “il tiro a Samir”.

Skriniar 7 un muro invalicabile. Si esalta e dalle sue parti non si passa mai.

De Vrij 5.5 partita complicata. Prende una botta e per alcuni minuti sembra non vederci chiaro. Che non ci vedesse chiaro è una sensazione che i tifosi interisti si portano dietro da alcuni mesi. Rimane in campo e lotta con ardore contro gli avanti vestiti di rosso. Il problema sono i cambi. Nel senso che lui non esce e le punte cambiano. Sul raddoppio inglese non riesce a respingere il pallone.

Bastoni 5 si fa uccellare da Firmino. Goal che toglie sicurezze ai nerazzurri e da coraggio ad reds.

Dumfries 6 meglio in fase di non possesso. Gli riesce qualche strappo ma non come il suo solito.

Vidal 5.5 primo tempo orribile. Perde palloni ed è sempre il ritardo. Nella ripresa parte meglio e si rende utile alla causa interista. Va in debito d’ossigeno ma dalla panchina non se ne accorgono. Risultato: vantaggio reds.

Brozovic 5.5 in fase di costruzione si eclissa. Si faceva fatica a trovarlo in campo.

Calhanoglu 7 primo tempo pazzesco. Oltre al traversa è in ogni parte del campo. Addirittura in mezzo all’area a spezzare un attacco albionico. È nel vivo di ogni azione. Nella ripresa cala un po’.

Perisic 6.5 in particolare nel secondo tempo è un pericolo costante per la difesa avversaria. Mette in mezzo palloni interessanti che nessuno sfrutta.

Dzeko 5 da lui, che ha tanta esperienza internazionale, ci si aspettava di più. Finisce nella morsa tra i due centrali albionici e quando si libera fa la scelta sbagliata.

Martinez 6 fa tanto movimenti e nel primo tempo un suo tiro esce a lato di poco. Non arriva per centimetri su un cross al bacio di Perisic. Lotta sempre ma l’astinenza da goal continua.

Sanchez dal 70’ 6 un paio di giocate che promettevano bene.

Darmian dall’87’ s.v.

Gagliardini dall’87’ s.v.

Ranocchia dall’87’ s.v.

Dimarco dal 90’+1’ s.v.

Inzaghi 5.5

La squadra ha giocato bene ed ha affrontato il Liverpool a viso aperto. La lettura della partita è il solito copione. Ogni tanto fare qualcosa di diverso potrebbe essere utile. Vidal era in debito d’ossigeno da almeno 10 minuti. Sanchez per Dzeko non sarebbe stata lesa maestà.

 

Liverpool

Allison 6 nessun intervento miracoloso. È attento sui cross.

Alexander-Arnold 5.5 fa tanta fatica su Perisic. Tenta un paio di conclusioni da fuori inguardabili.

Konate 6.5 si perde Calhanoglu ma è fortunato che il tiro va sulla traversa. Puntuale ed attento su Dzeko.

Van Dijk 6.5 è difficile superarlo anche se da l’impressione di soffrire le punte veloci. Di testa serve il pallone del raddoppio.

Robertson 6 duella con Dumfries. Crossa per il colpo di testa vincente di Firmino.

Elliott 6 ha solo 18 anni ma non patisce l’atmosfera calda del Meazza.

Fabinho 6 soffre l’aggressività degli avversari. Meno brillante che in altre occasioni.

Thiago Alcantara 6.5 sembra il Garrone del libro Cuore. Aiuta i compagni in difficoltà. Prestazione oscura ma utile.

Salah 6.5 si accende raramente ma giusto in tempo per piazzare il pallone del raddoppio.

Diogo Jota 5.5 sbatte contro la difesa interista.

Mané 6 una rovesciata fuori ed accelerazioni che non permettono agli interisti di passare la guardia.

Firmino dal 46’ 7 sblocca la partita anticipando Bastoni con un colpo di testa spalle alla porta. Come impatto abbiamo visto di peggio.

Diaz dal 59’ 6.5 dopo la rete al Milan non riesce a ripetersi. Alcune sue accellerate sono degne di menzione.

Henderson dal 59’ 6 personalità in mezzo al campo.

Keita dal 59’ 6.5 il centrocampo inglese si giova del suo ingresso.

Milner dall’86’ s.v.

Klopp 6.5

Sono 75 i minuti di sofferenza ma i cambi cambiano il corso della gara. I suoi ragazzi giocano da grande squadra e sanno anche soffrire. Portano a casa una vittoria che li mette al sicuro dalla partita di ritorno.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche


Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli