Quotidiano on-line ®

27.2 C
Rome
mercoledì, Agosto 10, 2022

Crisi di governo, per Letta è “giorno di follia”. Nessuna autocritica. Nessun futuro

Enrico Letta e il PD non hanno alcuna idea di governo che non sia seguire il vincolo esterno sia in termini geopolitici che sociali. UE, Nato, poteri economici. Ma la bolla dei dominanti è come quella di Fb.

Di Roberto Musacchio*

Crisi di governo, per Letta è “giorno di follia”.

Enrico Letta: “Giorno di follia, Parlamento contro l’Italia” .
A me pare una dichiarazione francamente impronunciabile. Consiglierei per altro di riflettere prima di parlare.

Draghi sembra fare la fine di tutti i governi in cui il PD ha avuto un ruolo centrale.

È successo con il Prodi uno e due. Monti arrivò al termine ma poi le elezioni per il PD e Italia bene comune andarono male.
Così come il PD perse le elezioni dopo i Prodi. E dopo Letta/Renzi.

L’unico esempio diverso fu con Dini in cui purtroppo si pagò il pegno della controriforma delle pensioni ma poi grazie a Rifondazione che non lo accettò come rospo si vinsero le elezioni successive.

Ora si può riflettere su una gestione che a me pare dissennata, passata per una scissione del principale alleato e per una crisi aperta contro di lui.

Ma in più non c’è la percezione che Draghi non è stato un buon governo. Non ha fatto meglio del Conte uno e due.

In compenso le crisi si stanno aggravando in modo drammatico.

Il punto è che il PD non ha alcuna idea di governo che non sia seguire il vincolo esterno sia in termini geopolitici che sociali. UE, Nato, poteri economici. Questo lo fanno anche i massmedia e infatti non li compra nessuno e le persone sulle cose fondamentali non li seguono. La bolla dei dominanti è come quella di Fb.

Ma, dicevo, le crisi si stanno aggravando e diventano insostenibili. La scemenza di dare dei putiniani a tutti impedisce di riflettere che questa guerra sta massacrando l’Europa.

Andare dietro a Confindustria con i salari più bassi del Continente in termini relativi al trentennio è una idiozia. Mettere la fiducia su un inceneritore mentre l’Europa deve abbattere le emissioni è un non senso.

Ma questa gente sa eseguire gli ordini però quando gli ordini creano disordine non sa che fare.

Penso che a Letta il Paese darà la stessa risposta del Parlamento che senza stile democratico chiama folle.

Io penso che occorra ora, dopo trent’anni di fallimenti del PD al governo, evitare di creare l’ennesimo spauracchio di destra. Occorre una proposta di governo alternativa. Che competa per vincere.

Naturalmente alle destre ma anche al PD e ai suoi amici rimasti: Renzi, Calenda, Di Maio.

* Roberto Musacchio

Sostieni Kulturjam

Kulturjam.it è un quotidiano indipendente senza finanziamenti, completamente gratuito.

I nostri articoli sono gratuiti e lo saranno sempre. Nessun abbonamento.
Se vuoi sostenerci e aiutarci a crescere, nessuna donazione, ma puoi acquistare i nostri gadget

Sostieni Kulturjam, sostieni l’informazione libera e indipendente.

VAI AL LINK – Kulturjam Shop

kj gadget

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli