Quotidiano on-line ®

23.5 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Napoli-Juventus 1-0, il Pagellone di Lobanovsky

Insigne crea, Meret conserva e così Gattuso beffa Pirlo e ritrova il 4° posto in classifica: Napoli-Juventus 1-0, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Napoli-Juventus 1-0, il Pagellone

Napoli-Juventus 1-0  (Insigne 31′ r)

Meret 7.5 salva almeno tre goal fatti. Sempre attento e sempre al posto giusto e nel momento giusto. Non avrebbe dovuto giocare. Il destino.

Di Lorenzo 6 più in difficoltà contro Chiesa quando deve curarsi di Bernardeschi va molto meglio.

Rrahmani 7 subisce il fallo da rigore e lotta come un leone nel forcing finale bianconero, con interventi anche spettacolari. Quasi da stuntman.

Maksimovic 7 contiene molto bene Morata e si riscatta dalle critiche, meritate, delle ultime partite.

Mario Rui 6.5 aggressivo contro l’avversario che passa dalle sue parti.

[themoneytizer id=”68124-1″]

Zielinski 5 sparisce dalla partita. Forse non gradisce molto la posizione che gli ha dato Gattuso.

Bakayoko 5.5 se non fosse per la fisicità lo avrebbe dovuto cambiare dopo 5 minuti. Deve trovare la condizione.

Politano 6.5 partita di sacrificio tanto da trasformarsi in difensore per aiutare i compagni.

Insigne 7 rigore perfetto e partita da leader. Non molla mai.

Lozano 7 finché ha gambe e fiato corre e spacca la difesa juventina. Un vero combattente.

Osimhen 6 partita di grande sacrificio. Deve trovare la condizione e fare quello per cui l’hanno preso. Segnare.

Ruiz dal 64′ 6 gestisce bene il pallone ed ha una buona condizione fisica.

Elmas dal 65′ 5.5 non entra bene in partita.

Petagna dal 75′ 5.5 non riesce a tenere un pallone.

Lobotka dall’88’ s.v.

Gattuso 7

Squadra determinata, stoica, compatta e i giocatori sono tutti dalla sua parte. Nella giornata più difficile porta a casa i tre punti con una prestazione figlia del suo carattere.

Napoli-Juventus 1-0, il Pagellone di Lobanovsky

Juventus

Szczesny 6 praticamente mai impegnato se non nel rigore che non avrebbe parato manco un eroe della Marvel.

Cuadrado 5 Lozano lo mette in difficoltà ed è costretto ad inseguirlo, ed a trebbiarlo, un paio di volte prendendo anche un giallo. Viene sostituito per un infortunio.

Chiellini 5 sbaglia praticamente tutti gli appoggi e concede le ripartenze agli avversari. Con una manata provoca il rigore trasformato da Insigne. Prende un giallo, non protesta perché come dice il suo amico Bonucci: “Devi rispettare l’arbitro

De Ligt 6.5 solita partita senza sbavature. Osimhen di oggi non è un grosso problema.

Danilo 6 meglio nella ripresa quando gioca a destra. Fedelissimo di Pirlo non è stato comunque brillante.

Bernardeschi 5.5 brilla poco come al solito. L’ennesima occasione sprecata.

Bentancur 5 riesce a prendere l’insufficienza facendo passaggi da torneo parrocchiale. È piatto.

Rabiot 5.5 l’unica spiegazione alla sua presenza in campo è che con l’ingaggio che ha non può stare in panchina. Modesto.

Chiesa 6.5 gioca a destra, poi a sinistra, poi a destra manco fosse iscritto a Italia Viva. Ovunque gioca pretende dal guardalinee che segnali fantomatici falli. L’arbitro bisogna rispettarlo, il guardalinee?

Morata 5 qualche accelerata e niente di più. A fine primo tempo parte palla al piede, con tre possibilità per lo sviluppo dell’azione, e riesce a farsi portare via la palla.

Ronaldo 5.5 ha almeno due occasioni per segnare ma viene fermato da Meret. Se torna terrestre si prende un voto da terrestre.

Alex Sandro dal 46′ 6.5 entra bene in partita tanto da far rimpiangere il suo impiego dal primo minuto.

McKennie dal 63′ 5 inutile quasi quanto Rabiot.

Kulusevski dal 72′ 6 qualche spunto ma niente di più.

Pirlo 5.5

Se la sua squadra non segna perde. Ha fatto 9 punti meno di Sarri, che a sentire qualcuno non capiva niente. In difesa rischia poco ma davanti non segna molto, infatti ha il sesto attacco del campionato. Visto che lo scopo del gioco è segnare qualcosa non torna. Ma il rispetto per l’arbitro non manca.


Serie A, Giornata 22

 

[themoneytizer id=”68124-28″]

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli