Quotidiano on-line ®

23 C
Rome
mercoledì, Agosto 17, 2022

Laila El Harim come Luana e gli altri, morta incastrata in un macchinario

Stamattina a Modena, Laila El Harim è morta sul lavoro incastrata in un macchinario: la 40enne lascia una figlia di 4 anni.

Laila El Harim come Luana a e gli altri

Ennesima tragedia sul lavoro stamane in provincia di Modena, dove una donna di 41 anni, Laila El Harim, ha perso la vita  intorno alle 8.30 in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno dell’azienda Bombonette, uno scatolificio di Camposanto, nella Bassa Modenese, che si occupa di packaging e lavorazione della carta.

La vittima, originaria del Marocco e residente da tempo in Italia, sarebbe rimasta incastrata in un grosso macchinario, una fustellatrice. Residente nella Bassa Modenese, la donna lascia una figlia di quattro anni e il compagno.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118, ma per la lavoratrice non c’era più nulla da fare. I carabinieri e la medicina del lavoro si stanno occupando della ricostruzione dell’accaduto.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, appresa la notizia del tragico incidente, “ha immediatamente avviato un’attività ispettiva che consenta di determinare le cause e le responsabilità dell’accaduto”.

Morti sul lavoro

Ripetiamo quelo che abbiamo detto già in altre occasione, purtroppo numerosissime, come nel caso della giovane Luana D’Orazio: sul lavoro si muore per le stesse ragioni e allo stesso modo di cinquant’anni fa; per lo schiacciamento in un macchinario, per la caduta da un tetto, il trascinamento da un rullo. Non sembra cambiato niente, nonostante lo sviluppo tecnologico dei macchinari e dei sistemi di sicurezza.

A volte l’imprudenza di qualche giovane lavoratore, altre l’eccesso di sicurezza dei più esperti ma la sicurezza preventiva dovrebbe tarare queste possibilità che statisticamente sono prevedibilissime. Eppure il più delle volte la sicurezza continua ad essere considerata solo un costo.

Tra i primi a commentare la vicenda, il Segretario di RC, Maurizio Acerbo, con un post su Facebook

 

 

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli