27.6 C
Rome
martedì 17 Maggio 2022
PolisLavoro, diritti, economiaCoppie di fatto: niente reversibilità senza una unione civile formalizzata

Coppie di fatto: niente reversibilità senza una unione civile formalizzata

Coppie di fatto: niente pensione di reversibilità in assenza di una unione civile formalizzata, lo ha deciso la Cassazione.

Coppie di fatto: niente pensione di reversibilità in assenza di unione civile formalizzata

La Cassazione ha stabilito che per percepire la pensione di reversibilità è necessaria una unione civile formalizzata. Per le coppie di fatto la convivenza non è sufficiente per usufruire del trattamento previdenziale.

Per accedervi è necessaria una formalità come:

  • il matrimonio;
  • l’unione civile;
  • la convivenza riconosciuta al comune.

La decisione a seguito dell’ordinanza n. 8241 del 14 marzo 2022 in cui l’Organo di giustizia ha respinto il ricorso n. 28640/2019 avanzato da una donna che richiedeva il trattamento pensionistico in seguito al decesso della partner, con la quale aveva convissuto per trent’anni, avvenuto prima dell’entrata in vigore della legge sulle unioni civili del 2016 (legge 76/2016).

La discriminazione lamentata dalla richiedente risiede nella mancanza da parte della normativa italiana del diritto alla pensione di reversibilità in favore del partner superstite dello stesso sesso, in presenza di una relazione stabile equivalente a quella del coniuge, vista l’impossibilità di formalizzare l’unione prima del 2016.

Cassazione: il lavoratore sboccato non può essere licenziato

Coppie di fatto e reversibilità

Le coppie di fatto, ovvero le coppie che punto di vista giuridico sono formate da persone conviventi ma non sposate, unite civilmente o che non hanno dichiarato la loro convivenza attraverso la registrazione in Comune di un contratto di convivenza, non potranno usufruire della pensione di reversibilità.

La pensione di reversibilità è un trattamento pensionistico riconosciuto in caso di decesso del pensionato in favore dei familiari superstiti.

Si tratta di una forma di tutela previdenziale legata ai diritti e doveri di coppia che, in forza articolo 2 della Costituzione, tutela e garantisce l’uguaglianza all’interno delle formazioni sociali.

Cassazione lavoratore deve dimostrare di essere stato licenziato oralmente

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

 

 


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli