29.5 C
Rome
mercoledì 16 Giugno 2021
TecnèTutto Totò, un prontuario indispensabile

Tutto Totò, un prontuario indispensabile

L’universo lessicale di Totò: frasi, calembour e sequenze memorabili di uno dei più grandi artisti dell’Italia del ‘900.

Tutto Totò, il lessico

L’importanza della parola nella comicità di Totò, sviluppando un’analisi dei giochi linguistici, delle metafore, degli stravolgimenti di significato: elementi essenziali del personaggio che Antonio de Curtis ha portano in teatro e al cinema.

Ecco alcune considerazioni da Totòtruffa2002.it

Tutto Totò, un prontuario indispensabile

Tutto Totò, un prontuario indispensabile

Tutto Totò, un prontuario indispensabile

 

[wp_ad_camp_1]

 

Tutto Totò: Vademecum De Curtis

  • Signora sono a sua completa disposizione, corpo, anima e frattaglie.
  • Chiedo l’annullamento del matrimonio alla Sacra Ruota, anzi per tutte le ruote.
  • Io non faccio il cascamorto, se casco, casco morto per la fame.
  • Io non rubo, integro. D’altra parte in Italia chi è che non integra?
  • Adesso che siamo a Milano, andiamo a vedere il famoso Colosseo.
  • Il napoletano lo si capisce subito da come si comporta, da come riesce a vivere senza una lira.
  • Caporali si nasce, non si diventa.

Totò contro i quattro: a colloquio con Mastrillo

 

Tutto Totò: qui si esagera!

  • Questa mappa è piccola, è troppo piccola, è una mappina.
  • Elena di Troia…Troia…Troia: questo nome non mi è nuovo.
  • Non mi guardi con quegli occhiacci…Lei con quegli occhi mi spoglia…Spogliatoio!
  • Alla faccia di Cartagine e di tutti i Cartaginesi!
  • Lei è un cretino, s’informi.
  • A proposito di politica, ci sarebbe qualche cosarellina da mangiare?
  • Credevo che mie moglie fosse una carogna, finché non ho visto la sua.
  • Era un uomo cosi’ antipatico che dopo la sua morte i parenti chiedevano il bis.

Totò Diabolicus: il chirurgo

 

Tutto Totò: e che sono ghibellino io?!

  • È la somma che fa il totale .
  • Ogni limite ha una pazienza .
  • I suoi modi sono interurbani .
  • Siccome sono democratico, comando io.
  • In carcere, con rispetto parlando, stavo tra persone perbene
  • I parenti sono come le scarpe: più sono stretti e più ti fanno male.
  • L’acne giovanile si cura con la vecchiaia.
  • Sono un uomo di mondo: ho fatto tre anni di militare a Cuneo.
  • Il coraggio ce l’ho. E la paura che mi frega.
  • È’ incredibile come un bipede di genere femminile possa ridurre un uomo.

Totò, Peppino e la malafemmina: a colloquio con Mezzacapa

 

Tutto totò: Terè, me so seccat!

  • Devo andare a un funerale di un morto.
  • Chi dice che i soldi non fanno la felicità, oltre ad essere antipatico, è pure fesso.
  • Tutti i giorni lavoro, onestamente, per frodare la legge.
  • Il nostro paese è un paese di navigatori, di santi, di poeti e di sottosegretari.
  • Do ut des, ossia tu dai tre voti a me che io do un appalto a te.
  • Erano persone che non sapevano fare niente, tranne che mangiare. Mangiavano da professionisti.
  • L’educazione tante volte è vigliaccheria.
  • Questa è la civiltà; hai tutto quello che vuoi quando non ti serve.
  • Cavaliere, nessuno vuole farla fesso, non c’è bisogno.
  • Gli avvocati difendono i ladri. Sa com’è… tra colleghi.

La banda degli onesti: la prima banconota

 

Tutto Totò: siamo uomini o caporali?

  • Il lavoro: una vita sotto la dipendenza di un uomo qualunque.
  • La sua vita si svolge tra casa e chiesa… E va be’, ma nel tragitto che cosa succede?
  • La notizia per ora è stata sottoufficiale; poi diventerà ufficiale.
  • Ognuno ha la faccia che ha, ma qualche volta si esagera.
  • Modestamente, la circolazione ce l’ho nel sangue.
  • Io vorrei sapere perché tante persone, con tutti i mestieri che ci stanno, si mettono a fare i ladri.
  • Lei non è fisso? Eppure dalla faccia si direbbe di sì.
  • Per avere una grazia da San Gennaro bisogna parlargli da uomo a uomo.
  • Non posso morire! C’ho un appuntamento.
  • I ministri passano, gli uomini restano.

Miseria e nobiltà: la spesa

 

Tutto Totò: modestamente lo nacqui!

  • Ho paura, quello è un deputato.
  • Toglimi una curiosità, tuo zio è sempre morto?
  • La donna è mobile e io mi sento un mobiliere.
  • Gli italiani prima hanno perso la guerra, poi hanno perso la pace.
  • Come è gentile per essere una parente: sembra un’estranea!
  • Hai un’idea? Tu? È mai possibile?
  • Non sono brutto mi arrangio.
  • A volte, anche un cretino ha un idea.

 

[wp_ad_camp_3]

 

[wp_ad_camp_5]

 


Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli