22 C
Rome
mercoledì 18 Maggio 2022
NewsUcraina, notte di combattimenti a Kiev - Tutti gli aggiornamenti

Ucraina, notte di combattimenti a Kiev – Tutti gli aggiornamenti

Le forze di Mosca raggiungono la capitale, esplosioni in centro. Il segretario Nato Stoltenberg: “Putin vuole deporre il governo ucraino, e non si fermerà lì. Minaccia anche per l’Europa”. L’Ue ha approvato il congelamento dei beni di Putin e Lavrov. L’Onu stima 50mila rifugiati.

Guerra in Ucraina, combattimenti a Kiev

La Russia stringe l’assedio su Kiev. Notte di scontri nella zona dello zoo, il presidente ucraino non lascia la città.

I russi cercano di calare i parà e di lasciare la Capitale senza luce. Esplosioni in piazza Maidan. Respinto dai militari ucraini un primo attacco lungo un’arteria principale della capitale.

LA CRONACA

Qui tutti i nuovi aggiornamenti

12:30 Nave russa fermata dalla Francia. Mosca chiede spiegazioni

Si apre un fronte di scontro diplomatico tra Parigi e Mosca. Secondo quanto ripora  l’agenzia di stampa russa Ria Novosti, l’ambasciata russa in Francia ha chiesto spiegazioni alle autorità francesi in merito al sequestro della nave russa nella Manica.  Secondo il sito web Marine Traffic, la nave è arrivata nel porto di Boulogne-sur-Mer, nel nord della Francia.

11:53 Zelensky: abbiamo infranto il piano di Mosca

“I russi conquistare la nostra capitale e installare i loro pupazzi come in Donetsk. Abbiamo infranto il loro piano“. Lo ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in conferenza stampa, sottolineando che “l’esercito ucraino controlla Kiev e i principali centri intorno alla capitale”.

11:28 Polonia, arrivati finora 100 mila ucraini in fuga

Sono 100 mila gli ucraini in fuga dalla guerra che hanno attraversato il confine con la Polonia. A riferirlo il ministro dell’Interno polacco Pawel Szefernaker in visita al villaggio di confine di Medyka, nel sud-est del Paese. “Dall’inizio della guerra in Ucraina fino ad oggi, lungo l’intero confine, 100.000 persone hanno attraversato la frontiera con la Polonia”, ha dichiarato.

11:03 Medvedev: “Possibile nazionalizzazione di beni Ue ed Usa”

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa Dmitry Medvedev non ha escluso la nazionalizzazione delle proprietà di persone registrate negli Stati Uniti e nell’Ue come ritorsione per le sanzioni adottate dall’Occidente contro Mosca.

10:31 Cosa succede su tutto il territorio?

Le truppe russe cercano ancora di assicurarsi una rapida vittoria, sviluppando l’offensiva nella direzione delle maggiori città. Singoli attacchi aerei sono stati effettuato nei distretti di Sumy, Poltava, Mariupol. Dal Mar Nero, sono stati lanciati missili da crociera navali Calibre su tutta l’Ucraina.

Le operazioni di aviazione tattica dal territorio della Bielorussia e della Crimea sono controllato da tre velivoli AVAX A-50U dell’Aeronautica Militare russa. Il sistema di comunicazione è supportato da due punti di controllo aereo, aerei ripetitori IL-22.

Ci sono gruppi tattici della 35a armata del distretto militare orientale a Mozyr, pronti a colpire obiettivi in Ucraina. A Slobozhansky le forze armate ucraine hanno fermato l’offensiva russa e continuano a combattere nella regione di Kharkiv. A Koblevo una nave con a bordo 20 sabotatori è stata distrutta.

09:21 Mosca, infrastrutture militari ucraine colpite con missili navali e aerei

La Russia ha annunciato di aver colpito numerose infrastrutture militari ucraine con missili di crociera navali e aerei, nel terzo giorno dell’invasione dell’Ucraina da parte della Federazione. “Durante la notte, le forze armate della Federazione della Russia hanno colpito dei siti di infrastruttura militare ucraina con armi a lunga gittata e di alta precisione utilizzando missili da crociera aerei e navali”, ha dichiarato il portavoce del ministero russo della Difesa, Igor Konachenkov.

L’esercito ha preso il controllo totale della città di Melitopol, a sud, non lontano dalla Crimea annessa nel 2014. Il portavoce ha detto che in tutto, dall’inizio dell’invasione, le forze russe hanno distrutto 821 infrastrutture militari di cui 14 aerodromi.

8:48 Mosca: “Colpite 821 infrastrutture militari”

Le forze armate russe hanno colpito la notte scorsa “un totale di 821 obiettivi di infrastrutture militari ucraine, di cui 14 piste di atterraggio militari, 19 centri di controllo e nodi di comunicazione, 24 sistemi di difesa aerea missilistica S-300 e Osa, 48 stazioni radar”, ha annunciato il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov.

07:24  Esercito ucraino, distrutta una colonna di mezzi militari russi

Su Facebook, l’esercito ucraino ha detto di aver distrutto una colonna di cinque mezzi militari russi compreso un carro armato, vicino alla stazione della metropolitana Beresteiska, proprio sulla via della Vittoria, a nord est della capitale.

21:49 Biden dispiega altre truppe “in aiuto agli alleati Nato”

Il presidente Usa, Joe Biden, ha ordinato il dispiegamento di forze aggiuntive “per rafforzare le capacità statunitensi in Europa e supportare gli alleati della Nato”. È quanto si legge in una nota della Casa Bianca dopo il colloquio del presidente con il collega ucraino, Volodymyr Zelensky.

21:12 Mosca: “No di Kiev ai negoziati”

Kiev si sarebbe opposta all’offera di negoziata avanzata dalla Russia. Lo ha detto Mosca. L’offerta di dialogo di Mosca all’Ucraina “non è vera diplomazia”, ha detto invece il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price.

21:06 Il Regno Unito annuncia il congelamento dei beni di Putin e Lavrov

Il governo britannico ha annunciato il congelamento dei beni del presidente russo, Vladimir Putin, e il suo ministro degli Esteri, Sergey Lavrov.

20:48 La Serbia non impone sanzioni alla Russia, “ma l’attacco è un errore”

La Serbia sostiene l’integrità territoriale dell’Ucraina e considera “sbagliata” la sua violazione, ma non si unirà alle sanzioni contro la Russia poiché ritiene che pregiudicherebbero i suoi interessi vitali. Lo ha dichiarato il presidente serbo, Aleksandar Vucic.

18:12 Mosca: “Finlandia e Svezia non entrino nella Nato”

La Russia “non può non notare i persistenti tentativi della Nato” di allargarsi includendo Finlandia e Svezia, compiuti “in particolare dagli Usa“. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, sottolineando che Mosca considera “un importante fattore della sicurezza la politica di non-allineamento” di quegli Stati.

17:30 – Russi prendono controllo di Kherson, continua l’assalto a Mariupol

Continua l’avanzata delle truppe di Mosca nel sud dell’Ucraina. Stando a quanto riportato da fonti del Pentagono alla Cnn, l’esercito russo avrebbe lanciato un attacco anfibio con “migliaia di marines” sulla città di Mariupol dopo che, questa mattina, l’esercito ucraino aveva respinto l’offensiva delle forze russe. E l’esercito di Mosca avanza anche a Kherson dove, dopo oltre un giorno di combattimenti, i russi sono riusciti a superare il ponte sul fiume Dnepr.

17:15 Mosca, Kiev ha proposto colloqui a Varsavia e poi è sparita

Kiev ha proposto Varsavia invece di Minsk come sede di eventuali colloqui con Mosca, e poi ha chiuso il contatto. È quanto sostenuto dal Cremlino, citato dalla Ria Novosti.

16: 57 Pentagono: “Assalto anfibio in corso a Mariupol. Fino ad ora 200 missili lanciati”

Gli Stati Uniti hanno indicazioni sul fatto che un assalto anfibio è in corso a ovest di Mariupol. Lo afferma un funzionario del Pentagono citato dai media americani secondo cui fino ad ora lgli Usa avrebbe registrato il lancio di oltre  200 missili

15: 40 Blindati ucraini schierati a difesa di Kiev

Mezzi blindati ucraini stanno entrando a Kiev per difendere la capitale dall’avanzata delle truppe russe. Lo riferisce il ministero dell’Interno ucraino. Il governo ucraino ha fatto appello al popolo di Kiev a fare tutto il possibile per resistere alle forze armate di Mosca. Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha riferito che la città è “entrata in una fase difensiva”.

14:58 Petroliera moldava colpita da un missile vicino a Odessa

Una petroliera battente bandiera moldava è stata colpita da un missile vicino al porto ucraino di Odessa. Lo riferisce l’Agenzia navale moldava aggiungendo che due mebri dell’equipaggio sono rimasti gravemente feriti.

14: 01 Putin pronto a trattative con Ucraina a Minsk

Vladimir Putin “è pronto a inviare a Minsk una delegazione russa a livello di rappresentanti del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri e dell’amministrazione presidenziale per negoziati con una delegazione ucraina”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dall’agenzia Ria Novosti.

13:15 Appello di Zelensky a Putin: negoziamo

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky si è rivolto al presidente russo Vladimir Putin. “Voglio fare appello ancora una volta al presidente della Federazione Russa. I combattimenti sono in corso in tutta l’Ucraina. Sediamoci al tavolo dei negoziati per fermare la morte di persone“.

12: 18 Lavrov: “Abbiamo un dossier fotografico sul genocidio dei russofoni, lo porteremo a Ginevra”.

“La comunità internazionale è unanime nel negare le evidenti prove del genocidio in Ucraina – ha detto il ministro degli Esteri, Sergei Lavrov, incontrando i vertici delle autoproclamate repubbliche del Donbass. “Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite si riunirà all’inizio della prossima settimana, e noi stiamo preparando uno speciale dossier fotografico, Invitieremo chiunque a vederlo prima che cominci la sessione”. Il Consiglio si riunirà a Ginevra dal 28 febbraio all’1 marzo.

11.20 Konotop caduta in mano russa. Si combatte nelle regioni del sud

Le truppe russe cercano di aggirare la città di Chernihiv, che ancora resiste, nella loro marcia verso la capitale. Konotop, nella regione di Sumy, è invece caduta. A Sud l’esercito russo ha raggiunto Kherson, Nova Kakhovka e Kakhovka per prendere il controllo della diga del canale della Crimea settentrionale che fornisce acqua alla penisola. Si combatte anche a Melitopol e Kharkiv-Valuykiv.

11:17 Draghi, pronti 1400 militari. Altri 2000 disponibili

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nell’informativa alla Camera sulla situazione in Ucraina: “Siamo pronti a contribuire con circa 1400 uomini e donne dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica, e con ulteriori 2000 militari disponibili.
Le forze saranno impiegate nell’area di responsabilità della Nato e non c’è nessuna autorizzazione implicita dell’attraversamento dei confini”.

11:03 L’appello dei talebani da Kabul: “La crisi sia risolta con il dialogo”

I talebani invitano Russia e Ucraina a mostrare “moderazione”. In un comunicato ufficiale, si legge che “l’Emirato islamico dell’Afghanistan esprime preoccupazione per la concreta possibilità di vittime civili” e che chiede protezione per studenti e migranti afghani in Ucraina.

10:37 Russia chiude spazio aereo a voli GB

La Russia ha deciso di chiudere agli aerei britannici il suo spazio aereo. Questa la risposta alle sanzioni imposte da Londra alla compagnia Aeroflot dopo l’invasione dell’Ucraina.

10:31 Kiev, carri armati russi in città

Carri armati dell’unità Z dell’esercito russo, senza insegne, starebbero avanzando in centro città, dove si susseguono esplosioni. Combattimenti sono in corso nel quartiere idi Kiev, Oblonsky.

10:00 Russia, distrutti 14 sistemi antimissilistici

Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ha annunciato che l’esercito russo ha distrutto 14 sistemi antimissilistici e abbattuto cinque aerei, cinque droni e un elicottero durante un’operazione militare speciale in Ucraina. Inoltre, sempre secondo Konashenkov, le forze armate di Mosca hanno smantellato anche 36 stazioni radar. “Sono stati distrutti diciotto carri armati e altri tipi di veicoli da combattimento, sette lanciarazzi, 41 veicoli a motore militari e cinque navi militari”.

09:58 Cina boccia le sanzioni alla Russia

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha detto che la Cina “si oppone a qualsiasi sanzione illegale che leda i diritti e gli interessi legittimi della Russia”. Precisando poi che “gli Stati Uniti hanno imposto più di 100 sanzioni alla Russia dal 2011″. Questi sono risultati strumenti “non fondamentali ed efficaci per risolvere i problemi”.

09:54 Forze russe a 10 km dal centro di Kiev

Il Kyiv Post ha scritto su Twitter che “le forze russe sono entrate nel distretto di Obolon a Kiev, dove l’esercito ucraino le sta attualmente combattendo”.  Il ministero della Difesa, ha aggiunto, “chiede ai residenti di non uscire di casa e di preparare molotov”. Il distretto di Obolon si trova a circa 10 km dal centro della capitale ucraina.

 

09:04 Combattimenti in corso a nord di Kiev

Le forze armate ucraine stanno combattendo stamattina contro unità di blindati russi a nord della capitale, in due località che si trovano rispettivamente a 45 e 80 chilometri da Kiev, Dymer e Ivankiv.

06:47 Truppe  russe sono a 32 chilometri dalla capitale

Le forze meccanizzate russe che erano entrate in Ucraina attraverso la Bielorussia si troverebbero a circa 20 miglia (32 chilometri) da Kiev, secondo due fonti riportate dalla Cnn

04:01 Almeno due forti esplosioni in centro a Kiev

Almeno due forti esplosioni sono state udite nel centro di Kiev in un breve lasso di tempo. La notizia è confermata dall’agenzia russa Interfax.

 

 

Per tutte le notizie precedenti.

 

 

 


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli