19.9 C
Rome
lunedì 16 Maggio 2022
NewsAumenti bollette, Fratoianni contro Cingolani: "Completamente fuori strada"

Aumenti bollette, Fratoianni contro Cingolani: “Completamente fuori strada”

Aumenti bollette, nei primi tre mesi aumenti annui del 131% della luce e del 95% del gas. Fratoianni critica Cingolani.

Aumenti bollette record

Gli aumenti record dell’energia stanno mettendo in ginocchio il paese. L’Arera in audizione al Senato ha spiegato che “l’impennata dei prezzi all’ingrosso dell’energia nel 2021″, gennaio-dicembre 2021 +500% per il gas e +400% per l’energia elettrica si è riflessa sui prezzi a partire dal secondo semestre 2021.” 

“Pur con gli interventi straordinari da parte del Governo, nel primo trimestre 2022 sul primo trimestre 2021 si è registrato un aumento del 131% per il cliente domestico tipo di energia elettrica (da 20,06 a 46,03 centesimi di euro/kWh, tasse incluse) e del 94% per quello del gas naturale (da 70,66 a 137,32 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse)”.

Una situazione insostenibile e non è arrivata ancora l’ondata di piena degli effetti sull’opinione pubblica. Il governo si sta attrezzando per misure tampone che però non sembrano in grado di avere effetti reali sull’incidenza.

Su questo è intervenuto Nicola Fratoianni, Sinistra Italiana, con una stoccata al ministro della transizione ecologica Cingolani.

Clima e inquinamento, a maggio record di caldo e gas serra

Fratoianni: “Completamente fuori strada”

“Nonostante i miliardi stanziati, nell’ultimo anno le bollette sono aumentate del 94% per il gas e del 131% per l’energia elettrica. Ma questo lo sapete fin troppo bene.
Il punto è quindi come attutire e invertire questi aumenti.

Innanzitutto, tassare gli extra profitti delle compagnie energetiche, miliardi subito a disposizione. Noi di Sinistra Italiana lo ripetiamo da Ottobre.

In secondo luogo, investire pesantemente nelle rinnovabili.
Negli anni il prezzo dell’energia da eolico e fotovoltaico è calato drasticamente, molto al di sotto delle fonti fossili.
Se oggi producessimo il 70% di energia rinnovabile (obiettivo per il nostro Paese entro il 2030) pagheremmo in bolletta oltre il 70% in meno.

Ma il governo non vuole toccare questi enormi profitti e il ministero della finzione ecologica punta a raddoppiare l’estrazione di gas. Totalmente fuori strada.

Oggi più di ieri, giustizia ambientale significa giustizia sociale. Non dimentichiamolo.”

L'ineffabile Cingolani con la scusa degli aumenti rilancia i progetti della lobby del gas
Roberto Cingolani

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli