28.9 C
Rome
venerdì 3 Settembre 2021
PolisMondoIsraele continua a sconfinare e bombardare la Siria nel silenzio generale

Israele continua a sconfinare e bombardare la Siria nel silenzio generale

Israele,l’unica democrazia del medioriente”, continua a bombardare la Siria come se fosse un diritto a prescindere, in nome dell’autodifesa preventiva, una formula non sense che giustifica le continue iniziative extraterritoriali di tsahal nell’area.

Israele continua a sconfinare e bombardare la Siria

Negli ultimi sette giorni sono stati due gli attacchi israeliani contro la Siria, in coincidenza con l’alta festività di Eid al-Adha iniziata lunedì scorso.

Martedì quattro jet con la stella di Davide hanno sparato otto missili nella provincia di Aleppo, colpendo una struttura di ricerca scientifica nella città di Safira.

Tuttavia, ed è la novità sul terreno, sette su otto sono stati abbattuti dalle unità di difesa aerea siriane che utilizzano i nuovi sistemi d’arma Buk-M2 e Pantsir-S di produzione russa, affermato in una nota del Centro di riconciliazione russo per la Siria dal contrammiraglio Vadim Kulit.

I jet israeliani, sempre dalla ricostruzione di Kulit, erano penetrati nello spazio aereo siriano attraverso l’area di At-Tanf al confine giordano, controllata dall’esercito americano.

L’altro attacco è avvenuto ieri, quando due jet israeliani F-16 hanno lanciato i missili guidati dallo spazio aereo libanese, intorno all’01:11 ora locale. Anche in questo caso i missili sono stati intercettati dalle unità di difesa aerea siriane.

Israele continua a sconfinare e bombardare la Siria nel silenzio generale

Le forze di difesa israeliane (IDF) lanciano attacchi aerei in territorio siriano da anni, con Tel Aviv che ripete la solita versione, cioè che si tratterebbe di una misura di autodifesa mirata a colpire obiettivi “iraniani” nel paese.

Il governo di Damasco ha più volte protestato contro gli attacchi, definendoli atti di aggressione. All’inizio di questo mese, Russia, Turchia e Iran hanno condannato congiuntamente i ripetuti attacchi israeliani come violazioni del “diritto internazionale, del diritto umanitario internazionale, della sovranità della Siria e dei paesi vicini”.

Tuttavia nessuna reazione c’è stata da parte delle cancellerie europee. Inutile sottolinare a parti invertite cosa sarebbe accaduto nella narrazione globale…

 

 

 

Leggi anche

La tregua a Gaza ferma la guerra indiana d'Israele

E anche


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli