Quotidiano on-line ®

22 C
Rome
giovedì, Agosto 11, 2022

I miracoli che avrebbe fatto Draghi non convincono gli italiani

A sentire media e partiti, con i miracoli fatti, Draghi non avrebbe avuto alcun problema a farsi eleggere in pompa magna per i decenni a venire. E invece…

I miracoli di Draghi

Sono molto colpito dal fatto che tanti sostenitori di Draghi siano convinti che, nonostante il suo ottimo governo, la maggioranza degli italiani non premierà il suo operato alle prossime elezioni.

Sappiamo dagli indicatori economici che il 20% della popolazione italiana possiede circa il 70% della ricchezza a livello nazionale, quindi l’80% rimanente deve accontentarsi del 30%.

In una simile situazione, non sembra essere così complicato guadagnare voti. Per dire: se si ridistribuisse anche solo il 10% della ricchezza dei 12 milioni più ricchi, tutti gli altri 48 milioni di italiani vedrebbero aumentata la loro ricchezza di oltre il 20% in media. E se pensiamo che Renzi fece il botto alle europee sulla scia del famoso bonus di 80 euro (che al confronto è una elemosina), sembra evidente che Draghi non avrebbe avuto alcun problema a farsi eleggere in pompa magna per i decenni a venire.

Allora mi chiedo: come mai Draghi, che per di più aveva a disposizione i fondi del PNRR, non ha seguito questa strada? Come mai non ha pensato ad alleviare significativamente le pene della moltitudine dei meno abbienti, già messa a durissima prova da decenni di politiche neoliberiste a cui ora si sommano le conseguenze socioeconomiche della pandemia e della guerra?

Insomma: se accettiamo (come spero) le regole democratiche secondo cui governa chi prende i voti, allora se la caduta del governo Draghi aprirà le porte a un governo di destra, vorrà semplicemente dire che Draghi ha sbagliato politica.

Poi ci mancherebbe, non ammettere le responsabilità dei propri beniamini è più che umano: ma dare la colpa della sconfitta ai propri avversari mi sembra ancora più ridicolo delle giustificazioni di Jake Blues…

 

Sostieni Kulturjam

Kulturjam.it è un quotidiano indipendente senza finanziamenti, completamente gratuito.

I nostri articoli sono gratuiti e lo saranno sempre. Nessun abbonamento.
Se vuoi sostenerci e aiutarci a crescere, nessuna donazione, ma puoi acquistare i nostri gadget.

Sostieni Kulturjam, sostieni l’informazione libera e indipendente.

VAI AL LINK – Kulturjam Shop

KJ gadget 4

Leggi anche

Alessandro Ferretti
Alessandro Ferretti
Researcher presso Università degli Studi di Torino. Associate presso CERN

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli