11.8 C
Rome
giovedì 20 Gennaio 2022
SportCalcioSanabria trascina, Caicedo arriva tardi: Torino-Genoa 3-2, il Pagellone

Sanabria trascina, Caicedo arriva tardi: Torino-Genoa 3-2, il Pagellone

Nell’anticipo della 9ª giornata di Serie A i granata di Ivan Juric ritrovano così la vittoria dopo quattro gare a secco, di cui due sconfitte di fila (tra le quali quella nel derby) senza segnare gol. Continua invece il pessimo inizio di stagione per  Davide Ballardini, fermo a 6 punti in campionato e con un solo successo all’attivo finora, il 12 settembre a Cagliari. Torino-Genoa 3-2, il pagellone del nostro inviato.

Torino-Genoa 3-2, il Pagellone

Torino-Genoa 3-2 (Sanabria 14’, Pobega 31’, Destro 70’, Brekalo 77’, Caicedo 81’)

Milinkovic Savic 6 non si fa sorprendere da una spaccata di destro nel primo tempo. Sulle reti genoane può poco, sono rigori in movimento da zero metri.

Djidji 5.5 nel finale si perde Caicedo che riapre una partita che doveva essere chiusa.

Bremer 5.5 marca a due metri Destro che entra in area e dimezza lo svantaggio.

Buongiorno 6.5 copre bene quando Ansaldi avanza e cerca la gloria personale sfiorando il goal nella seconda frazione.

Singo 6 fisicità ed esplosivitá. Ma molto grezzo tecnicamente. Viene cercato meno rispetto ad Ansaldi.

Lukic 6.5 si piazza in mezzo. Spezza la manovra avversaria, distribuisce palloni e da lui parte l’azione del raddoppio.

Pobega 6.5 si inserisce bene e trova la rete del raddoppio. Viene mandato al bar da Behrami in occasione della rete di Destro.

Ansaldi 7 tecnica e testa. Il cross per la rete di Sanabria è bello e preciso. Piedi da trequartista, tira in porta cerca i compagni, è un elemento insostituibile per il Torino.

Linetty 6.5 impegna severamente Sirigu e il var gli nega la gioia del goal.

Brekalo 7 è protagonista nel raddoppio, segna la rete del 3-1. È sempre nel vivo delle azioni granata.

Sanabria 7 segna il goal che sblocca la contesa. Si beve Fares e la mette di testa. È ispirato per tutta la partita e mette in allarme rosso la difesa avversaria.

Vojvoda dal 59’ 6 cambia poco o nulla con il suo ingresso in campo.

Praet dal 59’ 6.5 il goal del 3-1 è una sua invenzione. Si libera dell’avversario e mette in mezzo un pallone solo da spingere in rete.

Belotti dal 59’ 6 entra con una sana cattiveria. In attesa dei goal prende falli e carica di gialli gli avversari.

Aina dal 72’ 5 si fa saltare da Kallon in occasione della seconda rete rossoblu.

Juric 6.5

La mission era prendere tre punti e tre punti sono arrivati. Nel primo tempo due reti e poche occasioni per gli avversari. Nella seconda parte la partita su complica. Il Torino partite come questa le deve uccidere prima non patire fino all’ultimo secondo.

Sanabria trascina, Caicedo arriva tardi: Torino-Genoa 3-2, il Pagellone

Genoa

Sirigu 5.5 para bene in avvio ma è indeciso nell’occasione della prima rete granata. Da ex non una partita memorabile.

Ghiglione 5 dalle sue parti passa chiunque con o senza certificazione verde. Sul 2-0 rimane imbambolato.

Vasquez 5 sul raddoppio di Pobega non riesce ad anticipare l’avversario. Il Var annulla la sua autorete.

Criscito 6 qualche buon pallone ma gioca con il freno a mano tirato.

Cambiaso 6.5 il ragazzo ha qualità e dinamismo. La sua crescita è costante e palla al piede da sempre l’impressione di fare cose buone.

Toure 5 ennesima prestazione negativa. Per come gioca resta un mistero il suo acquisto e il suo utilizzo.

Rovella 6.5 da ordine, o meglio cerca di darlo, a centrocampo. Sfiora il goal del pareggio con un punizione velenosa.

Sturaro 5 andrebbero chiesti i danni a chi l’ha comprato.

Fares 5 si perde Sanabria ed il Genoa va sotto. Protagonista nel raddoppio rossoblu.

Ekuban 5 a destra, al centro, a destra. Ovunque lo metti non combina niente.

Destro 6.5 ha due palloni giocabili. Con il primo impegna il portiere granata con il secondo segna il primo goal genoano. Lo servissero di più!

Galdames dal 46’ 6 esordio in campionato. Da rivedere.

Kallon dal 46’ 6.5 mette un pallone al bacio che Caicedo capitalizza.

Caicedo dal 61’ 6.5 assist e goal. Appena entra in forma Ekuban non vede più il campo.

Behrami dal 69’ 6 con una bella finta manda in rete Destro.

Pandev dal 79’ s.v.

Ballardini 5

Nel primo tempo la squadra è in balia degli avversari. Alcune scelte, con il senno di poi, sembrano poco felici. Gli ingressi nel secondo tempo cambiano il volto della partita. Al ragazzo manca coraggio.

Cartoline da Salò: un anno marchiato dalle stimmate della pandemia

 

Leggi anche

 


Actarus
Alleva cavalli, guida astronavi, combatte per l'umanità, appassionato di sport e malato di calcio.

Ti potrebbe anche interessare

2 COMMENTS

Comments are closed.

Ultimi articoli