11 C
Rome
martedì 25 Gennaio 2022
SportCalcioSprint salvezza: Genoa-Spezia 2-0, il Pagellone

Sprint salvezza: Genoa-Spezia 2-0, il Pagellone

Scatto salvezza per Ballardini, tre punti pesantissimi in chiave salvezza, ritrovando la vittoria che mancava da quattro turni. Momentaneo +8 del Genoa sulla zona retrocessione, resta 3 punti dietro ai rossoblù la squadra di Italiano. Genoa-Spezia 2-0, il Pagellone.

Sprint salvezza: Genoa-Spezia 2-0, il Pagellone

Genoa-Spezia 2-0, il Pagellone

Genoa-Spezia 2-0 (Scamacca 63′, Shomurodov 86′)

Perin 6 poco impegnato. Bravo nelle uscite da sicurezza al reparto e ai tifosi a casa.

Biraschi 7 non fa rimpiangere Radovanovic. Cancella dal campo Nzola con una marcatura anni 70. Lo segue ovunque.

Goldaniga 6 rischia poco in difesa ma non va oltre il compitino. Timido.

Masiello 6.5 stoppa i tentativi di attacco dei bianconeri. Puntuale, sempre al posto giusto partita di sostanza per lui che è un uomo del fare.

Zappacosta 6,5 ara la corsia di sinistra creando pericoli costanti. Nel primo tempo sfiora la rete con un missile terra aria su assist di Badelj. Nella ripresa è protagonista nel goal di Scamacca.

Badelj 6.5 tiene il ritmo alto. Ci mette fisico e qualità. Serve un pallone d’oro a Zappacosta che, non aspettandosi una tale perla da lui, spara alto ed abbatte un satellite spia del Principato di Seborga.

Strootman 7 pressa alto i portatori di palla spezzini. Da una sua pressione serve il pallone del 2-0 di Shomurodov.

Criscito 6.5 mette sul piatto la sua esperienza e con le buone o con le cattive fa vedere chi comanda e mette a cuccia gli avanti avversari.

Pandev 6.5 è un pericolo costante per la difesa avversaria. Il goal lo avrebbe anche segnato ma gli viene annullato per un fallo di Destro.

Pjaca 5 non combina nulla da subentrato per quale motivo dovrebbe giocare bene da titolare?

Destro 5 di testa da buona posizione spara alto. Soffia il pallone al portiere avversario ma quando deve calciare si avvita su se stesso, manco partecipasse ad una puntata di Ciao Darwin. Fa annullare il goal a Pandev per un suo fallo sul portiere avversario. Praticamente il migliore della difesa spezzina.

Scamacca dal 56′ 6.5 segna un goal difficilissimo ed ha il merito di sbloccare la partita.

Behrami dal 63′ 6 solita partita di sacrificio in mezzo al campo.

Shomurodov dal 63′ 6.5 segna un gran goal in ripartenza mettendo il pallone nell’angolino alto. Ricorda Scantanburlo.

Cassata dal 90’+1’ s.v.

Ballardini 6.5

Partita fondamentale ed era importante prendere i tre punti. Il Genoa parte bene e mette in difficoltà gli avversari. Indovina i campi che entrano e mettono in ghiaccio la partita. Se non è salvezza poco ci manca.

Sprint salvezza: Genoa-Spezia 2-0, il Pagellone

Spezia

Provedel 5 nel primo tempo stava regalando il vantaggio al Genoa in modo comico. Deve ringraziare Destro che è più comico di lui. Fa qualche buon intervento fino alla rete di Scamacca. Gli fa un assist per un goal che non avrebbe sbagliato neppure Magilla Gorilla.

Vignali 4.5 praticamente Zappacosta lo vede tra il primo ed il secondo tempo. Nel tunnel.

Erlic 5.5 si perde Shomurodov nell’azione del 2-0. Fino a quel momento non che avesse fatto chissà cosa.

Terzi 5.5 pronti via e si deve aggrappare a Pandev che stava andando in porta. Prende un giallo che forse lo condiziona ma non è il giocatore della partita contro l’Inter.

Bastoni 6.5 gioca bene in difesa e si propone in fase offensiva.

Maggiore 6 partita in ombra rispetto ai suoi standard abituali.

Sena 6 recupera molto palloni. Fa ripartire la manovra ma non ha la giocata che spacca l’azione. Prevedibile.

Pobega 6 meglio in fase di copertura che in fase di attacco.

Farias 5 incostante e non trova il portiere che se la mette in porta da solo.

Nzola 5 ci mette impegno ma Biraschi sembra il miglior Ministro della Difesa del periodo repubblicano.

Gyasi 5 poco brillante crea pochi problemi ai genoani. In calo evidente.

Estevez dal 59′ 6 pressa sulla trequarti ma non produce nulla che possa cambiare le sorti della partita.

Verde dal 64′ 6 anche lui ci mette impegno ma predica nel deserto.

Chabot dal 64′ 5 si fa notare solo per qualche discussione da bulletto di periferia.

Galabinov dall’85’ s.v.

Agudelo dall’85 s.v.

Italiano 5.5

Tatticamente non ci capisce molto. Non riesce a contenere le incursioni di Zappacosta e alcuni elementi non entrano mai in partita. La sua squadra crea poco e soffre molto. Il suo resta un campionato di alto livello, ma serve un piccolo sforzo per portare a casa la preziosa, e meritata, salvezza.

SERIE A 33° TURNO

  • Parma-Crotone 3-4
  • Sassuolo-Sampdoria 1-0
  • Benevento-Udinese 2-4
  • Genoa-Spezia 2-0
  • Inter-Verona
  • Fiorentina-Juventus
  • Cagliari-Roma
  • Atalanta-Bologna
  • Torino-Napoli
  • Lazio-Milan

LEGGI ANCHE

 

[themoneytizer id=”68124-28″]


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli