16.8 C
Rome
mercoledì 19 Gennaio 2022
NewsGasparri imbarazzante: insulta via social la Cina, interviene l'ambasciata ufficialmente

Gasparri imbarazzante: insulta via social la Cina, interviene l’ambasciata ufficialmente

Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri su Twitter ha definito la Cina “la vergogna del mondo” ed ha ricevuto una risposta dall’account ufficiale della sede diplomatica, che ha definito le sue parole “un’istigazione alla discriminazione e all’odio“.

Gasparri insulta su Twitter la Cina

Finisce nella bufera il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, che sul suo account Twitter si è fatto prendere la mano (è un eufemismo) ed ha definito la Cina come “la vergogna del mondo” e che, subito dopo la fine dei Giochi di Tokyo, aveva twittato:È un bene che gli Usa superino nel medagliere delle Olimpiadi la Cina che diffonde virus e inquina il pianeta: sono la vergogna del mondo, un dovere disprezzarli”.

Forse pensava che la cosa rimansse relegata all’ambito del chiacchiericcio social a chi la spara più grossa e  invece sono intervenuti i vertici della diplomazia di Pechino in Italia che, sempre via social, hanno replicato con durezza alle parole del politico.

La Cina guiderà l’economia mondiale post-pandemica

Questo il tweet incriminato del senatore:

 

La replica dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia

Si legge nel tweet ufficiale della sede diplomatica in via Bruxelles, a Roma: “ Le calunnie contro la Cina del senatore Gasparri sono un’istigazione alla discriminazione e all’odio. Le condanniamo fermamente“, sottolineando in particolare il razzismo all’interno del contenuto del politico. “Il rispetto per un altro Paese e il suo popolo è il minimo che ci si dovrebbe aspettare da un parlamentare“, hanno comunicano i diplomatici via Twitter.

In un successivo messaggio, la sede diplomatica ha auspicato che “i rapporti sino-italiani, l’amicizia e la cooperazione tra i due popoli si svilupperanno costantemente, inalterati dal virus dell’odio politico”.

Dunque, una figura non proprio edificante per Maurizio Gsparri.

 

 

 

Leggi anche


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli