Quotidiano on-line ®

20.4 C
Rome
martedì, Agosto 16, 2022

Azzurri incontenibili: Napoli-Udinese 5-1, il Pagellone

La marcia del Napoli verso la Champions continua. Gattuso travolge la squadra di Gotti e ora è ad un passo dal traguardo tanto desiderato dal presidente De Laurentiis. Napoli-Udinese 5-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Napoli-Udinese 5-1, il Pagellone

Napoli-Udinese 5-1 (Zielinski 28′, Ruiz 31′, Okaka 41′, Lozano 56’, Di Lorenzo 66′, Insigne 90’+1’)

 

Meret 6 solo qualche uscita per scaldarsi i muscoli. Subisce solo il tiro di Okaka che onestamente era imparabile.

Di Lorenzo 7 sulla fascia è padrone assoluto. Molto efficace quando attacca. Segna un bel goal sfruttando una respinta del portiere friulano.

Manolas 6 buona prova se non fosse per la rete concessa ad Okaka. Difende male sulla punta bianconera.

Rrahmani 7 lui sempre attento e concentrato per tutta la partita. È padrone della fase difensiva. Sta crescendo.

Hysai 6 partita equilibrata senza fuochi d’artificio.

Bakayoko 7 recupera tanti palloni. Da uno di questi nasce il primo goal partenopeo. Le ripartenze del Napoli nascono da lui.

Ruiz 7.5 il goal del 2-0 è bellissimo. Piazza il pallone dove la mamma mette la marmellata. L’Udinese gli porta bene. Oppure lui porta male all’Udinese.

Lozano 7 non parte forte ma cresce col passare dei minuti. Il goal è bello perché anticipa l’avversario e di destro la piazza nell’angolino.

Zielinski 7 quanta qualità come sempre. Legge il futuro e piomba sulla respinta di Musso su Osimhen. Goal che sblocca la partita e sbriciola il muro bianconero.

Insigne 7.5 sono 18 goal in campionato e giocate di altissimo livello. Danza con il pallone, fa quello che vuole, salta sempre l’avversario. Un periodo di forma straordinario. Prende anche un palo per non farsi mancare nulla.

Osimhen 7 non trova il goal ma propizia il primo con uno stop da Holly e Benji ed è protagonista in tutte le azioni pericolose del Napoli. Sembra Faustino Asprilla 2.0.

Mertens dal 71′ 6 qualche tocco dei suoi e niente di più.

Elmas dal 76′ 6 entra a partita ormai chiusa.

Politano dal 76′ 6 come Elmas. Giusto una sgambata.

M. Rui dall’84’ s.v.

Demme dall’84’ s.v.

Gattuso 7.5

è un monologo azzurro, a parte il minuto 41 con il goal di Okaka. Nel secondo tempo l’Udinese viene disintegrata. Ci vuole del coraggio, o della follia, a lasciarsi scappare un tecnico, ed un uomo, come il simpatico Rino.

Azzurri incontenibili: Napoli-Udinese 5-1, il Pagellone

Udinese

Musso 5 para quello che può. Sulla prima rete è bravo su Osimhen ma non può nulla su Zielinski. Il tiro di Ruiz non lo prendeva manco l’uomo ragno. Vogliamo parlare di Insigne? Non ha colpe. Su Lozano invece ci mette del suo. E qualche respinta…

Becao 5 soffre tantissimo gli attacchi partenopei e non ci capisce molto.

Bonifazi 5 anche lui travolto dalla marea azzurra. In ritardo sulla rete di Di Lorenzo.

Zeegelaar 5 su Osimhen non ci capisce niente. Non lo prende mai. Serata da incubo.

Molina 5 in fase propositiva non la prende mai. Preoccupato a difendere. Preoccupazione inutile visto il risultato.

De Paul 5 serve Okaka per il momentaneo 2-1. Si fa anticipare da Lozano sul 3-1 del Napoli.

Walace 5 il palleggio del Napoli lo imbarazza e guarda incantato. Non chiude sul raddoppio partenopeo. Insomma non fa niente.

Makengo 6 grazie al fisico è l’unico che regge di fronte al centrocampo azzurro.

Stryger Larsen 4 passa così bene il pallone che è il più pericoloso per la difesa friulana. Se avesse regalato anche un rigore avrebbe eguagliato l’imbarazzante prestazione contro il Milan.

Pereyra 4 assente ingiustificato. Non ne indovina una.

Okaka 6.5 bel goal che da qualche speranza ai friulani. Si beve Manolas, si gira e la piazza nell’angolino. Rete da attaccante vero.

Ouwejan dal 54′ 6 entra con voglia ma predica nel deserto.

Forestieri dal 54′ 5 anni fa su di lui scoppio una guerra diplomatica tra Baca Juniors e Genoa. Cosa ci avessero visto è un mistero.

Samir dal 76′ s.v.

Micin dal 76’ s.v.

Palombo dall’86’ s.v. esordio in serie A. Madre norvegese, padre napoletano. Si ispira a Pirlo. Come giocatore.

Gotti 5

Per simpatia gli daremmo 10 ma la sua Udinese dura giusto un tempo. Nella ripresa è un disastro su tutta la linea. Le ripartenze dal basso un incubo. La stagione resta positiva.

 

 

Leggi anche

 

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli