Quotidiano on-line ®

33.7 C
Rome
martedì, Luglio 5, 2022

Sprofondo rossonero, Lazio-Milan 3-0, il Pagellone

Netto successo della squadra di Inzaghi, che torna in corsa per la zona Champions. Tracollo rossonero: ora sono quinti nella classifica avulsa. Lazio-Milan 3-0, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Lazio-Milan 3-0, il Pagellone

Lazio-Milan 3-0  (Correa 2’ e 51′, Immobile 87′)

 

Reina 6 para bene su Calhanoglu in avvio di partita. Sempre attento anche se non corre pericoli.

Marusic 6.5 aggressivo su ogni pallone. Si propone per impostare la manovra.

Acerbi 7 prende un giallo nel primo tempo ma gioca come se non fosse successo nulla. È sempre in anticipo sugli avversari.

Radu 7 dalle sue parti non si passa e blocca sul nascere le poche velleità offensive dei rossoneri.

Lazzari 7 fa quello che vuole. Compreso un goal annullato per un fuorigioco millimetrico e l’assist ad Immobile per il terzo goal.

Milinkovic-Savic 7 fisicamente dominante conquista palloni ed imposta le azioni di attacco. Cerca il dialogo con i compagni.

Lucas Leiva 7 prestazione titanica. Si piazza davanti alla difesa e spezza la manovra milanista. Non che ci volesse molto.

Alberto 6.5 nel primo tempo poco cercato dai compagni. Meglio nel secondo.

Lulic 6.5 spinge molto ed è prezioso nelle due fasi.

Correa 8 un indemoniato. Strappa la palla a Bennacer e realizza il primo goal. Si beve Tomori e segna il raddoppio. Impegna Donnarumma sfiorando la tripletta. Trova il tempo di mandare in goal Lazzari ma gli viene annullato per un fuorigioco impercettibile . Giocasse sempre così!

Immobile 7 un pericolo costante per i rossoneri. Colpisce un palo e segna il goal del 3-0.

Fares dal 68′ 6 partita ordinata senza fuochi d’artificio.

Pereira dal 76′ 6 entra a partita di fatto finita.

Akpa Akpro dall’88’ s.v.

Muriqi dall’88’ s.v.

Inzaghi 7

Torna dopo la sosta forzata per il Covid. La sua Lazio si sbrana il Milan e prende tre punti preziosi per la rincorsa Champions. Ma non può più sbagliare.

 

Sprofondo rossonero, Lazio-Milan 3-0, il Pagellone

Milan

Donnarumma 5.5 evita un passivo peggiore ma sono comunque tre reti subite. Viste le pretese per il rinnovo è lecito aspettarsi di più. Altrimenti va bene anche il fratello.

Calabria 5 il terzino della prima parte di campionato è stato un incidente di percorso. È tornato lui. Quello che non la vede mai.

Kjaer 6 se la cava, si fa per dire, per senso della posizione ed esperienza. Soffre la velocità degli avversari.

Tomori 5 invocato dal popolo rossonero per sostituire Romagnoli regala un’altra prestazione imbarazzante. Sembra Bogarde 2.0. Correa fa quello che vuole.

Hernandez 5 nella partita di andata fu decisivo. In questa ha dato il suo discreto contributo. Per la sconfitta. Fa sembrare Lazzari Ryan Giggs.

Bennacer 6 almeno lotta e recupera qualche pallone. In fase di costruzione non esiste.

Kessie 5.5 in serate così probabilmente non riuscirebbe a segnare manco su rigore. Lotta ma viene sovrastato dagli avversari. Colpisce una traversa nel finale.

Saelemaekers 5 impreciso e poco propositivo. Come se non ci fosse.

Calhanoglu 5 impegna Reina dopo 20 secondi. Si addormenta ed ha la palla del possibile 1-1. È il solito giocatore senza senso che gioca bene 3 mesi ogni 3 anni.

Rebic 5 non tira mai in porta. Ectoplasmatico.

Mandzukic 5 non da segni di vita. Per avere un giocatore del genere potevano prendere un attaccante a caso in serie B. Non gioca da due anni in serie A. Ma forse non gioca da due anni in senso assoluto.

Leao dal 63′ 5 aspettarsi una scossa da lui vuol dire essere alla frutta.

Diaz dal 63′ 5 era in campo?

Tonali dal 70′ 6 prova un tiro da fuori.

Dalot dal 70′ 5 non incide.

Romagnoli dal 74′ 5 in difficoltà come il resto della squadra.

Pioli 4.5

Come al solito la situazione gli sta sfuggendo di mano. Prendere goal dopo due minuti deve far riflettere su come il Milan ha affrontato la partita. Il Milan si squaglia dopo il secondo goal e non inquadra la porta manco per sbaglio. La condizione fisica è imbarazzante. Praticamente sono undici Mandzukic che pascolano senza meta per il campo. Questo succede quando ad agosto, settembre corri più degli altri e per forza di cose ad aprile hai il fiatone corto. Ad ogni modo il quinto posto sarebbe un ottimo risultato. Con una rosa del genere la qualificazione Champions sarebbe un miracolo sportivo. Oppure a Casa Milan davvero hanno creduto di poter competere per lo scudetto?

SERIE A 33° TURNO

[themoneytizer id=”68124-28″]

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli