-0.4 C
Rome
venerdì 21 Gennaio 2022
SportCalcioPali, pari e papera: Spezia-Inter 1-1, il Pagellone

Pali, pari e papera: Spezia-Inter 1-1, il Pagellone

A piccoli passi verso il titolo: Italiano frena Conte, che pareggia la seconda partita consecutiva. Perisic risponde a Farias dopo la papera di Handanovic. I nerazzurri dominano largamente senza trovare il gol vittoria per imprecisione e scarsa vena di alcuni interpreti. Lo Spezia ottiene un punto d’oro in chiave salvezza e sale a quota 33 con Genoa e Fiorentina. Spezia-Inter 1-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Spezia-Inter 1-1, il Pagellone

Spezia-Inter 1-1 (Farias 12′, Perisic 39′)

 

Provedel 7 dice no a Lukaku nel secondo tempo e se la cava bene anche su Skriniar. Quando non ci arriva ci pensa il palo e gli attaccanti interisti che finiscono in fuorigioco.

Ferrer 5 si perde Perisic sul goal interista.

Ismajli 6 partita complicata contro il puntero argentino. Se la cava grazie a Provedel ed alla buona sorte.

Terzi 7 si francobolla su Lukaku. Si fa trovare pronto in diverse occasioni.

Marchizza 6 quando Hakimi accellera sono guai grossi. Limita i danni come può.

Maggiore 6 poca qualità rispetto ad altre partite ma molta quantità. Esce stremato.

Ricci 5 perde palloni sanguinanti che solo la buona sorte, e la poca lucidità dell’avversario, non si trasformano in goal.

Estevez 5.5 viene ricordato più per l’atteggiamento da bullo quando il gioco è fermo che per la prestazione in campo. Viene risucchiato da Barella.

Agudelo 5 parte con il piglio giusto ma dura poco più di un quarto d’ora.

Piccoli 5.5 pochi palloni giocabili. Non riesce a ripetere il goal della partita di andata

Farias 6.5 segna il goal del vantaggio bianconero con la complicità di Handanovic.

Vignali dal 46′ 5.5 rischia grosso in un intervento su Martinez al limite dell’area.

Galabinov dal 62′ 6 ci mette il fisico e nulla di più. Non gli arriva un pallone.

Dell’Orco dal 78′ s.v.

Gyasi dal 78′ s.v.

Leo Sena dall’84’ s.v.

Italiano 6.5

Mette bene la squadra in campo. Chiude gli spazi, tenta anche di giocare ma la partita prende un piega diversa. Un ottimo punto in un ottimo campionato. Non è salvezza matematica ma poco ci manca.

Pali, pari e papera: Spezia-Inter 1-1, il Pagellone

Internazionale

Handanovic 4.5 secondo errore in due partite. In questo non c’è manco il concorso di colpa. Si tuffa come un muflone avvinazzato e si fa sorprende da Farias.

Skriniar 6 difende bene e partecipa alla manovra ma con poca fortuna.

De Vrij 6.5 attento e pulito nelle giocate guida bene la difesa.

Bastoni 6.5 soprattutto nel primo tempo si fa vedere molto in avanti. Nella ripresa arretra di più il suo spazio di manovra e non corre mai pericoli.

Hakimi 6.5 viene cercato spesso e si propone pericolosamente sulla fascia. Suo l’assist vincente per il pareggio di Perisic. Protagonista in molte azioni pericolose dei nerazzurri.

Barella 6.5 parità piú di rottura che di costruzione. Aiuta la difesa e scherma le incursioni degli avversari.

Brozovic 5.5 rallenta il gioco. Poco ispirato e tenta un paio di conclusioni mediamente inguardabili.

Eriksen 6 ispirato nel primo tempo quando non perde un pallone ed ispira la manovra. Nella ripresa sparisce e viene sostituito.

Perisic 6 trova il goal del pareggio, non un dettaglio da poco, ma non è ispirato come in altre occasioni.

Lukaku 5 prevedibile e lento. Si divora, nel secondo tempo, un goal a tu per tu con il portiere.

Martinez 6.5 si fa vedere dai compagni. Colpisce un palo e gli viene annullato un goal per un fuorigioco millimetrica.

Sanchez dal 73′ 6 corre tanto ma non illumina la manovra.

Young dal 74′ 6 entra senza incidere ne in senso negativo ne in senso positivo.

Conte 6.5

Un altro passo verso lo scudetto. Anche se la sua squadra non vince dietro riescono pure a perdere. Partita complicata contro una Spezia messo bene in campo. Un po’ la sfortuna, un po’ la poca lucidità di qualche elemento hanno impedito la vittoria. Vittoria da ritrovare nella prossima partita.

SERIE A 32° TURNO

[themoneytizer id=”68124-28″]


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli