Quotidiano on-line ®

28.2 C
Rome
venerdì, Luglio 1, 2022

Inzaghi sempre primo, non sente la pressione: Inter-Lazio 2-1, il Pagellone

Ottava vittoria consecutiva per i nerazzurri che cominciano il 2022 così come avevano terminato il 2021. Le reti di due difensori Bastoni e Skriniar, fanno sorridere Inzaghi che torna così in testa alla classifica, un punto sopra al Milan e con una partita in meno. Sarri mastica amaro: la sua squadra non ha giocato male ma ha evidenziato ancora una volta una fase difensiva che non funziona: sono già 39 gol presi in 21 partite. Inter-Lazio 2-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Inter-Lazio 2-1, il Pagellone

Inter-Lazio 2-1 (Bastoni 30’, Immobile 35’, Skriniar 67’)

Handanovic 6 lo sport nazionale è vivisezionare le reti prese dall’Inter e dare la colpa al portiere. Sulla rete subita, se c’è un colpevole, lui è l’ultimo. Blocca bene un cross insidioso di Pedro ed esce sui piedi di Immobile.

Skriniar 6 gioca da terzino offensivo e spesso e volentieri cerca fortuna in avanti. Si fa una bella dormita sulla rete laziale ma si fa perdonare segnando il goal vittoria.

De Vrij 5.5 anche lui sulla rete di Immobile sembra passare li per caso.

Bastoni 7.5 puntuale in difesa dove non sbaglia praticamente nulla. Segna la rete del vantaggio interista e scodella il cross vincente per Skriniar.

Dumfries 6 poco servito nel primo tempo. L’unica volta che lo fanno mette in mezzo un cross al bacio per Martinez. Tanta corsa e spirito di abnegazione.

Barella 6 solita prestazione solida ed un cross molto bello per Perisic che di testa la mette alta.

Brozovic 6.5 tutte le azioni passano dai suoi piedi. È come mettere il pallone in banca. Non banca Etruria.

Gagliardini 6.5 si incolla a Milinkovic e ne frena la creatività. Recupera un numero infinito di palloni. Working class in salsa pallonara.

Perisic 7 punta sempre l’avversario e mette in mezzo innumerevoli palloni. Sfiora il goal di testa nel primo tempo. Nel secondo un giocatore laziale salva sulla linea.

Sanchez 7 è ovunque. Gioca quasi da trequartista. Manda in rete Martinez. Impegna il portiere avversario su punizione.

Martinez 6 nel primo tempo ha due palloni. Con il primo segna ma il Var vede un fuorigioco millimetrico. Con il secondo Strakosha fa un miracolo. Nel secondo tempo sparisce un po’ dai radar.

Dzeko dal 73’ 6 entra e spazza palloni dove capita.

Correa dal 73’ 6 torna dopo un lungo infortunio. Si crea una bella azione ma spara alle stelle.

Darmian dal 77’ s.v.

Vidal dall’82’ s.v. in 10 minuti riesce a prendere un giallo

Dimarco dall’82’ s.v.

Inzaghi 7

Ottava vittoria consecutiva. La sua squadra è solida e gioca da grande. Conquista altri tre punti pesantissimi.

Foto da Eurosport

Lazio

Strakosha 6.5 tecnica approssimativa ma efficace nelle parate. Dice di no a Martinez, Sanchez e Dumfries.

Hysay 5 non riesce a contenere Perisic che fa quello che vuole.

Luis Felipe 6 fatica contro gli attacchi interisti. Si salva di mestiere.

Radu 5.5 in palese imbarazzo picchia come un ferraio e prende solo un giallo.

Marusic 5.5 quando Dumfries lo punta va in sofferenza.

Milinkovic Savic 5.5 soffre molto la marcatura di Gagliardini.

Cataldi 6 bravo nel cogliere la narcolessia che colpisce la difesa interista. Manda in rete Immobile. Poi sparisce.

Basic 5 viene travolto da Skriniar che segna il goal partita.

Anderson 5 con Bastoni non vede palla. Anzi è lui che si trova a difendere.

Immobile 6.5 appena ha la palla buona segna la rete laziale. Sono 15 in campionato. Non male per uno considerato scarso.

Pedro 6 tanto movimento ed una bella palla messa in mezzo ma neutralizzata dal portiere nerazzurro.

Zaccagni dal 60’ 5 si nota solo per i calci che rifila a Barella

Luis Alberto dal 68’ 6 non riesce ad essere decisivo.

Luca Leiva dal 68’ 5.5 fa girare la palla. A vuoto.

Lazzari dall’80’ s.v.

Sarri 5.5

Sono 39 reti subite in 21 partite. Numeri da oratorio. Inoltre la manovra offensiva non è così spumeggiante. Il quarto posto è un miraggio.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

Leggi anche

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli