28.1 C
Rome
mercoledì 18 Maggio 2022
NewsSe vi sembra normale manganellare 16enni che chiedevano giustizia per Lorenzo Parelli...

Se vi sembra normale manganellare 16enni che chiedevano giustizia per Lorenzo Parelli…

Polemiche dopo le manganellate ai cortei per la morte di Lorenzo Parelli: troppo distratti dalla telenovela Quirinale, quasi nessuno si è reso conto di quanto accadeva agli studenti in piazza.

Cortei per Lorenzo Parelli: se vi sembra normale manganellare 16enni…

Dopo giorni monopolizzati mediaticamente dall’elezione del presidente dela Repubblica, si sono finalmente accesi i riflettori sui gravi “incidenti” di piazza degli ultimi giorni: cariche e manganellate a Torino – ma anche a Napoli e Milano – contro il corteo di studenti e studentesse, la maggior parte liceali, 16enni con gli zainetti, per darvi anche un immagine precisa di quello di cui si parla, che protestavano contro l’alternanza scuola-lavoro e scendevano in piazza per ricordare di Lorenzo Parelli, il ragazzo di 18 anni di Udine morto all’ultimo giorno di stage.

Ci sono stati diversi feriti, si parla di almeno una ventina di studenti e studentesse, in alcuni casi anche soccorsi dalle ambulanze.

A far scattare la polemica, non la politica, presa dai giochi di palazzo per risolvere il rompicapo Quirinale, ma gli utenti sui social:

Per settimane si sono permessi cortei no vax in giro per le città che non rispettavano percorsi e facevano quel che volevano (assalto a Cgil compreso) e si picchiano dei ragazzini”, ha twittato Selvaggia Lucarelli. “Invece di essere fieri di una gioventù indignata voi la caricate ???? Ma che veramente ???? Volete ammutinare la gioventù pensante???”, ha detto invece l’attrice Anna Foglietta.

 

Dicevamo degli incidenti avvenuti anche al corteo a Roma:  “Non possiamo parlare di incidente. Ciò è successo perché gli studenti vengono messi a lavorare nello stesso identico contesto in cui muoiono 4 lavoratori ogni giorno“, ha spiegato Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell’Unione Degli Studenti, nell’annunciare la mobilitazione a Torino e in altre città. “Negli scorsi anni si sono già verificati incidenti gravi che hanno coinvolto studenti in stage PCTO, ciononostante non è stata presa alcuna misura per la loro tutela né si è messo in alcun modo in discussione il modello dell’alternanza scuola-lavoro nel suo complesso”.

 

Il caso è dunque aperto e la politica non ha più potuto girare la faccia dall’alta parte. E infatti diviene l’oggetto della prima dichiarazione politica non direttamente legata al Quirinale del segretario del Partito Democratico, dopo l’elezione di Mattarella. “Sulla questione di ordine pubblico chiediamo che siano date risposte – ha detto Enrico Letta, ospite nella trasmissione Mezz’ora in più su Rai Tre – è una vicenda abbastanza grave”.

A condannare la risposta degli agenti in tenuta anti-sommossa e a chiedere lumi sui fatti accaduti anche il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni: “Lo Stato la smetta di manganellare gli studenti . Domani depositeremo un’interrogazione parlamentare al governo, così magari la titolare del Viminale si ricorderà di dover dare spiegazioni e scuse a tanti studenti, alle loro famiglie e più in generale ai cittadini”.

Le immagini delle cariche contro i manifestanti.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 


Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli