19.2 C
Rome
giovedì 19 Maggio 2022
NewsUcraina: Kherson in mano russa. Kharkiv assediata - Tutti gli aggiornamenti

Ucraina: Kherson in mano russa. Kharkiv assediata – Tutti gli aggiornamenti

Violenti attacchi sulle città. Kherson caduta. I parà russi a Kharkiv. Zelensky ha parlato al Parlamento europeo provando ad avvicinare Kiev a Bruxelles. In questo scenario sembrano affievolirsi le speranze di una soluzione negoziale.

Ucraina, Kherson caduta

Le forze russe intensificano l’offensiva sulle città ucraine e in mattinata annunciano di avere preso Kherson. Paracadutisti a Kharkiv, colpita l’università. Impossibile verificare il numero delle vittime, tra la miriade di fake news e i bollettini di ambo le parti.
Il presidente americano, Joe Biden, torna ad attaccare Mosca durante il suo discorso sull’Unione. L’ambasciatore russo presso l’Onu, Gennady Gatilov, ha affermato di “non riscontrare da parte del regime ucraino alcun desiderio di trovare una soluzione legittima ai problemi”.

 

 

LA CRONACA

(NDR: Per quanto possibile nelle difficoltà della situazione sul campo, cerchiamo conferma su tutte le fonti e i lanci di agenzia. Ove non fosse possibile ci scusiamo per rettifiche o notizie successivamente aggiornate o modificate.)

 

19:11 Peskov, l’economia russa duramente colpita da sanzioni

L’economia russa è seriamente colpita dalle sanzioni imposte dai governi stranieri per l’invasione dell’Ucraina. Lo ha ammesso il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, in una call con i giornalisti stranieri. “L’economia russa sta subendo seri colpi”, ha detto il portavoce citato dalla Cnn. “Ma c’è un certo margine di sicurezza, c’e’ del potenziale, ci sono dei piani, i lavori sono in corso”, ha aggiunto

17:58 Onu approva risoluzione di condanna contro la Russia

L’assemblea delle Nazioni Unite a stragrande maggioranza approva la risoluzione di condanna contro la Russia:  I voti a favore sono stati 141, cinque contrari e 35 gli astenuti.

17:42 Mosca, negoziati con Kiev rinviati a domani

La delegazione ucraina ha già lasciato Kiev e arriverà per i colloqui domani mattina, ha affermato Vladimir Medinsky, capo della delegazione russa ai colloqui.

17:39 Mosca, cessate il fuoco sul tavolo dei negoziati con Kiev

L’ipotesi di un cessate il fuoco sarà sul tavolo dei negoziati che si svolgeranno nelle prossime ore tra Russia e Ucraina. Lo ha riferito il capo negoziatore di Mosca, Vladimir Medinsky, citato da Interfax.

16:12 Partita la delegazione russa per nuovo negoziato

La delegazione russa per il nuovo round di colloqui con gli ucrain è già a Minsk e si sta recando sul luogo dei colloqui.
Secondo la Tass, il secondo round di consultazioni si terrà nell’area di Belovezhskaya Pushcha nella regione di Brest in Bielorussia

15:18 Sindaco Konotop, accordo per una tregua con i russi

Un accordo per una tregua sarebbe stato trovato tra l’amministrazione locale di Konotop, nell’oblast di Sumy, nel nord-est dell’Ucraina, e le truppe russe che avevano minacciato di “radere al suolo con l’artiglieria” la città, se non si fosse arresa. Lo ha affermato il capo dell’amministrazione militare regionale, Dmytro Zhyvytsky

14:48 Kiev, forze russe si avvicinano a impianto nucleare Enerhodar

Le forze armate ucraine nelle vicinanze di Enerhodar, città nel sudest dell’Ucraina sede di sei reattori nucleari dell’era sovietica, sono pronte a difendersi mentre le forze russe si avvicinano. Lo ha dichiarato Anton Heraschenko, vice ministro dell’Interno di Kiev, secondo Kyiv Post, affermando che le unità ucraine terranno la propria posizione fino all’ultimo. Heraschenko ha sottolineato che i reattori nucleari sono costruiti in modo solido e la loro sovrastruttura principale è impermeabile a tutte le armi.

13:42 Peskov, l’economia russa non crollerà

L’economia russa è stata colpita a causa delle sanzioni imposte dall’Occidente, ha riconosciuto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, che ha risposto questa mattina a una serie di domande postegli dai giornalisti stranieri in videoconferenza. “L’economia russa sta subendo seri colpi”, ha detto il portavoce del Cremlino. “Ma c’è un certo margine di sicurezza, c’è del potenziale, ci sono dei piani, i lavori sono in corso”. Dunque, secondo Peskov, “L’economia rimarrà in piedi”. In ogni caso, il governo russo potrebbe giungere a considerare tutti i paesi che introducono sanzioni contro il paese “de facto ostili”.

11:49 Wallace, con no fly zone sarebbe guerra in tutta Europa

Il segretario britannico alla Difesa, Ben Wallace, ha nuovamente escluso che venga stabilita una ‘no fly zone’ sull’Ucraina in quanto “porterebbe a una guerra contro la Russia in tutta Europa“. Wallace ha poi spiegato a Sky News che chiudere i cieli ucraini avvantaggerebbe Mosca in quanto “la soverchiante scala dell’esercito russo sarebbe in grado di guidare in giro per l’Ucraina impunemente, cosa che al momento non può fare“.

11:40 Ultimatum a Konotop, ‘resa o bombardamento’

Le forze armate russe hanno minacciato di bombordare Konotop con artiglieria pesante, nel Nord Est dell’Ucraina, se la città non si arrenderà. Lo ha annunciato il sindaco della città, Artem Semenikhin.

 11:36 Scholz, la Nato non interverà in termini militari

“Non interverremo militarmente. E questo vale anche per la Nato: non lo farà e non lo faranno gli altri. In questa situazione sarebbe sbagliato”. È quanto ha detto Olaf Scholz a Gerusalemme a proposito del conflitto in Ucraina scatenato dalle forze armate russe. “Quello che facciamo noi è di sostenere” il Paese, in termini di “aiuti finanziari e beni materiali”. A detta del cancelliere tedesco, “le sanzioni hanno già mostrato dei primi effetti, sono queste le decisioni giuste“.

11:24 Sindaco di Kiev: “Truppe russe continuano ad avvicinarsi”

Le truppe russe continuano ad avvicinarsi al centro di Kiev. Lo riferisce il sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko. “Il nemico sta raccogliendo le forze più vicino alla capitale“, scrive Klitschko su Telegram. “Ci stiamo preparando e difenderemo Kiev. Kiev sta resistendo e resisterà“, aggiunge.

11:15 Media ucraini: Yanukovich a Minsk, Mosca lo vuole presidente

L’ex presidente ucraino Viktor Yanukovich è a Minsk, capitale della Bielorussia. Lo scrive su Twitter Kyiv Post, aggiungendo che il Cremlino vuole farlo presidente dell’Ucraina. Il tweet è accompagnato da una foto di Yanukovich sorridente insieme al presidente russo Putin. Yanukovich è stato presidente dell’Ucraina dal 2010 al 2014. Il suo governo venne rovesciato a seguito di un’ondata di proteste popolari.

10:22 Di Maio: l’Ucraina è l’ultima barriera per i nostri Paesi

“L’Ucraina è l’ultima barriera per i nostri Paesi. Gli ucraini stanno resistendo all’armata russa, stiamo sostenendo il fronte europeo contro l’esercito russo e forse anche quello bielorusso” ha detto Luigi Di Maio.

10:00 Possibile nuovo round di negoziati stasera

Il secondo round dei negoziati tra Russia e Ucraina si terrà ma non è ancora stato fissato esattamente; potrebbe teneri questa sera. Lo riporta l’agenzia russa Ria Novosti, citando sue fonti.

09:46 Sanchez, la Spagna invierà aiuti militari alla “resistenza”

La Spagna invierà “materiale militare offensivo” alla “resistenza ucraina”. Lo ha annunciato il premier spagnolo, Pedro Sanchez, davanti al Parlamento.
L’invasione russa dell’Ucraina è un attacco alla legalità internazionale, ma ha trovato il rigetto internazionale“, ha dichiarato Sanchez. “La Spagna ha sempre capito che questo attacco è all’Europa, ai suoi valori”, ha proseguito il premier, “per questo sosteniamo l’attivazione del Fondo europeo per la pace. La Spagna è il quarto donatore di quel fondo. Dobbiamo dare una risposta europea a una minaccia europea. La Spagna consegnerà materiale militare offensivo alla resistenza ucraina”.

09:28 La Corea del Nord difende Mosca: “Il pericolo più grande sono gli Usa”

Sono gli Usa e i suoi alleati la causa della crisi in Ucraina, visto che hanno ignorato le giuste e ragionevoli necessità di sicurezza della Russia. Lo ha detto l’ambasciatore della Corea del Nord alle Nazione Unite, intervenuto martedì all’assemblea generale dell’Onu. “Il più grande pericolo che il mondo afronta ora è la prepotenza degli Stati Uniti”, ha detto.

09:10 Impennano i prezzi del grano e del mais

Non si arresta il rialzo delle materie prime alimentari sui mercati internazionali. Il future sul grano sale del 2,10% a 10,70 dollari per bushel, livello che non si vedeva dal 2008. Il costo del mais avanza invece del 2,10% a 7,55 dollari per bushel, sui massimi dal 2013. Il mercato è alle prese con le spedizioni bloccate dall’Ucraina e sta prezzando il rischio che il prolungarsi del conflitto possa ostacolare le semine primaverili.

08:10 Ministro della difesa russo: “Abbiamo preso Kherson”

Il ministro della difesa russo ha annunciato che l’esercito di Mosca ha preso la città di Kherson, nel sud dell’Ucraina

07:57 A Kharkiv colpiti dipartimento Interni e università

Secondo i media locali a Kharkiv è stato colpito da un attacco missilistico l’edificio sede del dipartimento degli Interni regionale, che risulta quasi completamente distrutto. In fiamme, secondo video diffusi da Ukraina24 e Unian, anche l’edificio della facoltà di sociologia dell’Università nazionale Karazin, che si trova di fronte al dipartimento.

06:49 sindaco Kherson, occupazione russa in corso

L’occupazione russa di Kherson sarebbe “in corso”: lo ha riferito il sindaco della città Igor Kolykhayev, il quale secondo quanto rivelato dalla BBC Russian, ha dichiarato alla radio locale che le forze russe hanno catturato la stazione ferroviaria e il porto.
“I combattimenti stanno continuando ora, e l’occupazione della nostra città è in corso”, ha detto aggiungendo che ci sono molte vittime, anche tra i civili e i soldati ucraini, e i funzionari del governo stanno ora cercando di assicurarsi che la gente possa andarsene o raggiungere i rifugi. Kherson, che ha una popolazione di quasi 300.000 persone, si trova tra Mykolaiv e New Kakhovka.
I più forti progressi militari della Russia finora sono stati nel Sud, dove le truppe dalla Crimea stanno prendendo di mira diverse città ucraine tra cui Odessa e Mykolaiv.

06:15 Secondo incontro tra le delegazioni si terrebbe in Bielorussia

Il secondo round di colloqui tra Ucraina e Russia per cercare di arrivare a una tregua, previsto per oggi, dovrebbe tenersi in Bielorussia: è quanto risulta da informazioni ottenute dalla Tass. Dopo il primo incontro avvenuto lunedì sul confine tra Ucraina e Bielorussia, questo dovrebbe aver luogo nell’area di Bialowieza, nella regione occidentale del Paese. “Tuttavia non c’è ancora certezza sull’evento”, sottolinea l’agenzia di stampa russa. Ieri media russi avevano riferito che si sarebbe tenuto al confine tra Ucraina e Polonia.

04:29 Truppe aerotrasportate russe a Kharkiv

Paracadutisti russi sono atterrati a Kharkiv e hanno attaccato uno dei centri medici militari della città. Lo riferisce l’agenzia di stampa Unian.

03:14 Biden: “Putin più isolato che mai”

Il capo del Cremlino è più isolato che mai, afferma Biden. “Noi siamo uniti” contro la sua guerra “premeditata e non provocata”.

18:21 Draghi: “Mosca non vuole la pace, diplomazia è fatta anche di forza”

“Per avere la pace bisogna volere la pace, e chi ha più di 60 km di carri armati alle porte di Kiev non vuole la pace”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la replica alla Camera dopo le comunicazioni sugli sviluppi della crisi ucraina.
“In questo momento la diplomazia è fatta di dialogo ma anche di forza”, ha aggiunto.

17:45 Nato, venerdì riunione straordinaria ministri degli Esteri

Venerdì si terrà una riunione straordinaria del Consiglio Atlantico della Nato tra i ministri degli Esteri dell’alleanza. È quanto si apprende da una nota. L’incontro in presenza sarà presieduto dal segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

17:07 I prezzi del gas balzano del 20,3% a 118,635 euro/Mwh al Ttf

Il prezzo del gas balza di oltre il 20% e sfonda quota 118 euro per megawattora. Al Ttf il contratto sale del 20,326% a 118,635 euro

16:43 Attaccata la torre della Tv a Kiev

La torre della televisione di Kiev è stata attaccata. Lo ha reso noto una fonte del ministero dell’Interoo a Kiev. Nell’area ci sono una serie di altre infrastrutture. Poche ore fa, la Russia aveva avvertito i residenti della capitale ucraina di evacuare le infrastrutture militari e di intelligence.

15:25 Primo scambio di prigionieri fra Mosca e Kiev

Primo scambio di prigionieri fra Mosca e Kiev dall’inizio del conflitto in Ucraina. Lo rende noto Dmytro Zhyvytskyy responsabile dell’amministrazione della regione di Sumy su Instagram. Lo scambio – riporta il Kiev Indipendent – sarebbe stato fra cinque soldati ucraini in cambio di un ufficiale russo.

15:03 Negoziato, domani riprendono i colloqui

Si terrà domani un secondo round di colloqui tra la delegazione russa e quella ucraina. Lo riporta l’agenzia di stampa Tass citando una propria fonte a Mosca. Il primo round di colloqui si è svolto ieri a Gomel, in Bielorussia, vicino al confine ucraino ed è durato circa sei ore.

14:04 Mosca: “Forze separatiste si sono ricongiunte con esercito russo”

Le forze delle due autoproclamate repubbliche separatiste ucraine di Lugansk e Donetsk sono avanzate per diverse decine di chilometri, congiungendosi con le forze russe presenti sul territorio ucraino. Lo afferma il ministero della Difesa di Mosca

14:01 Mosca: “Bloccato l’accesso delle forze ucraine al Mare di Azov”

Il ministero della Difesa russo ha affermato che le forze di Mosca hanno totalmente bloccato l’accesso di quelle ucraine al Mare di Azov, ad est della Crimea, sul quale si affaccia tra l’altro Mariupol.

12:11 Cremlino: prima o poi nell’Ue ci saranno leader disposti al dialogo

Mosca si aspetta che in futuro ci saranno leader in Europa pronti a collaborare con la Russia. “Col tempo, nell’Unione europea appariranno leader con una visione ampia, con la consapevolezza della necessità di sviluppare relazioni con il nostro Paese, quindi lavoreremo anche per questa prospettiva”, ha detto Peskov ai giornalisti. Lo riporta Ria Novosti.

12:02 Zelensky, la difesa di Kiev è la priorità chiave

La difesa della capitale Kiev “è la priorità chiave per l’Ucraina”: lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky, che ha anche annunciato la nomina di Mykola Zhyrnov come capo dell’amministrazione militare della città.

11:55 Nato e Polonia, non inviamo jet perché sarebbe un’interferenza

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, e il presidente polacco, Andrzej Duda, hanno dichiarato che i jet caccia non saranno inviati in Ucraina. “La Nato non invierà truppe né sposterà aerei nello spazio aereo ucraino”, ha detto Stoltenberg. “Non inviamo jet in Ucraina perché ciò aprirebbe un’interferenza militare”, ha speigato Duda.

11:41 Lavrov, no strutture militari dell’Occidente nell’ex Urss

L’Occidente non deve costruire infrastrutture militari in nessun Paese dell’ex Unione Sovietica. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, come riportano le agenzie russe.

11:16 Lavrov,il regime di Zelensky è un pericolo per i Paesi vicini

“Oggi i pericoli rappresentati dal regime di Zelensky per i Paesi vicini all’Ucraina sono significativamente aumentati“. Lo ha denunciato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov.

9:45 L’Ungheria non autorizza il transito delle armi dirette in Ucraina

Le armi dirette all’Ucraina non  transiteranno per il territorio ungherese. Lo ha annunciato il premier, Viktor Orban: “Abbiamo deciso che non acconsentiremo a tali consegne“.  L’Ungheria confina con l’Ucraina per 140 chilometri e la decisione –  ha spiegato il premier – è legata alla presenza di oltre 100mila cittadini originari dell’Ungheria nella regione occidentale Ucraina di Zakarpattia. “La loro sicurezza verrebbe messa a rischio. Rientra negli interessi dei cittadini ungheresi che l’Ungheria resti fuori da questa guerra“.

 

9:19 Kherson circondata dalle truppe russe

La città ucraina di Kherson è quasi completamente circondata dalle truppe russe. Lo dice la giornalista Alyona Panina parlando con l’emittente ucraina24. “La città è circondata, ci sono soldati russi e attrezzature militari da ogni lato, hanno istituito posti di blocco alle uscite”

09:02 Khamenei, l’Ucraina è vittima di una crisi creata dagli Usa

L’Ucraina è “vittima di una crisi creata dagli Usa”. Lo ha detto la Guida suprema iraniana, Ayatollah Ali Khamenei, condannando la guerra in Ucraina e assicurando di sostenere gli sforzi per porre fine al conflitto, di cui però invita a “riconoscere le radici”.

8:48 Nuovo attacco su Kharkiv: “L’obiettivo era il governatore”

Immagini televisive, rilanciate sui social, mostrano una forte esplosione dopo quello che potrebbe essere un missile o una bomba detonata presso la sede del governo regionale. Secondo la Bbc l’obiettivo era il governatore di quella regione

8:00 La Cecenia ammette perdite

Il leader ceceno Kadirov ha ammesso la morte di due combattenti in Ucraina. “Ci sono purtroppo due morti tra i nativi della Repubblica cecena. E sei feriti”. È la prima esplicita ammissione di un ruolo nella guerra.

07:00 Kherson (nel sud) circondata dalle truppe russe

Kherson, nell’Ucraina meridionale, è quasi completamente circondata dalle truppe russe. “La città è effettivamente circondata, ci sono molti soldati russi e attrezzature militari su tutti i lati, hanno istituito posti di blocco alle uscite”, fa sapere Kyiv Independent citando la testimonianza di una giornalista. “L’esercito russo sta allestendo posti di blocco alle entrate di Kherson”, ha detto il sindaco Igor Kolykhayev con un post su Facebook. “Kherson è stata e rimarrà ucraina”, ha aggiunto.

04:40 Sindaco di Kiev: “Capitale sotto attacco non-stop”

Kiev è sotto un attacco “non-stop” da parte delle truppe russe: lo ha detto alla Cnn il sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko, sottolineando che la città potrebbe resistere “a lungo”.

01:54 Convoglio militare russo lungo 60 km verso Kiev

Il convoglio di mezzi militari russi alle porte di Kiev è lungo più di 60 km, secondo le nuove immagini satellitari di Maxar Technologies. Lo riferisce la Cnn. La colonna militare è formata da blindati, tank, pezzi di artiglieria e altri veicoli logistici. Il convoglio si estende dalla base aerea di Antonov a nord di Pribyrsk.

 

 

Per tutte le notizie precedenti.

 

 

 


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli