19.9 C
Rome
lunedì 16 Maggio 2022
SportCalcioInzaghi ha perso il filo: Torino-Inter 1-1, il Pagellone

Inzaghi ha perso il filo: Torino-Inter 1-1, il Pagellone

La squadra di Juric parte forte segnando al 12′ con Bremer, che segna il suo terzo gol stagionale e mette a nudo le difficoltà di Inzaghi, che ha vinto solo una partita delle ultime 6 in campionato. I nerazzurri riescono ad agguantare il pareggio nei minuti finali grazie a Sanchez ma la squadra scende al terzo posto con una partita in meno. Torino-Inter 1-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Torino-Inter 1-1, il Pagellone

Torino-Inter 1-1 (Bremer 12’, Sanchez 90’+3’)

 

Berisha 7 non far rimpiangere Milinkovic Savic non è difficilissimo ma parare. Berisha mette i guantoni quando serve e dice no a Martinez e Calhanoglu nel primo tempo. Para su Dimarco e Vidal. Cade, senza colpe, sul tiro di Sanchez.

Djudji 6 contiene Perisic e tutti quelli che passano dalle sue parti.

Bremer 7 un muro in difesa tranne che in due occasioni: si perde Dzeko nel secondo tempo che di testa mette a lato e Sanchez nel finale che invece segna. Porta in vantaggio i granata raccogliendo un rimpallo in area.

Buongiorno 7 non fa rimpiangere Rodriguez e in area si fa trovare prontissimo.

Singo 6 meglio quando difende. Stranamente poco esplosivo in attacco.

Lukic 7 per tutta la partita pressa i portatori di palla avversari. Senza calare mai.

Mandragora 6.5 distribuisce palloni e sfiora la rete a fine primo tempo.

Vojvoda 6 meglio nel primo tempo quando è coinvolto nella manovra. Nel ripresa evapora.

Pobega 6.5 assist vincente a Bremer e partita solidissima nelle due fasi.

Brekalo 6.5 lotta e suggerisce trame interessanti. Nella ripresa salta come birilli i difensori avversari ma viene stoppato da Gosens sul più bello.

Belotti 7 trascina i granata lottando e sfiorando la rete. Subisce un rigore solare non visto dall’arbitro.

Izzo dal 51’ 6.5 viene riesumato e regala una prestazione ottima. Sfiora il goal di testa.

Rodriguez dal 76’ s.v.

Ansaldi dal 76’ s.v.

Sanabria dall’82’ s.v.

Ricci dall’82’ s.v.

Juric 7

Ottima prestazione. Il Toro gioca e aggredisce gli avversari. Il pareggio nel finale sa di beffa. Anche per il rigore non fischiato.

 

Internazionale

Handanovic 6.5 sulla rete di Bremer non ha colpe. Para nel primo tempo su Belotti e nella ripresa si ripete su Izzo e nega il raddoppio ai granata.

Skriniar 6 soffre la mobilità di Brekalo e si arrangia come può. In affanno.

Ranocchia 5 soffre Belotti e lo trebbia in area. Vedono tutti tranne l’arbitro. Fortunato.

Bastoni 5 soffre l’aggressività del Toro. Prende un giallo e la ripresa la guarda dagli spogliatoi.

Darmian 5.5 l’impegno non gli manca mai ma soffre gli attacchi dei granata nella sua fascia. Un pochino meglio nella ripresa.

Barella 6 orfano di Brozovic corre come un matto per sostenere il reparto centrale. Non sempre lucido ma combattivo.

Vecino 6 non ha le caratteristiche di Brozovic ma si guadagna la pagnotta. Lotta e serve un pallone d’oro a Dzeko che manda a lato.

Calhanoglu 6 tanto movimento. Mette un pallone sulla testa di Martinez che non segna e costringe Berisha ad una parata su un suo calcio piazzato.

Perisic 5 un primo tempo disastroso. Non ne indovina una. Sostituito.

Dzeko 6 luci ed ombre. Si muove tanto e cerca di creare spazi. Sbaglia due goal di testa ma serve l’assist a Sanchez che pareggia.

Martinez 6 tanta corsa ed impegna due volte Berisha. Sostituito.

Gosens dal 46’ 6 costretto a difendere e decisivo su Brekalo e gli nega il 2-0.

Dimarco dal 46’ 6 difende bene, si propone. Ha la palla del pareggio e non la sfrutta.

Sanchez dal 68’ 6.5 inesistente fino al minuto 93 quando segna la rete del pareggio.

Vidal dal 68’ 6 lotta ed impegna Berisha.

Correa dal 76’ s.v.

Inzaghi 5

Prestazione deludente. Se manca Brozovic non esiste un piano B. La squadra soffre il pressing granata, sbaglia come da copione almeno due reti, trova nel finale un pareggio insperato. Uno scudetto buttato in un campionato mediocre dove basterebbe fare il minimo sindacale.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli