Quotidiano on-line ®

25.3 C
Rome
martedì, Agosto 16, 2022

Campionato io ti amo: quel pasticciaccio brutto de via… Salernitana

Scomodare Gadda per le vicende pallonare forse è un po troppo, ma l’affaire Salernitana sta portando a nuove vette il disastrato, autoreferenziale e indecoroso mondo del calcio italiano.

Salernitana, e ora?

Suarez, le plusvalenze, i sorteggi farsa ed ora il caso Salernitana. Il calcio non perde occasione per mostrarsi per quello che è: un movimento ostaggio di poteri che si scontrano, gestito da incapaci in doppiopetto.

La vicenda della Salernitana non è un fulmine a ciel sereno. La sua multiproprietà, Lotito e Mezzaroma, era nota da anni ed anche prevista dai regolamenti. Quale fosse la filosofia alla base della possibilità di dare ad un soggetto la possibilità di avere due squadre, è un mistero che rimarrà tale.

Il problema diventa di dominio pubblico a giugno quando i ragazzi di Castori vengono promossi in serie A. Ed ora cosa facciamo? Si saranno detti in FGIC. Come al solito hanno partorito soluzioni che tali non erano, ma solo il pretesto per prendere tempo con la speranza che poi sarebbe successo qualcosa.

Foto Corriere dello sport

Premettendo che non abbiamo una simpatia per Lotito e neppure per Mezzaroma ma pretendere che vendessero la società in pochi mesi è una follia. Non solo per il momento storico che viviamo, ma lo è pure a livello giuridico. Siamo certi che questa vicenda avrà risvolti giudiziari. Altro mistero è il trust che ha gestito fino ad ora la squadra.

I soldi per la gestione ordinaria da dove arrivano? Che garanzie hanno avuto i giocatori, ed anche gli altri dipendenti di cui ci dimentichiamo sempre, a livello salariale? Immaginiamo che Lotito e Mezzaroma ci abbiano messo dei soldi.

Se si quanti? Chi aveva l’ultima parola per gli acquisti? Le due società non potevano scambiarsi giocatori ma il mercato non è fatto solo di scambi, cessioni ed acquisti ma anche di manovre di disturbo. La Salernitana nei confronti della Lazio la possiamo considerare una squadra con autonomia assoluta? La sensazione che non sia così.

C’è anche la questione diritti televisivi. Chi ha pagato ha pagato per una Salernitana che finisce la stagione, se non sarà così minimo chiederanno i soldi indietro e magari pure i danni. E non parliamo delle questioni di campo perché siamo certi della professionalità dei giocatori e dei tecnici. Se come sembra non ci sono acquirenti la Salernitana giocherà ancora due partite per poi sparire dalla geografia del calcio professionistico, e ripartire dai dilettanti.

Tutti gli anni ci sono club che non finiscono la stagione ma se la cosa accade in serie C il clamore è circoscritto alla città del club, quando accade nella massima serie l’impatto mediatico è ben diverso.

Campionato di serie A falsato, giocatori svincolati, dipendenti che perderanno il posto di lavoro ed una figuraccia a livello mondiale per la Federazione. Sempre che non forzino i regolamenti, non sarebbe la prima volta, e la Salernitana non finisca il campionato. Tanto finiscono in B si dirà nelle segrete stanze. Ed andiamo avanti fino al prossimo scandalo.

Foto Fanpage

Le vittime sono i tifosi che non meritano un trattamento del genere. Vittime non solo nei sentimenti, il tifo è amore incondizionato, ma anche economico. Ci sono agli abbonati allo stadio ed alla pay-tv. Una città cha ha fame di calcio non merita un trattamento simile. E come al solito nessuno pagherà.

Qualche articolo, spazio in televisione non troppo, politica assente e chi ha la responsabilità di questa situazione continuerà a muovere le leve di comando. Neppure un Tapiro da Staffelli. Quello lo porta all’allenatore della squadra prima in classifica mica ai vertici della FIGC.

Avanti cosi! Campionato io ti amo.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli