22 C
Rome
venerdì 17 Settembre 2021
SportCalcioItalia, ciao Champions: Real Madrid-Atalanta 3-1, il Pagellone

Italia, ciao Champions: Real Madrid-Atalanta 3-1, il Pagellone

Anche l’ultima squadra italiana saluta la Champions League prima dei quarti di finale: troppo Real per i bergamaschi mai in partita: Real Madrid-Atalanta 3-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Real Madrid-Atalanta 3-1, il Pagellone

Real Madrid-Atalanta 3-1 (Benzema 34′, Ramos 60′ (r), Muriel 83′, Asencio 84′)

Courtois 6.5 come da usanza in questi tempi bui fa ripartire l’azione da dietro e si destreggia tra gli avversari che lo pressano. Chiude bene un paio di volte su Zapata. Sulla rete di Muriel il tuffo gli rimane tra i buoni propositi del 2021.

Nacho 7 prestazione maiuscola. È veloce, tecnico e autoritario. E mette tutti a nanna.

Ramos 7 di rientro da un infortunio chiude bene sugli avversari. Quando si perde Muriel l’arbitro fischia la fine del primo tempo. Sul rigore è bravo quasi quanto Kessie.

Varane 6 sulle sue poche incertezze rimedia il gioco di squadra. Qualche problema in più con Zapata.

Lucas Vazquez 7 classe cristallina e vince spesso il duello su Gosens, anzi se lo porta a spasso. Assist ad Asencio per la terza rete madrinista.

Modric 7.5 bullizza Pasalic e raccoglie l’assist di Sportiello che trasforma in oro per il vantaggio spagnolo. Gioca palloni che diventano trame di gioco dall’esito imprevedibile. È un evergreen come le canzoni degli Abba. Eterno.

Valverde 6 partita attenta senza particolari acuti. È il più operaio della banda di Zidane.

Kroos 7 sempre lucido non spreca palloni. Da geometria alla manovra.

Mendy 6 controlla l’avversario diretto. Rispetto all’andata partita da compitino e nulla di più.

Vinicius 7 con la sua velocità e tecnica fa saltare il banco orobico. In alcune situazioni è immarcabile e salta gli avversari manco fossero dei nani da giardino.

Benzema 7 segna il goal che sblocca la partita. È anche attaccante da manovra che gioca per la squadra. Colpisce un palo ed impegna il portiere avversario. Quasi immarcabile.

Militao dal 64′ 6 si piazza dietro e non concede nulla.

Rodrygo dal 69′ 6 tenta di calare il poker ma non ha le carte giuste.

Asencio dall’ 82′ 6.5 entra giusto in tempo per infilare la Dea e chiudere la pratica.

Zidane 7.5

Nn sbaglia nulla. Imbriglia gli avversari e ringrazia Sportiello che gli fa un regalo di quelli che non puoi rifiutare. Da quel momento la partita è in discesa.

Italia, ciao Champions: Real Madrid-Atalanta 3-1, il Pagellone

Atalanta

Sportiello 4.5 se lui è quello in forma non immaginiamo Gollini. Manda in goal Benzema con un triangolo al bacio con Modric. I due si trovano ad occhi chiusi come se giocassero insieme da anni. Nega a Benzema la doppietta ma si concede ad Asencio non coprendo bene sul suo palo.

Toloi 5 ferma Vinicius come può con mestiere e fortuna. Fin quando non lo stende ed è rigore per i blancos.

Romero 6 lotta con le unghie e con i denti. Non può niente sulla genialata di Sportiello.

Dijmsiti 5.5 partita di grosso sacrificio e dispendiosa. Dura un tempo. Nella ripresa fatica a tenere gli avversari.

Maehle 6 Nacho è un brutto cliente ed è spesso in affanno. Meglio quando si sposta a sinistra dove trova anche varchi.

De Roon 5.5 ci mette fisico ed ardore garibaldino ma non riesce a frenare gli avversari. Nel secondo tempo è in balia degli eventi, gli scappa Vazquez ed è la terza rete spagnola.

Pasalic 5 dura pochissimo con acuti ad inizio partita che facevano ben sperare. Presto gli prendono le misure e non salta più nessuno. La sua partita dura un tempo.

Gosens 5 sfiora il goal in apertura ma in spaccata non ci arriva. Spazza di testa in area e cerca di anticipare gli avversari. Esce per infortunio.

Malinovskyi 5 parte a sorpresa dal primo minuto e parte bene con piglio deciso senza timore reverenziale. Il problema è che gli prendono le misure in pochi minuti e piano piano evapora.

Pessina 6.5 utile nelle due fasi conquista palloni e cerca di far ripartire i suoi compagni che non sfruttano la sua serata di grazia.

Muriel 6 ha qualche lampo che si perde nella buia notte di Madrid. Non riesce ad essere determinante. La punizione è da cineteca ed il povero Courtois può solo osservare il pallone che si insacca nella sua porta. Un goal lo fa anche se non serve a nulla.

Zapata dal 46′ 5.5 da peso in attacco diventando il riferimento dell’offensiva orobica. Si improvvisa assist man con un colpo di tacco che Gosens non sfrutta ed ha due occasione che spreca. Bravo Courtois ma lui poco letale davanti al portiere.

Ilicic dal 57′ 4 tocca un pallone e manda in porta Vinicius per il rigore del 2-0.

Palomino dal 61′ 6 chiude come può gli attacchi avversari.

Caldara dall’84’ s.v. fa presenza

Miranchuk dall’84’ s.v.

Gasperini 5

Sono curioso di giocarmela 11 contro 11“. L’ha giocata 11 contro 11 ed è andata peggio che nella partita di andata. Le scelte iniziali non sono strepitose, attacco molto leggero e gli avversari prendono subito le misure. Sportiello spalanca le porte al successo madrinista con un errore da torneo rionale. Nel secondo tempo le cose non vanno meglio. Insomma L’Atalanta è stata in gioco solo nei quotidiani italiani. In realtà non c’è mai stata storia.

 

LEGGI ANCHE

 

 

[themoneytizer id=”68124-28″]


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli