Quotidiano on-line ®

23.5 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Champions, Inzaghi torna in corsa: Inter-Sheriff 3-1, il Pagellone

Edin Dzeko trascina i nerazzurri alla prima vittoria in Champions con un gol e un assist. Le altre reti portano le firme di Vidal e De Vrij. Ottima è stata ancora una volta la partita di Perisic, sfortunatissimo con due legni colpiti. Inzaghi ha la possibilità nel prossimo match, ancora con lo Sheriff, di sorpassare i moldavi. Inter-Sheriff 3-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Inter-Sheriff 3-1, il Pagellone

Inter-Sheriff 3-1 (Dzeko 34’, Thill 52’, Vidal 58’, De Vrij 67’)

Handanovic 6 nel primo tempo chiude bene su una ripartenza moldava. Sulla punizione la tocca ma non ci arriva. Serata abbastanza tranquilla.

Skriniar 7 controlla bene Castaneda che non tocca mai il pallone. Di fisico, esperienza e classe.

De Vrij 7 dirige bene la difesa controllando le sfuriate moldave. Segna il terzo goal da punta navigata e mette in ghiaccio la partita.

Dimarco 6.5 spinge e difende. Sfiora l’eurogoal su punizione. Corre tanto, non sempre lucido provoca il fallo da cui nasce il pareggio moldavo.

Dumfries 6 corre, corre e corre. Vola, lanciato da Dzeko, verso la porta avversaria ma sul più bello si incarta. Ha buoni inserimenti ma una tecnica approssimativa. Spara alle stelle una buona occasione nella ripresa. Si riscatta facendo l’assist vincente De Vrij.

Barella 7 non spreca palloni. Corre ed è sempre nel vivo dell’azione. È il cuore dell’Inter da cui dipendono i destini dei nerazzurri. Fraseggia con Brozovic e gestisce la doppia fase ed anche la tripla se ce ne fosse bisogno.

Brozovic 7 quando gira lui gira anche la squadra. I treni arrivano in orario e Natale viene tre volte l’anno. Testa alta, sguardo da “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” danza tra le linee nemiche e distribuisce palloni innescando la manovra interista.

Vidal 7 cresce con il passare dei minuti. Riporta avanti i nerazzurri con un inserimento in area. Lancia Martinez appena vede il corridoio libero. Muscoli e testa. Recuperarlo sarebbe tanta roba per Inzaghi.

Perisic 7.5 i suoi inserimenti mandano nel panico i difensori moldavi. Colpisce un palo ed una traversa, giocate di alta scuola, spettacolo puro.

Dzeko 8 il cigno di Sarajevo la sblocca con una torsione perfetta, mette la palla nell’angolino sotto la traversa. Manda in goal Vidal, va a recuperare un velenoso pallone in difesa. Danza palla al piede e delizia i tifosi nerazzurri.

Martinez 6.5 gli manca solo il goal che gli viene negato dal portiere avversario. Perde un brutto pallone ma insegue l’avversario fin dentro l’area e fa un recupero da difensore vero. Dialoga con Dzeko ed ha la garra giusta.

Bastoni dal 55’ 6.5 spinge e difende. Entra con la giusta determinazione e si cala subito nella contesa.

Sanchez dal 75’ 6 pochi minuti per incidere nella gara.

Gagliardini dal 75’ 6 non sbaglia niente e ci mette fisico e voglia.

Sensi dall’85’ s.v. sfiora il goal con un tiro all’incrocio.

Kolarov dall’85’ s.v.

Inzaghi 7

Mette bene la squadra in campo sia tatticamente che mentalmente. Porta a casa i tre punti battendo una squadra che non perdeva da 19 partite ed era a punteggio pieno nel girone. La strada è quella giusta con vista alla partita di domenica.

Sheriff Tiraspol

Celeadnic 6.5 le sue parate e due legni limitano i danni.

Fernando Costanza 4 serata da incubo. Viene travolto ed irriso da un Perisic in formato deluxe. Ha un nome da attore porno.

Dulanto 5.5 fa quello che può contro Dzeko e compagni.

Arboleda 5.5 parte bene finché la pressione dei nerazzurri non lo manda in crisi.

Cristiano 6 ingaggia un bel duello con Dumfries limitandolo per buona parte della partita. Impegna Handanovic a fine primo tempo.

Thill 6.5 il voto è per la punizione che regala il momentaneo pareggio ai moldavi. Per il resto non ci ha capito molto in mezzo al campo.

Kolovos 5,5 sembra un personaggio di Izzo nella sua trilogia marsigliese. Si fa trovare dai compagni ma ha poche idee ed anche confuse.

Addo 6 bene in fase di rottura ma ha piedi da minatore scozzese e quando deve impostare sono guai.

Traore 6 in paio di incursioni in area niente di più. È uno dei diecimila Traore che giocano a calcio.

Bruno 6 gara di sacrificio. Molta volontà poca efficacia.

Castaneda 4 non offende e non difende. Sembra un pesce fuori d’acqua.

Radeljic dal 46’ 6 aiuta la fase difensiva e fa un paio di belle chiusure.

Nikolov dal 75’ s.v.

Cojocaru dall’84’ s.v.

Cojocari dal 90’+1’ s.v.

Vernydub 5.5

Imposta la partita come può, difesa e ripartenze. Come abbiamo fatto a fare sei punti è un mistero.

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

Leggi anche

 

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli