Quotidiano on-line ®

24.6 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Sempre lui, Vlahovic: Verona-Fiorentina 1-2, il Pagellone

I viola soffrono ma alla fine sbancano il Bentegodi grazie al rigore di Vlahovic e il gol in mischia di Caceres. Salcedo la riapre ma non basta. Verona-Fiorentina 1-2, il Pagellone.

Sempre lui, Vlahovic: Verona-Fiorentina 1-2, il Pagellone

Verona-Fiorentina 1-2, il Pagellone

Verona-Fiorentina 1-2 (Vlahovic 45’+2’ (r), Caceres 65′, Salcedo 72′)

 

Silvestri 6 è bravo a respingere un tentativo di Ribery. Intuisce il rigore di Vlahovic ed il tiro di Caceres era imparabile. Risponde presente quando può.

Dawidowicz 6 molto legnoso ci mette comunque grinta e voglia. A volte ingenuo come quando atterra Vlahovic e dalla punizione successiva segna il raddoppio Caceres.

Gunter 6 di mestiere limita Vlahovic che segna solo su rigore.

Dimarco 6 giocatore sottovalutato. Viene impiegato come terzo di difesa e non sfigura. Dal suo sinistro sempre trame interessanti per i compagni.

Faraoni 6.5 meglio nella ripresa. Gli viene annullato un goal e serve l’assist a Salcedo per il goal della speranza. Spinge sulla fascia ed è sempre pericoloso.

Tamese 6.5 tanta corsa e sacrificio. Non perde palloni ed esce da situazioni complicate.

Ilic 5 mai entrato in partita. Quando viene sostituito è comunque troppo tardi.

Lazovic 5.5 parte bene ma nel finale si perde Venuti e dall’azione nasce il rigore per i Viola. Nella ripresa è fumoso come ai tempi del Genoa.

Barak 4.5 perde palloni. Non inventa nulla e provoca il rigore con un fallo su Bonaventura. Gli mancava giusto l’adesione alla Super Lega.

Bessa 6 comincia alla grande e costringe Biraghi ad un salvataggio sulla linea. La sua partita finisce qui.

Lasagna 6 tanta voglia, bei movimenti ed un po’ di sfortuna. Venuti gli nega la gioia del goal.

Salcedo dal 60′ 6.5 l’unico pallone giocabile lo trasforma in goal. Ottimo impatto il suo ingresso in campo.

Zaccagni dal 69′ 6.5 entra subito in partita e fa vedere di essere sul pezzo. Forse andava impiegato prima.

Sturaro dal 69′ 6 non lascia il segno ma non fa danni.

Magnani dal 69′ 6 ingresso anonimo. Si limita al compitino.

Kalinic dal 78′ 5 è da tempo un ex giocatore. Lo immaginiamo in coppia con Cerri.

Juric 6

Un 2021 non strepitoso. Il Verona gioca a tratti bene ma tira raramente. L’assenza di una punta di peso si fa sentire. Se l’elemento migliore è Kevin Lasagna e speri in un miracolo di Kalinic le probabilità di segnare sono vicine allo zero.

Sempre lui, Vlahovic: Verona-Fiorentina 1-2, il Pagellone

Fiorentina

Dragowski 7 stasera sembra un portiere di calcio e non del Subbuteo. Salva i Viola in un paio di circostanze.

Quarta 5.5 meno preciso che in altre occasioni. Soffre molto la spinta degli scaligeri.

Pezzella 7 buona prova. Attento, concentrato. Guida la difesa da leader.

Caceres 6.5 segna la rete del 2-0 ma è impreciso sul goal di Salcedo. Mezzo voto in meno.

Venuti 7 ci mette grinta. Salva sulla linea un goal fatto. Dal suo cross il fallo da rigore su Bonaventura.

Amrabat 7 chiusure precise. Ci mette fisico e buona tecnica. Sente aria di casa.

Pulgar 6 è protagonista nel raddoppio Viola ma anche impreciso in altre situazioni.

Bonaventura 6.5 sta tornando il giocatore del Milan. Pericoloso, buona tecnica e sempre al posto giusto. Si procura un rigore che spiana la strada alla vittoria della Fiorentina.

Biraghi 5.5 spinge poco e si perde Faraoni in occasione della rete scaligera.

Ribery 6 dura meno della Super Lega. Un tiro, un velo in occasione del rigore e poi passeggia come un pensionato alla ricerca di cantieri da osservare. Troppo poco.

Vlahovic 7 segna il rigore. Si procura la punizione del raddoppio. È sempre al centro della manovra. Sta diventando giocatore vero.

Kouame dal 76′ 6 tanto fumo e poco arrosto.

Igor dall’85’ s.v.

Castrovilli dall’85’ s.v.

Iachini 6.5

Porta a casa tre punti d’oro. Gioca un calcio utilitaristico, concreto e ieri sera efficace. Contava solo la vittoria. Sono 8 punti sopra la zona pericolo. Un margine sufficiente anche con lui in panchina.

[themoneytizer id=”68124-28″]

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli