Quotidiano on-line ®

20.4 C
Rome
martedì, Agosto 16, 2022

Darmian, ancora lui: Inter-Verona 1-0, il Pagellone

Ai nerazzurri basta la rete di Darmian al 76′ per portare a casa i tre punti che la portano ad un passo dallo scudetto. Buona prova degli scaligeri, aggressivi e propositivi pr larghi tratti del match. Da segnalare anche il palo colpito da Hakimi, autore anche dell’assist per Darmian, al 69′, e un gol annullato a Faraoni per una presunta carica su Handanovic all’82’. Inter-Verona 1-0, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Inter-Verona 1-0, il Pagellone

Inter-Verona 1-0 (Darmian 76′)

 

Handanovic 5 nel primo tempo chiude bene su Bessa. Nel finale una sua indecisione viene medicata da Abisso che vede cose che noi umani normalmente non vediamo.

Skriniar 6.5 vince tutti i contrasti ed è puntuale nell’affrontare gli avanti scaligeri. Resta basso e si propone poco in avanti.

De Vrij 7 la solita prestazione perfetta. Cura con attenzione Lasagna e ne spegne i bollenti spiriti.

Bastoni 6.5 quando serve si fa trovare pronto. Non perde la concentrazione e spizzica quel che basta per spegnere le azioni dei gialloblu.

Hakimi 7 spinge molto. Ha due belle occasioni nel primo tempo, la prima alta e nella seconda costringe Silvestri ad una non semplice parata. Nella ripresa colpisce un palo su punizione.

Barella 6 tanta corsa ma anche poca lucidità. Ha poche idee, non riesce ne a proporre ne a proporsi. Gli manca il tocco magico che ha avuto fino a qualche settimana fa.

Brozovic 5 entra in ciabatte, accappatoio e bicchiere di whisky preso in offerta da Eurospin. Distribuisce in modo svogliato palloni. Da qualche segno di vita nell’ultimo quarto d’ora. Con un altro allenatore sarebbe stato sotto la doccia da almeno 1 ora.

Eriksen 6 inspiegabilmente viene sostituito lui e non Brozovic. Il simpatico danese almeno non gioca da encefalogramma piatto e cerca di inventare qualcosa. Tipo la ruota.

Perisic 5 in attacco non si vede mai. In difesa tiene la posizione. E niente di più.

Lukaku 6 tante sponde e tanti falli dei difensori scaligeri che non sempre vengono fischiati. Non ha spazi e fatica ad essere pericoloso.

Martinez 5.5 in avvio sbaglia un goal davanti al portiere. Nel secondo tempo si costruisce da solo una pericolosa azione da goal ma il portiere avversario para sul più bello.

Sensi dal 65′ 6 si segnala per un tiro sopra la traversa e niente di più.

Darmian dal 65′ 7 è il mister Wolf di mister Conte. Entra e risolve I problemi. La sua è una storia di riscatto sociale che andrebbe raccontata nelle scuole. Altro che sogno americano.

Sanchez dal 71′ 6 corre, pressa e fa caos organizzato.

Gagliardini dal 79′ s.v.

D’Ambrosio dal 79′ s.v.

Conte 6.5

Partita complicata con la squadra che ha perso smalto. Indovina i cambi che ribaltano la partita. Vittoria che avvicina al sogno tricolore.

Darmian, ancora lui: Inter-Verona 1-0, il Pagellone

H. Verona

Silvestri 7 salva su Hakimi nel primo tempo e Martinez nella ripresa. Sul goal di Darmian non può nulla.

Ceccherini 6 attento in difesa e l’arbitro gli concede libertà di manovra. Riesce comunque a prendere un giallo e viene sostituito nella ripresa.

Magnani 6 bel duello con Lukaku ma vale il discorso su Ceccherini, con un altro arbitro prendeva il giallo nei primi 10 minuti.

Dimarco 6.5 nel primo tempo costruisce una bella azione che quasi manda in rete Barak. Frizzante e propositivo.

Faraoni 6 altro ex di turno che non segna grazie ad Abisso che vede un fallo dubbio.

Tameze 6 partita ordinata ed attenta. Esce per infortunio.

Ilic 6.5 il ragazzo ha piedi buoni e gamba. Ottima prestazione per questo 2001 che promette grandi cose.

Lazovic 5 se la deve vedere con Hakimi che fa quello che vuole. Lui non la vede mai.

Barak 5 arriva in ritardo su un traversone nel primo tempo. Nel secondo si vede poco e quel poco lo fa male.

Bessa 6 prova a mettere in difficoltà la difesa interista ma viene, spesso e volentieri, rimbalzato come un nerd che cerca di entrare in discoteca. Un premio ai tentativi.

Lasagna 5 attaccante dalle polveri bagnate. Non riesce a combinare nulla.

Gunter dal 46 6 si francobolla su Lukaku e riesce a limitarlo.

Dawidowicz 6 dal 46′ gara attenta contro degli avversari non semplici. Quando Martinez scappa ci pensa Silvestri a salvare la porta.

Salcedo dal 65′ 5.5 nessun acuto. Quando potrebbe avere la palla buona Bastoni ci mette una pezza.

Udogie dal 72′ s.v.

Colley dal 77′ s.v.

Juric 6

Il suo Verona è un cliente scomodo per tutti. Fino ad un quarto d’ora dalla fine la partita era ancora inchiodata sullo 0-0. Prende goal ma il match rimane in bilico fino alla fine. Per la prossima stagione urge una punta che segni e vada in doppia cifra.

SERIE A 33° TURNO

 

[themoneytizer id=”68124-28″]

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli