Quotidiano on-line ®

30.9 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022

Putin: “Rivoluzione in atto irreversibile. Leader occidentali prigionieri delle loro illusioni”

Il Presidente russo al Forum di San Pietroburgo: “C’è una rivoluzione irreversibile in atto nel mondo, ma gli Stati Uniti e gli altri Paesi occidentali continuano a illudersi che sarà possibile tornare all’equilibrio precedente”.

Putin: “Rivoluzione in atto, nulla tornerà come prima”

Il Presidente russo Vladimir Putin è intervenuto alla sessione plenaria del Forum economico di San Pietroburgo, ribadendo la sua idea geopolitica:

“Gli Stati Uniti non si sono accorti che negli ultimi decenni si sono creati diversi altri centri, con modelli di sviluppo proprio che hanno diritto a essere protetti. E’ una rivoluzione – ha detto Putin. – Cresce il ruolo dei Paesi che si sviluppano in modo dinamico e progressivo i cui interessi non possono più essere ignorati, credendo che tutto tornerà come prima, hanno carattere irreversibile”, ha aggiunto.

“Non tornerà più tutto come prima, ma alcuni leader occidentali – ha detto ancora il Presidente russo – rimangono nell’illusione che questo non sia così, si aggrappano al passato, e sono convinti che domineranno per sempre l’economia e la politica. Ma non c’è nulla di eterno. Questi leader ragionano con le categorie del secolo scorso e sono prigionieri delle loro illusioni”.

Putin sulle sanzioni

La Russia non ha alcuna intenzione di isolarsi, ha assicurato Putin. Quelle imposte nei confronti della Russia sono “sanzioni senza precedenti’‘, ma ”siamo persone forti e possiamo vincere tutte le sfide che ci vengono proposte. La storia del nostro Paese lo dimostra“, ha affermato il capo del Cremlino. “Le sanzioni economiche sono un’arma a doppio taglio che spesso colpisce di più chi le introduce“.

”Abbiamo stabilizzato il mercato finanziario ed economico” al punto che ”le previsioni catastrofiche di questa primavera sono fallite”, ha assicurato Putin sostenendo che ”le nostre finanze sono state stabilizzate” e ”abbiamo immesso liquidità nelle nostre aziende”.

Al contrario, secondo il presidente russo, “l’Unione europea ha perso sovranità economica e politica e questo è vero soprattutto adesso che ha cercato di minacciare la nostra economia, ma così ha minacciato la propria economia’‘.

Addossare la responsabilità alla Russia, ha aggiunto, ”significherebbe spostare la responsabilità su qualcun altro. Ma nel nostro mondo c’è questa situazione perché il cosiddetto G7 ha da molti anni una situazione del genere che si è deteriorata durante la pandemia nel 2020 quando la domanda e la fornitura di servizi e di merci si è abbassata drasticamente”.

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli