Quotidiano on-line ®

28.9 C
Rome
giovedì, Agosto 18, 2022

La finale di X Factor 2021, il Super Pagellone

L’edizione di X Factor 2021 è appena terminata: che voto avranno preso i cantanti, il presentatore e i giudici? Scopritelo con il nostro super pagellone.

X Factor 2021, la finale

L’edizione più noiosa della storia di X Factor è stata aperta delle superstar Maneskin, che con Beggin e il loro birignao internazione ci hanno tenuto a sottolineare, senza dirlo, che a loro è andata bene, ma perchè sono loro. Un po’ come il Marchese del Grillo: io so io e voi nun siete un ca… (vabbè, questo lo stiamo presumendo noi).

Gli altri superospiti della serata sono stati i Coldplay, con il solito brioso Chris Martin, ancor più merluzzato del solito, grazie anche all’intervista del conduttore, al limite dell’imbarazzo. Ma passiamo al pagellone.

 X Factor 2021, il Super Pagellone

I cantanti

Fellow – Voto 3: L’artista con il nome scelto a caso aprendo un dizionario d’inglese, veste come il mago di Ariccia durante un rito arcaico di fertilità al sole, ma meno sobrio. Duetta con Mika sulle note di “Underwater”, brano di Mika, cercando di fare una buona impressione al suo giudice, sempre Mika. Evidentemente non ha convinto Mika: è il primo eliminato della serata. Ci mancherà. Come la Gelmini quando era ministra dell’istruzione.

Baltimora – Voto 4: Caso unico di un Baltimora che riesce a far rimpiangere le doti artistiche dell’altro Baltimora, quello anni 80′ che ci deliziava con Tarzan Boy. Per non farsi mancare nulla inizia la serata reinterpretando “Otherside” dei Red Hot Chili Peppers insieme a Hell Raton alla batteria. Tanto rumore per nulla. Va peggio alla fine quando propone il suo medley: l’effetto è quello di una sniffata di colla andata a male. Risultato? Ovvio: vince!

Foto Sky24

gIANMARIA – Voto 4: Il cantante col nome scritto a cacchio perchè fa notizia, infatti noi lo stiamo scrivendo credendo di darci un tono snob e invece stiamo facendo il suo gioco – maledetto! Ci hai ingannati!- scusate, mi son fatto prendere la mano… Vabbè, dicevamo, di coso che insieme ad Emma Marrone finsice per essere lui stesso Emma Marrone. E quando canta  “La Nostra Relazione” di Vasco Rossi sembra una canzone di Emma Marrone. Tutto il resto, medley compreso, è noia.

Bengala Fire – 5,5:  Quelli che almeno fanno muovere un po le gambe, come quando ci si sgranchisce dopo ore seduti su di un treno affollato. Duettano con Manuel Agnelli sulle note di “In Between Days” dei Cure e non la stuprano, è già un brillante risultato in quest’edizione. Sullo spessore della band vedremo in futuo. Anzi, vedrete voi perchè noi non ne vogliamo sapere nulla, preferiamo rimanere vecchi nostalgici che rimettono per l’ottantesima volta il cd The fragile dei Nine Inch Nails in sottofondo mentre scriviamo queste brillanti pagelle.

Il conduttore

Ludovico Tersigni – Voto 2,5: Mezzo voto in più per incoraggiarlo. Il suo manager, quando gliel’hanno presentato, deve aver confuso “Ha un futuro da Lidl” con “Ha un futuro da leader”.

Foto Corriere

I giudici

Manuel Agnelli – voto 6: alla carriera. Per il resto canta, suona, presenta, commenta, tutto nella stessa serata. Tutto un po’ a caso… Tutto fa un po’ male, come cantava lui qualche anno fa.

Emma – voto 4: volevamo darle 6 per simpatia, ma quest’anno ha preferito evitare il suo solito stile un po’ caciarone per un tocco di sobrietà. E allora siamo scesi a 5. Poi abbiamo visto anche il trailer di “A casa tutti bene”, serie firmata da Gabriele Muccino della quale è una delle protagoniste, e siamo scesi a 4. Per fortuna l’edizione è terminata e ci siamo fermati nella discesa vorticosa.

Mika – voto 4: Noiosissimo quest’anno, tutto dedito al buonismo. Se non fosse per gli abiti messi a caso con i colori catarifrangenti dei segnali stradali notturni, sarebbe potuto sembrare uno passato in studio a salutare durante le registrazioni.

Hell Raton – Voto 3,5: Una volta, così per caso, accade l’inspiegabile. Nel suo caso lo è tutto: perchè è diventato famoso? Perchè fa il giudice? Perchè il suo Baltimora ha vinto?

Foto Agi

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 

Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli