11.7 C
Rome
giovedì 27 Gennaio 2022
SportCalcioAltro che Superlega, Pioli deve guardare dietro: Milan-Sassuolo 1-2

Altro che Superlega, Pioli deve guardare dietro: Milan-Sassuolo 1-2

Impresa degli uomini di De Zerbi che con un finale pirotecnico ribaltano i rossoneri, nuovamente vittime dell’effetto San Siro, ora il diavolo rischia il sorpasso dall’Atalanta. Milan-Sassuolo 1-2, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Milan-Sassuolo 1-2, il Pagellone

Milan-Sassuolo 1-2 (Calhanoglu 30′, Raspadori 76′ e 83′)

 

Donnarumma 6 non ha colpe sulle reti del Sassuolo e comunque che gli frega tanto va via.

Calabria 5.5 è tornato lui. Uno che farebbe panchina anche nell’Ascoli Picchio.

Kjaer 5 sulla prima rete di Raspadori sbaglia il movimento. Anzi non lo fa proprio. Potrebbe avere un futuro da nano da giardino a Villa Certosa.

Tomori 5 sul raddoppio di Raspadori si fa prendere il tempo. Come un Romagnoli qualsiasi.

Dalot 5 sulla fascia spinge più di Calabria. Non che ci voglia molto. Arriva un paio di volte al tiro ma si fa una bella dormita sulla prima rete di Raspadori.

Meité 5 quando il pallone è nei piedi degli avversari non ci capisce niente. Lento e senza idee. Chi l’ha portato al Milan andrebbe licenziato.

Kessie 5 tanta corsa a vuoto e perde palloni sanguinanti in mezzo al campo.

Saelemaekers 6 quando può velocizza il gioco. Uno dei migliori tra i rossoneri senza fare nulla di trascendentale.

Calhanoglu 6.5 segna il goal del vantaggio. Sembra più ispirato rispetto alle ultime 80 partite giocate. Predica nel deserto e non viene sostenuto dai compagni.

Rebic 6 si muove molto senza dare punti di riferimento. Il problema è che non li da neppure a se stesso.

Leao 5 non è una prima punta. In realtà non si capisce bene cosa sia. Gioca sempre con lo scazzo ed ha un sorrisino che scatena istinti omicidi anche nel tifoso più compassato.

Krunic dal 73′ 5 entra e se cambia qualcosa è in peggio.

Mandzukic dal 74′ 5 se continua così dovrà rinunciare anche allo stipendio di aprile e maggio. È come se non ci fosse.

Diaz dall’86’ 6 entra in modo frizzante. Non combina niente ma tocca qualche pallone.

Castillejo dall’86’ s.v.

Kalulu dall’86’ s.v.

Pioli 5

Ennesima sconfitta e pure in rimonta. Molti giocatori tradiscono le attese ed i cambi non producono nulla. La squadra ha perso fisicità e mordente. Se non trova la quadra con Lazio, Juventus ed Atalanta ancora da affrontare la qualificazione in Champions può essere un problema.

Altro che Superlega, Pioli deve guardare dietro: Milan-Sassuolo 1-2

Sassuolo

Consigli 6 sulla rete del Milan può ben poco. Per il resto normale amministrazione sulle poche conclusioni dei rossoneri.

Muldur 5.5 non soffre molto sulla fascia ma è poco reattivo sulla rete di Calhanoglu.

Marlon 6.5 gioca bene in anticipo su Rebic e dalle sue parti non sfondano.

Ferrari 7 di testa le prende tutte e non concede nulla agli attaccanti avversari.

Kyriakopoulos 6.5 bella chiusura su Leao e partita sempre attenta.

Obiang 6.5 incrocia le spade contro Kessie e Meite e ne esce vincitore. Imposta dal basso la manovra neroverde.

Locatelli 6.5 gioca contro il suo passato. Nel primo tempo timido cresce nella ripresa.

Berardi 7 è un cliente scomodo per la difesa rossonera. Sempre pericoloso regala l’assist vincente per il raddoppio di Raspadori.

Djuricic 6 lampi di classe ma anche pause irritanti. Se trovasse continuità sarebbe un giocatore interessante.

Boga 6 tanta corsa a vuoto e poche luci. E di fronte aveva Calabria.

Defrel 5 si marca da solo. Non avrebbe segnato manco a porta vuota. Non dialoga con i compagni. Inutile.

Traore dal 63′ 6 ottimo impatto cerca subito la rete da fuori.

Raspadori dal 63′ 7.5 in 5 minuti ribalta la partita con due goal di pregevole fattura. Si mette in tasca la difesa del Milan e manda il Diavolo all’inferno.

Toljan dal 63′ 6.5 spinge molto e sforna l’assist vincente per Raspadori.

Lopez dal 72′ 6 pugnace e caparbio strappa palloni agli avversari.

Haraslin dall’83’ s.v.

De Zerbi 7

Ribalta il Milan. Nel primo tempo solo un lampo di Calhanoglu rompe gli equilibri. Nel secondo il Sassuolo sale in cattedra e i cambi spaccano la partita. Tre punti pesantissimi che possono costare caro al Milan.

 

SERIE A 32° TURNO

[themoneytizer id=”68124-28″]


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli