Quotidiano on-line ®

26.3 C
Rome
martedì, Luglio 5, 2022

Milan-Porto 1-1, ora serve un miracolo ai rossoneri. Il Pagellone

I rossoneri guadagnano il primo punto in classifica: l’autogol di Mbemba propiziato da Kalulu al 61′ risponde al vantaggio iniziale firmato da Luis Diaz, ma per prosguire in Europa ora serve un miracolo. Milan-Porto 1-1, il Pagellone.

Calcio, l'Uefa vuole eliminare la regola dei gol in trasferta

Milan-Porto 1-1, il Pagellone

Milan-Porto 1-1 Diaz 6’, Mbemba 61’ (ag)

Tatarusanu 7 se il Milan non affonda come il Titanic è grazie alla sua manona che spezza il sogno del raddoppio ai Dragones. Quando non ci arriva lui ci pensa la traversa.

Calabria 5 è tale la giostra che prende nel primo tempo che lo devono sostituire perché ha un giramenti di testa.

Tomori 5.5 si fa sorprendere nella rete portoghese. Per il resto sbaglia poco.

Romagnoli 6.5 i palloni alti sono tutti suoi. Lui non stecca la partita.

Hernandez 5 messo a riposo per il derby avrebbe dovuto dare tutto. In realtà si accende raramente e non mette mai in difficoltà gli avversari.

Tonali 6.5 copre i buchi lasciati dai compagni. Cerca di far ripartire la manovra ma predica nel deserto.

Bennacer 5 perde palla e i rossoneri prendono goal. Mai lucido mai decisivo. La Champions per lui è troppo.

Saelemaekers 5 un tempo di scelte sbagliate. Molta corsa e niente di più.

Diaz 5 torna titolare ma del giocatore che aveva incantato nelle prime partite non c’è traccia. Gioca pochi palloni senza inventare nulla.

Leao 5.5 nel primo tempo inesistente. Nella ripresa meglio ma non vede mai la porta.

Giroud 6 è spesso in fuorigioco e mai servito dai compagni. Ci mette lo zampino nel goal del pareggio.

Kalulu dal 46’ 6.5 ha il merito di costruire il goal del pareggio.

Krunic dal 68’ 6 un po’ di fosforo alla pugna e basta.

Kessie dal 68’ 5.5 rispetto a Tonali un passo indietro.

Ibrahimovic dal 76’ 5.5 per essere il quarantenne più forte dell’Universo fa ben poco per cambiare le sorti della partita.

Maldini dall’85’ s.v.

Pioli 6

almeno non finiscono a zero punti ma il destino in Champions sembra segnato. Rispetto alla partita di andata cambia solo che il Milan non ha perso. Francamente ci sono degli elementi in rosa che con la Champions c’entrano come Renzi con la sinistra.

Covid, Messi e Rovella la bolla del calcio sta per esplodere

Porto

Diogo Costa 6.5 per una buona mezz’ora non è mai chiamato in causa. Quando serve para bene su Giroud. Non può nulla sulla rete subita.

J. Mario 6 meglio nella prima frazione. Ad ogni modo controlla bene gli avversari.

Pepe 7 dietro le prende tutte lui. Gioca con grinta e non perde un duello.

Mbemba 6 tutto bene fino alla sfortunata autorete. Da quel momento perde un po’ di sicurezza.

Sanusi 6.5 dalle sue parti non si passa. Chiedere a Saelemaekers.

Otavio 6 molto incostante e si mangia il goal del raddoppio.

Grujic 7 lotta, manda in goal Diaz e sfiora la rete personale. Prestazione maiuscola.

Sergio Oliveira 6.5 recupera palloni ed apre con giocate che mandano in crisi i rossoneri.

Diaz 7.5 gara sontuosa e prestazione da Champions e goal che scardina la difesa milanista. Cosa chiedere di più?

Evanilson 6.5 partita di sacrificio e traversa colpita. Sempre pericoloso.

Taremi 5 poco concreto e si divora una facile occasione.

Vitinha dal 69’ 6 entra e prende un giallo. Approccio combattivo.

Conceicao dal 79’ s.v.

Costa dal 79’ s.v.

Pepe dall’85’ s.v.

Martinez dall’86’ s.v.

Conceicao 6.5

Per gran parte della gara i suoi hanno dominato la partita. Non è fortunato nella gestione dei cambi.

 

Leggi anche

Actarus
Actarus
Alleva cavalli, guida astronavi, combatte per l'umanità, appassionato di sport e malato di calcio.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli