Quotidiano on-line ®

21.4 C
Rome
giovedì, Agosto 11, 2022

Troppo nerazzurro all’Olimpico: Roma-Inter 0-3, il Pagellone

All’Olimpico una Roma rimaneggiata non riesce ad opporre alcuna resistenza alla squadra di Inzaghi: tris nel primo tempo e dominio assoluto dei nerazzurri che vanno in goal con Chalanoglu, Dzeko (che non esulta) e Dumfries, autore di una rete spettacolare). Ripresa senza storia, con la squadra di Mourinho incapace di reagire e la squadra di Inzaghi a controllare in scioltezza. Roma-Inter 0-3, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Roma-Inter 0-3, il Pagellone

Roma-Inter 0-3 (Calhanoglu 15’, Dzeko 24’, Dumfries 39’)

 

Rui Patricio 4 in realtà sarebbe da 3 per il goal di Calhanoglu preso su calcio d’angolo. Rischia di prenderne un altro, sempre su corner, e fa una gran parata su Dzeko.

Smalling 4.5 guarda gli avversari fare quello che vogliono. Il secondo goal è preso con la difesa schierata.

Mancini 5 prende un giallo che gli costerà la prossima partita. Di lui ricordiamo la discesa sulla destra con palla a Viña che si fa murare. Dietro non la vede mai ed è in balia degli attaccanti interisti.

Kumbulla 4.5 in totale confusione come i suoi compagni di reparto. La fiducia che sente da parte di Mourinho fa il resto.

Ibaňez 4 in linea teorica dovrebbe contenere gli attacchi che arrivano dalla sinistra. In pratica lo saltano tutti quelli che passano dalle sue parti

Veretout 3.5 doveva marcare e limitare Calhanoglu. Secondo voi ci è riuscito?

Cristante 4 lui invece doveva limitare Brozovic che fa quello che vuole.

Mkhitaryan 5.5 non perde la testa ed ha personalità. Non gli riesce praticamente nulla ma almeno ci prova.

Viña 4 ci prova ma Dumfries gli mura il tiro. Lui ci prova con Dumfries che invece segna.

Zaniolo 4 qualche scatto ma rimbalza contro i difensori interisti. Il capolavoro lo fa al minuto 75. Partita finita e prende un giallo per un fallo inutile. Risultato: salta la partita con lo Spezia. Premio Rommel “Volpe nel deserto”.

Shomurodov 3 tocca pochi palloni e non c’è neppure bisogno di marcarlo. Più che “falso nueve” sembra un “falso jugador”.

Bove 61’ 6 è giovane e la situazione era già compromessa.

Volpato 90’+1’ s.v. è australiano. Tanto per scrivere qualcosa.

Mourinho 3

Se prendi sette milioni l’anno e non fai giocare l’unica punta di ruolo che hai è lecito farsi qualche domanda. Punta che la scorsa stagione ha segnato, tra campionato e Coppe, 17 reti. La sua squadra non la vede mai. A fine primo tempo la partita è finita e nel secondo tempo subisce il palleggio nerazzurro. La polemichetta sull’arbitro si commenta da sola.

 

Internazionale

Handanovic 6 serata da pop corn, Coca Cola e rutto libero. Ordinaria amministrazione. Con il Venezia una parata seria aveva dovuto farla.

D’Ambrosio 7 controlla bene i tentativi dei romanisti. Tutti concentrati nei primi cinque minuti.

Skriniar 7 si mette Shomurodov in tasca. Gli avanti giallorossi non tirano mai.

Bastoni 8 meno male che era reduce da una gastroenterite. In difesa è impeccabile. Fa un cross al bacio che manda in rete Dumfries..

Dumfries 7.5 salva su Viña e sul capovolgimento di fronte segna la terza rete interista. Da lì è un crescendo.

Barella 7 ha sette, otto, nove polmoni. Insegue i portatori di palla romanisti e non li fa ragionare. Generoso ed instancabile.

Brozovic 7 dirige la sinfonia nerazzurra saltando sempre l’avversario di riferimento. È ovunque.

Calhanoglu 7.5 segna un goal alla Recoba da calcio d’angolo. Rischia di fare la doppietta sempre su corner. Serve la palla del raddoppio interista. Insegue gli avversari in ogni zona nel campo. Un Calha mai visto.

Perisic 7 spinge sulla sinistra mandando a gambe all’aria la difesa giallorossa. Quando serve arretra e fa buona guardia.

Correa 7 manda in crisi la difesa romanista giocando su tutto il fronte d’attacco. Esce per un infortunio.

Dzeko 7 segna il raddoppio interista e costringe il portiere giallorosso ad una paratona. Non soffre i fischi dei suoi ex tifosi.

Vidal dal 59’ 6 fa densità in mezzo e mura le incursioni romaniste.

Sanchez dal 59’ 6 entra con la solita voglia e cerca gloria personale che non trova.

Vecino dal 76’ s.v.

Dimarco dal 76’ s.v.

Sensi dall’83’ s.v. ha la palla del 4-0 ma la spara alta.

Inzaghi 8

I suoi ragazzi fanno a pezzi la Roma in mezz’ora. Nella ripresa si limitano a palleggiare in faccia ai romanisti. Non è chiaro se la vittoria con la Roma è da considerare scontro diretto oppure è come battere il Venezia. Un atto dovuto.

 

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli