28.8 C
Rome
giovedì 19 Maggio 2022
SportCalcioTutti a casa, debacle azzurra: Italia-Macedonia del nord 0-1 il Pagellone

Tutti a casa, debacle azzurra: Italia-Macedonia del nord 0-1 il Pagellone

A Mancini non riesce un nuovo miracolo, perché di questo stiamo parlando: dopo aver vinto l’Europeo con uno dei tridenti d’attacco più modesti della storia azzurra, arriva la seconda mancata qualificazione ai mondiali consecutiva. L’italia s’è persa. Passa la Macedonia del Nord, a cui basta un gol di Trajkovski al 92′, che affronterà il Portogallo in finale. Italia-Macedonia del nord 0-1 il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Italia-Macedonia del nord 0-1 il Pagellone

Italia-Macedonia del Nord 0-1 (Trajkovski 90’+2’)

 

Donnarumma 4 il presunto portiere più forte del mondo prende goal con un tiro senza pretese nell’angolino. Tiro scagliato da fuori area senza manco guardare.

Florenzi 5 nel primo tempo è bravo su Churlinov che rischiava di andare in porta. In fase di spinta non pervenuto.

Mancini 5 non deve marcare nessuno. Riesce ad essere poco lucido a fine prima frazione e deve rimediare Florenzi. Non prende nessuna ammonizione e si rovina la media stagionale.

Bastoni 5 non rischia nulla ma verrà ricordato per una delle figuracce più grandi della storia del calcio italiano.

Emerson 4.5 mai pericoloso. Non dovendo preoccuparsi di nessuno non si capisce cosa abbia fatto tutta la partita.

Barella 4.5 riesce a giocare peggio di quanto faccia all’Inter.

Jorginho 4 è sufficiente marcarlo a uomo per farlo sparire dal campo. Non dimentichiamo che se l’Italia ha giocato questa indimenticabile partita è grazie alla sua mira dal dischetto.

Verratti 5.5 il migliore del centrocampo italiano ma mai decisivo. Si fa trascinare dalla mediocrità generale.

Berardi 4 tutto quello che gli riesce con il Sassuolo non gli riesce in Nazionale. A porta vuota riesce a non segnare.

Immobile 3 in campo a fare numero riesce a non essere mai pericoloso. Una pena imbarazzante.

Insigne 2 manca il coraggio di prendersi la responsabilità della giocata per sbloccare la situazione. Per fare il passaggio telefonato andava bene anche Giovinco.

Raspadori dal 64’ 5 entra e non succede nulla.

Tonali dal 77’ 4 anche facendo pena passi alla storia.

Pellegrini dal 77’ 4 come sopra.

Joao Pedro dal 90’ 4 la colpa non è sua ma di chi l’ha convocato.

Chiellini dal 90’ 4 ha portato esperienze. Nessuno come lui ha fatto tante figuracce a livello internazionale.

Mancini 0

La fortuna all’Europeo vinto a sua insaputa ha presentato il conto. Secondi in un girone ridicolo, una partita preparata da sbruffone con proclami di vittoria in Qatar, hanno fatto il resto. Le dimissioni ci sembrano il minimo e che non siano ancora arrivate è semplicemente ridicolo. Chiellini al 90esimo è una mossa che rivoluzionerà il calcio dal punto di vista tattico. Visionario.

Gravina 0

La poltronite gli impedirà gli uno scatto di decenza. Dovrebbe essere accompagnato alla porta con Mancini.

 

Macedonia del Nord

Dimitrievski 6.5 mantiene la porta inviolata giocando una partita da torneo aziendale. Brivido quando regala il pallone a Berardi con la porta vuota.

Ristovski 6 lascia che Emerson crossi sapendo che non combinerà nulla.

Velkovski 6.5 molto pratico sbaglia poco.

Musliu 7 guida bene la difesa e respinge gli attacchi degli avversari.

Alioski 7 fa sentire i tacchetti agli avversari.

Churlinov 6 pugnace punzecchia gli avversari.

Ademi 6 ringhia sui palloni non sempre in modo efficace.

Bardhi 6.5 si piazza su Jorginho e lo limita.

Nikolov 6 spezza le trame degli avversari.

Ristovski 6 pochi palloni che non riesce a sfruttare.

Trajkovski 7 un tiro avvelenato senza guardare manda a casa la Nazionale italiana.

Spirovski dal 58’ 6 aiuta in difesa.

Ashkovski dal 58’ 6 protegge la sua area di rigore.

Miovski dal 71’ 6 lotta come un fante macedone.

Ristevski dall’85’ s.v.

Milevski 7

Fa la sua onestà partita difensiva. I suoi ragazzi trovano la rete nel finale per il delitto perfetto. Si giocherà martedì la qualificazione in Qatar. Comunque vada ne uscirà vincitore.

 

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 

 

 


Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli