22 C
Rome
mercoledì 18 Maggio 2022
PolisMondoPortogallo, maggioranza assoluta per i socialisti di Antonio Costa

Portogallo, maggioranza assoluta per i socialisti di Antonio Costa

Il partito di Antonio Costa ha ottenuto 117 seggi nel parlamento su 230, rispetto ai 108 dell’assemblea uscente. Avanza anche l’estrema destra.

Portogallo, vince nuovamente Antonio Costa

I socialisti del primo ministro portoghese Antonio Costa hanno ottenuto la maggioranza assoluta per governare dopo il voto nelle elezioni anticipate di domenica: 117 seggi conquistati nel parlamento su 230, rispetto ai 108 dell’assemblea uscente.

Una vittoria tutt’altro che scontata per il premier uscente, caduto sull’approvazione della legge di bilancio e un’estenuante pandemia; ha vinto le elezioni con un’ampia maggioranza e che i sondaggi davano in bilico.

Di contro da segnalare un netto avanzamento dell’estrema destra e numeri che comunque non scongiurano l’instabilità politica.

Abbandonato a ottobre dai suoi ex alleati della sinistra radicale, l’ex sindaco di Lisbona sessantenne dovrà trovare un difficile equilibrio per trovare sostegno in Parlamento.

Antonio Costa è arrivato alla guida del paese grazie alla sinistra radicale, formando la ‘geringonça’ (“il marchingegno’ in spagnolo), l’accordo tra il PS, i comunisti e il Bloco de Esquerda: erano state superate le divisioni pur di porre fine alla politica di austerity voluta dalla destra in cambio del piano di salvataggio internazionale concesso al Portogallo nel 2011.

Nel 2019 ha consolidato e riconfermato la vittoria con una maggioranza semplice: ha abbandonato la ‘geringonça’, ma a ottobre non è riuscito a far approvare il bilancio 2022.

In assenza di distribuzione dei quattro seggi dei circoli elettorali al di fuori del Portogallo -che di solito PS e centrodestra (PSD) dividono a metà- così saranno distribuiti i 230 deputati dell’emiciclo portoghese.

  • Partito Socialista (PS): 117 deputati. Ottiene la maggioranza assoluta
  • Partito Socialdemocratico (PSD): 76 deputati, nel 2019 aveva 79 seggi
  • Chega (estrema destra): 12 deputati, passa dall’avere un solo seggio all’essere la terza forza in Parlamento
  • Iniziativa Liberale: 8 deputati., nel 2019 aveva un solo deputato e ora è la quarta forza
  • Bloco de Esquerda (BE): 5 deputati, Una delle grandi vittime, aveva 19 deputati
  • PCP (comunisti): 6 deputati, scendono anche loro, nel 2019 ne avevano 10.

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

Leggi anche


Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli